EVAN: NON CI SONO DI VIOLET Z

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Evan: non ci sono.
Autrice: Violet Z.
Genere Romance Contemporary/ Young Adult.
Pagine: 214.
Editore:Self Publishing, 21 aprile 2022.
Formati disponibili:Kindle 0,99€/ Kindlunlimited 0,00€/ Cartaceo copertina flessibile 10,00€ – copertina rigida 14,00€.
Trama:

https://www.amazon.it/Evan-Non-sono-Violet-Z-ebook/dp/B09Y4P91CF/ref=mp_s_a_1_1?crid=19CRME5X99O2B&keywords=evan+violet+z&qid=1650974304&sprefix=evan+violet+z%2Caps%2C87&sr=8-1

Romanzo Young Adult Autoconclusivo
“Tutto bene, Lauren?” mi chiede Evelyn “Sì, certo” risposi, fingendo una tranquillità che non avevo, perché Evan mi trasmetteva tutto tranne quiete. Quando c’era, mi sentivo in balia del mare mosso. Lauren è rotta dentro e sta scappando da quel passato che l’ha fatta soffrire. Si rifugia a New York da sua sorella, ma quando incontra lo sguardo di Evan Watson, il fratello di suo cognato, non può credere di avere incontrato un’anima più nera e spezzata della sua. “Non ci sono” è la frase che si ripete Evan quando ha bisogno di fuggire con la testa da quello che è costretto a fare per sopravvivere. Uscito da poco dal riformatorio, Evan inizia una nuova vita grazie al fratello maggiore, Matthew, che ricompare e decide di prendersi cura lui. Evan e Lauren, due anime nere, due passati difficili e un amore talmente forte che cercherà di tenerli lontani. In amore, l’egoismo non è ammesso ed Evan ora lo sa ed è forse per questo che lui deciderà di non esserci. Ma Lauren riuscirà a dimenticare tutto quello che prova per lui? “Sei la cosa che mi fa venire voglia di credere che là fuori ci sia un mondo migliore di quello che ho finora vissuto”. Nuova edizione.

Giudizio:

