IT ENDS WHIT US DI COLLEEN HOOVER

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: It Ends Whit Us.
Autrice: Colleen Hoover.
Genere:Romance Contemporary.
Pagine: 336.
Editore: Sperling & Kupfer, 1 marzo 2022.
Formati disponibili:Kindle 9,99€/ Cartaceo 15,10€.
Trama:

https://www.amazon.it/Ends-Us-versione-italiana-Siamo-ebook/dp/B09RQMRFJ7/ref=mp_s_a_1_5?crid=3LVHG5MPXS9JV&keywords=collen+hoover+libri&qid=1657309738&sprefix=collen%2Caps%2C87&sr=8-5

UN CASO EDITORIALE INTERNAZIONALE NATO DA PASSAPAROLA. UNA STORIA UNICA E COMMOVENTE, IMPOSSIBILE DA DIMENTICARE.
Amare significa perdonare ad ogni costo? È una sera come tante nella città di Boston e su un tetto, dodici piani sopra la strada, Lily Bloom sta fissando il cielo limpido e sconfinato. Per lei quella non è una sera come tante. Poche ore prima, ha partecipato al funerale del padre, un uomo che non ha mai rispettato, che le ha strappato l’infanzia e Atlas, il suo primo amore. Mentre cerca di dimenticare quella giornata tremenda, viene distratta dall’arrivo di Ryle Kincaid, un affascinante neurochirurgo totalmente concentrato sulla carriera e sull’evitare qualsiasi relazione. Eppure, nei mesi successivi, Ryle sembra non riuscire a stare lontano da Lily e alla fine cede ai sentimenti e all’attrazione che prova per lei. Dopo una vita non sempre facile, la ragazza ha tutto quello che desidera: il negozio di fiori che ha sempre sognato di aprire e un fidanzato che la ama. Tuttavia, quando qualcosa non torna: Ryle a volte è scostante e inizia a mostrare un lato pericoloso, in particolare quando incontra per caso Atlas . Pur non sentendosi al sicuro con Ryle, Lily si rende conto in fretta che lasciare chi ci fa del male non è mai semplice. Troverà il coraggio di dire basta? Dopo essere divenuto un caso editoriale mondiale grazie al passaparola su Tik Tok, è finalmente disponibile in Italia It Ends Whit Us – Siamo noi a dire basta. Grandissimo successo in libreria, questa storia toccante e commovente diventerà presto anche un film.

Giudizio:

A poche ore di distanza dal funerale del padre, Lily Bloom ha sentito la necessità di allontanarsi da Plethora, il luogo in cui è cresciuta,di prendere il primo volo per fare rientro a Boston e di impossessarsi del primo tetto a disposizione: ha bisogno di aria fresca , di silenzio e di dimenticare. Lily vuole cancellare i ricordi di quella giornata in cui agli occhi di tutti si è detto addio allo straordinario Andrew Bloom, adorato sindaco della città e proprietario di una delle agenzie immobiliari più famose della sua città, ma per lei, sua figlia, si è trattato di liberarsi finalmente dell’aguzzino di sua madre e del mostro che le ha portato via il suo primo amore: il senzatetto Atlas. Lily non riesce a perdonarsi per il suo silenzio e per il suo mancato intervento, così da sentirsi sua complice: colpevole quanto lui e debole quanto sua madre. Mentre Lily è persa nei suoi pensieri, il suo tranquillo momento di introspezione viene interrotto bruscamente dalla presenza di uno sconosciuto che, forse, come lei, pare avere avuto una giornata da dimenticare. È Ryle Kincaid, il nome di quell’uomo che, incrociando i suoi occhi nei suoi, pare guardarla davvero e scrutarla con una intensità tale da avere l’impressione di poter leggere tutti i segreti custoditi nella sua anima. Lily e Ryle , due perfetti sconosciuti, due anime tormentate, che si ritrovano su un tetto, per una pura casualità del destino, e che si scoprono a denudare le loro anime da ciò che li tormenta. “Verità nuda e cruda” . È con questo semplice gioco che se Lily apre il suo cuore a quell’uomo, bellissimo e affascinante, che scopre essere un neurochirurgo, lui invece la mette al corrente di ciò che desidera dalla vita: “L’unica cosa che desidero dalla vita è il successo. Tanto successo “. Nella scala di priorità di Ryle vi è al primo posto la carriera, non aspira a costruire una famiglia e ad avere dei figli, ma si accontenta di avventure di una notte, mentre Lily è alla ricerca di quello che pare il Sacro Graal, ovvero l’amore con l’A maiuscola, quello che pensava di aver trovato con Atlas, ma che si è infranto a causa di suo padre. Hanno in quel momento due obiettivi diversi ed inconciliabili! Eppure il destino decide subdolamente di fare incrociare ancora una volta le loro strade , quasi a voler mettere entrambi alla prova sulla possibilità di poter rivedere le loro prospettive per il futuro e dimostrare come non siano assolutamente distanti. Lily si ritrova quindi a fare i conti tra questo nuovo amore, piombato nella sua vita come un’onda inaspettata, e i ricordi che la tengono legata ad Atlas, il ragazzo con il quale da ragazza ha stabilito un legame speciale, una sintonia tra due anime similmente rotte e desiderose di essere solo amate. Atlas , per lei, rappresenta ancora una sorta di onda gigantesca , che ha lasciato nella sua vita tante impronte e a cui sarà legata per sempre; ma ora è arrivato il momento, forse, per provare a cavalcare una nuova onda e provare a costruire il suo futuro con Ryle.

Quando Lily pensa di aver raggiunto la sua serenità: ha aperto il suo negozio di fiori, ha una amica meravigliosa come Alyssa e persino un premuroso fidanzato, quando pensa di poter tagliare il cordone ombelicale col passato, ecco che rivedere Atlas , pare mettere a repentaglio un equilibrio che era solo apparente, ma che invece pare essere la miccia per fare scattare una serie di campanelli d’allarme sulla personalità di Ryle. Per la nostra protagonista è come ricadere nel suo peggiore incubo, solo che stavolta Lily non è una spettatrice silenziosa, ma si trova a vivere sulla sua pelle quella tempesta di sentimenti contrastanti che ogni donna che vive tale situazione, sicuramente prova: rabbia, dolore, paura, disprezzo e, purtroppo, ancora amore. Sono stati sufficienti solo 15 minuti di pura follia per mettere a soqquadro la sua vita! È bastato poco per ritrovarsi dall’altra parte della barricata e iniziare a capire come è stato facile per lei, in passato, giudicare sua madre , quando subiva in silenzio e perdonava , nonostante tutto; ma tutto è cambiato da quando, ora, è lei a trovarsi a decidere se perdonare o dire basta! Quello di Lily sarà un percorso doloroso e non facile,ma “audace e coraggioso” , proprio come lei e come la Hoover! “Zitta e nuota” . Questo il mantra che si ripetevano due ragazzini , messi a dura prova dalla vita, sarà giunto il momento di smettere di nuotare e di godersi l’approdo a riva? Una storia forte , dolorosa e commovente, che mi ha stritolato il cuore in alcuni momenti e che mi ha fatto riflettere su come , infatti, non ci si può mai ergersi a giudici , quando si osserva una situazione dall’esterno, ma bisogna comprendere quanto sia difficile o impossibile smettere improvvisamente di amare qualcuno, nonostante tutto. Non esistono persone buone o cattive ma : “Siamo semplicemente persone che a volte fanno cose cattive”.

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

ANIME QUALUNQUE DI CHIARA FERRARIS

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Anime qualunque.
Autrice: Chiara Ferraris.
Genere:Romance.
Pagine: 328.
Editore: Sperling & Kupfer, 12 aprile 2022.
Formati disponibili: Kindle 9,99€/ Cartaceo copertina rigida 17,00€.
Trama:

https://www.amazon.it/gp/aw/d/B09WCR9ND3/ref=tmm_kin_swatch_0?ie=UTF8&qid=1652816122&sr=8-1