Non è il primo romanzo di questa autrice che leggo, di cui apprezzo la sua capacità di affrontare argomenti forti , come ha fatto in questo caso con Evan e Lauren, ma di mostrare, come anche dal buio più profondo si possa uscire e spiccare il volo. I suoi due protagonisti, Evan e Lauren, sono due anime rotte, due giovani costretti da vicissitudini non dipendenti dalla loro volontà a portare sulle loro fragili spalle un fardello pesante. Entrambi hanno conosciuto nella loro giovinezza il lato più terribile della vita, una vita fatta di violenza, dolore e lotta per la sopravvivenza. Entrambi hanno collezionato tante cicatrici che sembrano non destinate a rimarginarsi. Entrambi hanno però trovato un escamotage per prendere le distanze dal dolore. Lauren ha deciso di fuggire da San Francisco, da sua madre e da quei luoghi che le ricordano lo sporco che si sente ancora addosso e che le impedisce di dormire e mangiare. Ha deciso di andare a Manhattan da sua sorella Evelyn che non vede da sei anni, da quando anche lei ha deciso di andare via di casa e allontanarsi da sua madre, che reputa l’unica responsabile dell’allontanamento da casa del loro padre. Lauren spera finalmente di poter dimenticare, di voltare pagina e di sentirsi al sicuro tra le braccia di sua sorella. Ed è proprio lì, a casa di Evelyn e di suo marito Matthew, che Lauren fa la conoscenza di colui che le cambierà totalmente la vita, portandola con sé in un pericoloso ma irrinunciabile giro sulle montagne russe. Lauren, appena incrocia lo sguardo di quel ragazzo dai lineamenti così perfetti da sembrare un angelo, sente una inspiegabile fitta allo stomaco e capisce subito che dietro quel suo modo di fare strafottente e sboccato , si cela solo un ragazzo fragile, che non riesce infatti a sostenere lo sguardo di chi gli sta difronte. Lauren vede in lui lo stesso dolore, lo stesso tormento interiore, la stessa anima con una miriade di crepe. Evan Watson è il nome di colui che ha fatto subito breccia nel cuore della nostra giovane protagonista. Evan, come ha ben inteso Lauren, ha alle sue spalle un bagaglio di esperienza terribili, che lo hanno reso il ragazzo irriverente e cinico, colui che non riesce a dimostrare affetto verso un fratello, da poco ritrovato, che sta tentando di dargli una mano per uscire dal buio in cui è caduto. Non riesce neppure a concedere una possibilità a colui che ritiene in qualche modo responsabile di tutto ciò che è accaduto a lui e a sua madre,ma che sta provando a riscattarsi dai suoi sbagli e a fare finalmente il padre, suo padre, nonostante tutto. Ma Evan è ancora troppo ancorato al suo passato, di cui la cicatrice sulla pancia gli ricorda , come un terribile promemoria, ciò che ha dovuto subire e sopportare. “Non ci sono più, non ci sono più”. Queste sono le parole che Evan si ripeteva in passato, quando spegneva il cervello e il cuore così da non sentire nulla di quanto gli accadeva. E queste sono le medesime parole a cui si aggrappa anche quando decide di allontanare da sé Lauren perché non può permetterle di restare imprigionata assieme a lui in quel mare di fango, che è sempre stata la sua prigione. “Sei troppo preziosa per me. Sei la cosa che mi fa venire voglia di credere che là fuori ci sia un mondo migliore di quello che finora ho vissuto”. Nonostante ciò, Evan deve prima risolvere alcune cose , rimaste irrisolte nel suo passato, per poi pensare di poter davvero tornare a vivere! Il percorso di Evan sarà tortuoso, irto di ostacoli e di scelte dolorose da compiere, che gli serviranno per trasformarlo in un uomo in grado di riprendere in mano le redini della sua vita e dirigerla verso la direzione giusta. E Lauren farà parte di questo nuovo suo disegno? Oppure anche lei avrà intrapreso la sua direzione, ma lontano da lui? Esiste una antica arte giapponese, il kintsugi, che consiste nel restaurare oggetti rotti , riempendo le crepe con un materiale prezioso, come l’oro, così da ridare loro una nuova vita. Ebbene le anime di questi due ragazzi sono costellate da una infinità di crepe e, forse, anche loro dovranno imparare a riempire le loro crepe con qualcosa di prezioso. E se fosse l’amore, il sentimento capace di sortire tale miracolo? Una storia ricca di emozioni, di dolore, ma anche di speranza. Una lettura che scorre veloce, che ti accompagna dolcemente verso la fine, con la curiosità di scoprire se per Evan e Lauren ci sarà magari un possibile lieto fine.

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

VOLEVO SOLO QUESTO DI VIOLET Z

Recensione a cura di Anna Maria

Titolo: Volevo solo questo.
Autrice: Violet Z.
Genere: Romance Contemporary.
Pagine: 460.
Editore:Self Publishing, 16 marzo 2022.
Formati disponibili: Kindle 0,99€/ Kindlunlimited 0,00€/ Cartaceo copertina flessibile 13,50€ – copertina rigida 19,50€.
Trama :

https://www.amazon.it/Volevo-solo-questo-Violet-Z-ebook/dp/B09VSHTMJ2/ref=mp_s_a_1_2?crid=2JX9JW5ZT69K3&keywords=violet+z&qid=1648153536&sprefix=violet+z%2Caps%2C87&sr=8-2