Esistono anime eterne destinate ad amarsi e rinnegarsi? Una proposta indecente da parte di uno sconosciuto in una libreria: Serena, un libro tra le mani e un passato doloroso che la annega, si trova a chiedersi cosa succederebbe alla sua fragile esistenza se lasciasse aperto uno spiraglio di possibilità a una storia clandestina, dopo quell’incontro casuale, che le fa riassaporare il senso di un cuore che batte. Lo stesso destino sembra incrociare anche la vita di Lady Catherine, una giovane inglese dell’Ottocento in viaggio per il suo Grand Tour, e di Giovanni, un uomo presuntuoso quanto misterioso, che la affascina come quella Genova risorgimentale e rivoluzionaria che si troverà a vivere. Le due donne, una nel presente, l’altra nel passato, si confrontano con verità che si celano sotto la realtà, perché la vita non è mai a senso unico e quelle strade, apparentemente tracciate in modo inequivocabile, possono invece legarsi in trame talmente fitte da diventare indistinguibili. Serena e Catherine sembrano ripercorrere gli stessi passi , legate da un libro che racconta di un amore potente e superiore alle leggi del tempo, quello tra “anime eterne” , che condurrà a un destino oscuro e dannato e che porterà entrambe a prendere una decisione che cambierà per sempre le loro vite. Dopo L’impromissa , Chiara Ferraris torna con un nuovo romanzo tra passato e presente che ci conduce alle radici di un amore travolgente e sentimenti vividi , con uno stile poetico ed evocativo che rende la narrazione intensa e coinvolgente.

Giudizio:

Dopo L’impromissa , il suo romanzo di esordio, che mi aveva letteralmente sorpreso e conquistato, avevo grandi aspettative in merito ad una nuova pubblicazione di Chiara Ferraris. Il rischio di essere delusa o di trovarmi dinanzi ad una nuova storia, non all’altezza della precedente, era alto, ma Chiara Ferraris ha mandato all’aria ogni mia iniziale supposizione, non solo confermando la sua bravura espressiva , ma addirittura alzando ancora di più l’asticella in merito alle emozioni trasmesse. Ha infatti dato vite a due storie, una nel presente e l’altra nel passato, che sono l’uno lo specchio dell’altra, separate solo da due secoli di tempo. Genova fa da sfondo ad entrambe le vicissitudini che vedono coinvolte le due protagoniste : la Genova del presente, nonostante il nuovo volto assunto, conserva ancora tracce della Genova del passato nei monumenti storici presenti o nella bellezza dei suoi paesaggi. Basti pensare al “Passo della Bocchetta” che sarà il luogo della “metamorfosi interiore” della protagonista del passato di questo romanzo! Un libro sarà galeotto di un incontro casuale e dello sbocciare di un sentimento forte , inaspettato e irrinunciabile, come un romanzo farà da filo conduttore così da intrecciare la storia del presente con quella narrata nel passato. Serena e Lady Catherine sono le due figure femminili che mi hanno tenuta imprigionata alle loro emozioni, ai loro dubbi e anche alle loro dolorose scelte. “Si dice che i cambiamenti richiedano tempo. Anni…Per me è stato diverso. Per me tutto è cambiato nel giro di un secondo, ed è stato quello: seduta su un divano rosso. In libreria”. È stato sufficiente un inusuale incontro in libreria con un perfetto sconosciuto e una proposta indecente sussurrata nell’ orecchio per mettere a soqquadro l’intera esistenza di Serena e le poche certezze a cui da tempo si sta aggrappando, da quando il dolore per una perdita subita continua a pesarle, come un macigno, sul cuore. Serena si sente spenta, “un rottame abbandonato”, una sorta di automa che tenta di andare avanti, tenendosi faticosamente in equilibrio su quel fragile filo che la tiene sospesa , ma sempre in procinto di cadere. L’incontro con Davide, l’uomo della libreria, l’uomo dai mille segreti e tormenti, l’uomo a cui consente però di entrare nel suo “varco” e condividere nei loro incontri clandestini non solo attimi di pura passione, ma anche lacrime, silenzi e paure, sarà il fautore della sua “creazione cosmica” , ovvero del suo cambiamento.