Romanzo autoconclusivo Emily , figlia di un avvocato e brillante studentessa, si scontra in macchina con un giovane, Mike, che non sembra certo un tipo dalle buone maniere. Ma poi si ritrova a dare ripetizioni a suo figlio, Ruben e, nonostante le diversità, tra i due scocca la scintilla. “I suoi occhi così sperduti e la rabbia che vi avevo letto dentro, mi ricordavano lo sguardo che avevo visto in mio padre. Quello di chi sta male ma si tiene tutto dentro, per paura di far soffrire il mondo”. “Eravamo nudi, avvolti da quella coperta che sapeva di niente, mentre i nostri corpi parlavano la lingua dell’amore. Per la prima volta mi sentivo amata da un uomo…” “Hai mai fatto l’amore sulla neve? mi chiese . Lo guardai male, perché mi sembrava una idea così assurda…” ****
Quando Ruben, il figlio di Mike, sparisce nel nulla, quello che Emily e Mike possono fare è aggrapparsi l’uno all’altro, per trovare quella forza che gli permetterà di andare avanti. Ruben, dodici anni, verrà catapultato in un mondo che non è il suo, ma che alla fine farà uscire il suo talento. Ma il talento ha il suo prezzo, lo sa bene Mary Jane, figlia di un famoso artista, che in fuga dai suoi errori imparerà a camminare di nuovo vicino a qualcuno. “Sentii allora quel singhiozzo che poi non avrei mai più scordato. La strinsi forte a me e lasciai che sfogasse quello che probabilmente non aveva mai detto a nessuno”. “La baciai subito e il mondo smise di esistere. Non capii nemmeno cosa mi disse e la presi per mano perché volevo che tutti sapessero che lei era mia”. Volume unico: “Guardami negli occhi amore” – “Resistere all’infinito”.

Giudizio:

Violet Z. ha deciso di racchiudere in questo unico volume, come in una sorta di cofanetto, due sue precedenti storie: “Guardami negli occhi amore” e “Resistere all’infinito”. In entrambe, in una fluida consequenzialità, vedremo scorrere tre ingredienti principali: l’ Amore, quello che è, come sempre, il motore portante di ogni romance che si rispetti; la Suspense, che costituisce quel “quid” che riesce a tenere col fiato sospeso l’attenzione del lettore ed infine la Famiglia, che in questa storia è il fulcro intorno a cui ruotano le varie dinamiche, che vedranno coinvolti i nostri protagonisti.

Nella prima parte della narrazione, sarà la storia d’amore, nata come un fulmine a ciel sereno, tra Mike ed Emily a tenere il lettore incollato alle pagine. “Potevano due anime che si erano appena conosciute, sentirsi così attaccate l’uno all’altra?” Due anime con background differenti, ma essenzialmente affini. Due corpi che si scoprono essere l’uno l’incastro perfetto dell’altro. Mike è un giovane uomo che, all’età dei diciotto anni, a seguito di un moto di ribellione adolescenziale, è diventato padre del piccolo Ruben, nato dalla sua breve relazione con Laila, un’acrobata circense che ha messo la sua arte al primo posto nelle sue priorità. Mike si è pertanto ritrovato a doversi assumere una responsabilità grande, ma è riuscito a farlo non solo grazie al suo impegno, ma anche al supporto della sua famiglia e in particolare di sua madre, nonostante il loro rapporto ,reso complicato da incomprensioni e reciproci sensi di colpa. Mike è diventato uomo, ha trovato lavoro come fisioterapista ed è un padre attento e premuroso , nonostante le difficoltà nel gestire un undicenne un po’ indisciplinato, cresciuto con quel vuoto, creato dall’assenza di una madre girovaga. Dopo la nascita di Ruben, Mike non è più riuscito ad immaginarsi accanto a qualcuno, o meglio, ad una donna che possa interessarsi ad un ragazzo padre; pertanto ha preferito rifugiarsi in storielle di solo sesso, senza impegno e soprattutto senza il pericolo di aspettative più grandi. Ma quella ragazza, piombata nella sua vita, come un dono provvidenziale per salvare il suo Ruben da una bocciatura certa , diventa anche la sua boa di salvataggio: una ventata di freschezza, di dolcezza e di amore. Emily è il nome di colei che riesce a compiere questo sortilegio sul nostro Mike, quell’uomo i cui occhi “così sperduti” e pieni di rabbia alla ragazza hanno ricordato quelli di suo padre, ovvero un uomo che sta male, ma si tiene tutto dentro, pur di non fare soffrire chi ama. Emily, come Mike, è molto legata alla sua famiglia e soprattutto al suo iperprotettivo padre, un avvocato di successo, che è riuscito a diventare un punto di riferimento importante per i suoi figli! Il loro fulmineo innamoramento apporta non solo su entrambi cambiamenti positivi ma riesce anche a dare a Ruben quel tassello di stabilità che prima gli era , forse, mancato.