Serena, da donna sempre oscillante tra la sua attitudine a interessarsi dei problemi degli altri e la costante sensazione di essere inadeguata o invadente la vedremo trasformarsi in una pronta a recidere i rami secchi che la tenevano ancorata ad una esistenza grigia e priva di emozione e anche a riprendere il controllo su di essa, imprimendola una nuova direzione. Tutto grazie a quello sconosciuto a cui ha permesso di rompere tutti i suoi schemi! Un analogo percorso vedremo affrontare anche dalla protagonista del passato, ovvero Lady Catherine, una fanciulla sofisticata e soprattutto annoiata dalla vita di Londra, coi suoi numerosi eventi mondani, ma desiderosa invece di trovare qualcosa “che attizzasse la sua vivacità intellettuale”. Per questo ha deciso di intraprendere un Grand Tour per l’Europa, alla volta dell’Italia, pregustando durante il viaggio le bellezze di quel paese, tanto decantate. Per Catherine quel viaggio rappresenta un punto di svolta e anche un modo per allontanarsi da quel mondo in cui non trova più stimoli e dove non riesce a rispecchiarsi nel destino delle sue coetanee, desiderose solo di presenziare ai balli della Stagione o per accaparrarsi un buon partito oppure per esibirsi accanto a un marito borioso e pieno di sé. Non è questo ciò che desidera per lei e per il suo futuro! Mai avrebbe però immaginato quanto quel viaggio, pieno di contrattempi, e l’incontro con un villano e screanzato sconosciuto l’avrebbe totalmente cambiata! Giovanni è il nome di colui che, nei panni di suo servitore, farà irruzione nella sua vita, facendole provare emozioni forti, anche se non consone al suo rango, ma soprattutto le mostrerà un altro modo di vedere la realtà che la circonda. Catherine vedrà attraverso gli occhi di Giovanni una Genova, dalle mille contraddizioni e sfaccettature! Serena e Davide, Catherine e Giovanni sono anime eterne, sono “anime qualunque, insieme per errore”, legate da un “amore dannato, inquinato e tormentato” il quale ad un certo punto richiederà alle nostre protagoniste di compiere una scelta: seguirlo o rinnegarlo per sempre? Questo romanzo è uno scrigno di emozioni intense, di scelte difficili ma necessarie e di un cambiamento inevitabile!! Impeccabile la penna di questa autrice, capace ancora una volta di mettere a k.o. il mio cuore

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

L’EQUAZIONE DEL DESTINO DI JENNIE FIELDS

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: L’equazione del destino.
Autrice: Jennie Fields.
Genere:Romance Suspense.
Pagine: 360.
Editore: Sperling & Kupfer, 8 marzo 2022.
Formati disponibili:Kindle 9,99€/ Cartaceo 17,95€.
Trama:

https://www.amazon.it/gp/aw/d/B09TL7QZFL/ref=tmm_kin_swatch_0?ie=UTF8&qid=1647947707&sr=8-1

Una donna che ha consacrato la propria vita alla fisica, ed è stata tradita sia da essa che dall’uomo che amava. Una possibilità di riscatto e forse anche di rinascita. Chicago, 1950. Rosalind Porter ha sempre sfidato le aspettative comuni, lavorando come fisica al Progetto Manhattan e iniziando una relazione con il suo collega Thomas Weaver. Cinque anni dopo la fine di entrambe le esperienze, il suo senso di colpa per la bomba atomica e il dolore per il tradimento di Weaver si intrecciano. Le manca disperatamente il lavoro in laboratorio, eppure si è quasi rassegnata ad una vita più convenzionale. Finché Weaver si rimette in contatto con lei, e anche l’FBI . L’agente speciale Charlie Szydlo le chiede di spiare Weaver, sospettato dal governo americano di aver passato segreti nucleari all’ Unione Sovietica. Rosalind ha contribuito a sviluppare quei segreti e conosce meglio di chiunque altro il potere devastante di tale conoscenza. Anche se con molte remore, la donna accetta di collaborare. Man mano che i sentimenti di Rosalind si fanno più profondi sia per Weaver sia per Charlie, aumenta anche il rischio che affronta. Chi sceglierà: l’uomo che le ha insegnato ad amare o l’uomo che il suo amore potrebbe salvare? Stavolta, nessuna legge della fisica potrà aiutarla a trovare la soluzione. Mescolando la storia con la finzione narrativa, Jennie Fields ci regala un romanzo che racconta la difficoltà e dell’emancipazione femminile negli anni Cinquanta e le ardue scelte che occorre compiere quando il cuore ti tradisce ed è in gioco il destino di una nazione.