Tutti gli step della loro storia saranno coadiuvati e sostenuti dalle loro rispettive famiglie, presenze fondamentali e preziose. Ma il destino sa, a volte, essere crudele! Quando Mike pare aver creato la sua bolla magica, ecco che questa si scoppia all’improvviso, a causa di una folata crudele e inattesa: la scomparsa nel nulla di Ruben! “Resistere all’infinito” è non solo il titolo del secondo capitolo di questa storia, ma è anche la frase che sia Mike sia Ruben continueranno a ripetersi come un mantra ossessivo e anche come un traguardo da raggiungere. Il primo deve “resistere” non solo per se stesso ma anche per Emily, deve imparare a convivere con il dolore di una assenza assordante e andare avanti senza mai perdere la speranza di ritrovare quel figlio, che gli è stato strappato in modo brutale e senza un apparente motivo. “Resistere” è anche il verbo che accompagna Ruben durante gli anni di inferno che è costretto a sopportare. Strappato alla sua famiglia e ai suoi affetti, Ruben viene catapultato in una nuova realtà, fatta di regole ferree , di maltrattamenti fisici e psicologici. Gli viene imposto di mettere a frutto un talento che non pensava di possedere, che all’inizio vede come la sua maledizione, ma che poi si trasforma nella sua sola salvezza. Ruben ha un solo obiettivo, quello di ritornare dalla sua famiglia e da suo padre, ma capisce che per farlo deve diventare ciò che i suoi “carcerieri” desiderano : deve trasformarsi nel “ragazzo che cammina sulle nuvole”. Pagina dopo pagina, vedremo il cambiamento di Ruben, il suo diventare un uomo che, una volta conquistato il suo traguardo, dovrà però imparare a prendere consapevolezza di ciò che desidera per il suo futuro, senza avere paura di ferire i sentimenti altrui, ma conscio di poter sempre contare sul sostegno di suo padre e di un amore! Una storia che mi emozionato e commosso dalla prima all’ultima pagina!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

UNA MELODIA TRA NOI DI VIOLET Z.

E Anna Maria oggi ci parlerà di una nuova autrice per noi!

Titolo: Una melodia tra di noi.

Autrice: Violet Z.

Genere: Romance.

Pagine: 288.

Edito: Self Publishing, 15 luglio 2020.

Formati disponibili: Kindle 0,99€

Kindle Unlimited 0,00€

Cartaceo copertina flessibile 10,40€.

Trama:

https://www.amazon.it/Una-melodia-tra-noi-Violet-ebook/dp/B08CY4L4PK/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=violet+z&qid=1597580342&sr=8-1

“La mia vita non aveva avuto un grande inizio. Ero capitato in questo mondo, dopo che un uomo aveva buttato due soldi nel cappello messo per terra da una musicista di strada. Si erano guardati e si erano piaciuti immediatamente”. Inizia così il racconto del giovane Damian, un semplice ragazzo di provincia, con un destino segnato dalla musica. Senza madre e con un padre in carcere , troverà una nuova famiglia grazie ad Alex, un giovane avvocato di Milano. Ma se durante l’infanzia, la musica era stata solo un rimedio per sopravvivere al vuoto che lo circondava, quando incontra Maximilian e la sua band, scoprirà di non voler fare altro che il musicista, soprattutto se quando suona viene a vederlo Mariasole. La giovane ed esile sorella di Maximilian, diventerà presto la musa delle sue canzoni, facendogli provare sentimenti così forti da fargli perdere le sue certezze. Ma quando anche l’amore sembra aver preso il giusto posto nel disordine del suo cuore, quel padre ormai dimenticato si ripresenterà , facendogli ricordare quello che aveva tentato di nascondere per anni. L’amore di Mariasole sarà in grado di cancellare un passato sempre pronto a ripresentare il conto? “Senti i miei battiti, sono come i tuoi, suonano insieme”. Della stessa Autrice: _ Vorrei saperti dire ti amo. _ Vorrei saperti dimenticare._ Non ci sono.

Giudizio:

“Non si può nascondere la testa sotto la sabbia, bisogna guardare in faccia il mare in burrasca quando senti che le onde fanno un gran rumore, altrimenti rischi di affogare”. Queste parole mi sono rimaste impresse e credo riassumano perfettamente il percorso di maturazione, non facile, che compie Damian, il protagonista di questa dolcissima storia, nata dalla penna di Violet Z, Le ho però scelte anche per un altro motivo, in quanto pronunciate, come saggio insegnamento, da un personaggio che, in questa storia, a mio avviso, ha un ruolo fondamentale :Alex Davis, padre adottivo di Damian. Si tratta di un uomo che dimostra di essere maturato anche grazie agli errori commessi in passato e che ora, avendone fatto tesoro, cerca di insegnarli a quel ragazzo “disorientato” entrato nella sua vita, forse proprio per dimostrare a se stesso di essere diventato un uomo migliore. Alex Davis diventa per Damian un importante punto di riferimento, diventa quella figura genitoriale pronta ad ascoltare, sostenere, punire e esigere rispetto, insomma un padre a tutti gli effetti! L’unico padre che Damian, nonostante gli scontri tipici della adolescenza, riconosce e ama come tale! Ma chi è Damian, o più semplicemente Dami? È un adolescente che ha avuto un’ infanzia turbolenta e triste: un padre violento e una madre musicista di strada. La rabbia e la musica sono le uniche eredità lasciategli dai suoi genitori naturali: la prima difficile da controllare e gestire; la seconda la sua ancora di salvezza e il suo amore più grande. Suonare e cantare sono per Dami la sua valvola di sfogo, l’unico modo che conosce per canalizzare la sua rabbia e tentare di placarla. Quando suona Dami, si lascia trasportare dalle emozioni, quelle custodite gelosamente nel suo cuore, e le trasforma in parole e melodie meravigliose. La musica sarà dunque per quel ragazzo fragile e tormentato il suo salvagente che gli consentirà di non affogare nelle sue paure, ma di uscirne fuori vittorioso. Nel suo difficile percorso di risalita, fondamentali , oltre alla sua nuova famiglia allargata, sono i ragazzi della band e soprattutto l’incontro con Mariasole, sorella di Maxi il suo miglior amico. Violet Z. descrive le paure, i desideri, i dubbi, le gelosie e gli errori di un gruppo di adolescenti i quali, nonostante le difficoltà e grazie alla musica, crescono e maturano insieme. Vivremo assieme a Dami e Mariasole tutte le fasi del primo grande amore: la dolcezza, la scoperta dell’amore, la passione, la gelosia e la maturazione. Quella narrata in queste pagine dalla scrittrice è una storia dolce, dove un ragazzo arrabbiato con il mondo intero riesce, grazie alla musica, ad un uomo “speciale” e all’amore, a fare pace con i suoi demoni interiori, a diventare grande e a creare una melodia perfetta, quella dettata dal cuore. Una lettura piacevole e scorrevole dove si parla di amore, di amicizia, di musica e di famiglia. E si scopre come la parola “famiglia” racchiude tanti significati: a volte non è il luogo sicuro dove rifugiarsi o a volte può apparire una soffocante prigione o altre volte , pur non essendo il luogo dove si è nati, è l’unico posto però ci si sente davvero a casa! Questo ho imparato in questo romanzo e questo ho imparato soprattutto da quel personaggio che, pur non essendo il vero protagonista, mi è entrato nel cuore: Alex! Una melodia tra di noi è dunque una lettura dove vengono descritti tutti i volti variegati e complicati del mondo dei sentimenti.

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️