Giudizio:

Quella raccontata nelle pagine di questo romanzo è la storia di Rosalind Porter, una scienziata nucleare, che vuole diventare finalmente “la donna più coraggiosa al mondo”. Rosalind ha fin da bambina amato la scienza, in quanto la considera “affidabile” , a differenza dell’essere umano pronto a tradire o a ferire l’altro. Ha ciecamente creduto che la scienza, basata su leggi ed equazioni matematiche, potesse fornirle sicurezza e trovare in essa la soluzione a qualsiasi problema, anche a quello in apparenza più difficile. Grazie alla sua indiscutibile intelligenza, Enrico Fermi, il suo mentore, l’uomo che ha sempre creduto nelle sue potenzialità, ha deciso di farla entrare nel Progetto Manhattan, un progetto segreto volto alla realizzazione di una potente arma di distruzione: la bomba atomica. Rosalind ha dovuto per anni faticare per far valere le sue capacità, a dispetto del suo essere “donna”, ancora visto come un limite in un ambiente fortemente maschilista. L’unico uomo che, oltre a Fermi, ha sempre riconosciuto la sua indiscussa intelligenza è stato Thomas Weaver, un suo collega affascinante e sicuro di sé, che pian piano si conquista non solo la sua stima, ma anche il suo cuore. Per un po’ di tempo, Rosalind ha potuto “nuotare nelle acque tiepide della scoperta degli elementi”, guadagnando più di quanto potesse sognare la maggior parte delle donne, costrette in quegli anni, immediatamente successivi alla Grande Guerra, a dover spesso rinunciare ai propri sogni o alla carriera in nome della famiglia. Ma poi , all’improvviso, tutte le sue certezze sono immediatamente crollate quando si è resa conto di aver contribuito alla creazione di un “qualcosa” che non sarebbe mai stato utilizzato per fini costruttivi,bensì come arma di morte e distruzione. Quella scienza in cui lei aveva riposto la sua fiducia, l’ha tradita , facendola sprofondare in un mare di sensi di colpa e di frustrazione! Ma il colpo più crudele lo riceve da colui che credeva l’amasse, è infatti il tradimento e l’abbandono di Weaver a darle il colpo di grazia! Dopo quattro anni, Rosalind si ritrova a trent’anni, ad essere una donna nubile e piacente,che ha dovuto, dopo il suo licenziamento dal laboratorio, reinventarsi una nuova vita e un nuovo lavoro, pur di tentare di andare avanti e continuare a permettersi l’affitto di quell’appartamento, custode di ricordi felici e di sogni infranti. Per fortuna può contare sulla presenza di sua sorella Louisa, del marito Henry e della piccola Ava : la sua famiglia, la sua bussola! Dopo quattro anni di silenzio e dopo averle rubato la carriera, ecco che bussa nuovamente alla sua porta l’uomo che le ha spezzato il cuore, quello che lei ha cercato invano di dimenticare. Cosa vuole da lei Weaver? Perché pare avere urgenza di parlarle e di ottenere il suo perdono? Rosalind non può permettersi di farlo rientrare nella sua vita, dopo il male che le ha inferto in modo subdolo e gratuito. “Ma quel che dovrebbe fare e quel che riesce a fare sono spesso i due termini di un’equazione irrisolvibile”. Mentre la nostra protagonista combatte coi suoi sentimenti contrastanti, ecco comparire sulla scena un altro uomo che da qualche tempo pare essere diventato la sua ombra: un uomo che non passa inosservato per la sua notevole altezza e che l’ha alquanto destabilizzata per via dei suoi glaciali occhi azzurri. Si tratta di Charlie Szydlo, un agente speciale dell’ FBI , che la osserva da settimane, tanto da essere in grado di saperla ritrarre persino ad occhi chiusi. Miss Porter è diventata pian piano una piacevole ossessione, ma per lui è e deve restare solo la persona che può avvicinare Weaver, il principale bersaglio della sua indagine, l’uomo che pare aver venduto ai russi informazioni segrete: una pericolosa spia che ha tradito il proprio paese e che ha messo in pericolo l’intero mondo con la sua scelta. Rosalind è il solo mezzo per arrivare a lui e per carpirgli le informazioni necessarie per incastrarlo! Dopo gli anni di prigionia e la delusione amorosa, Charlie è entrato nell’FBI, un universo maschile, proprio per tenersi alla larga dalle donne. E Miss Porter non fa differenza! Rosalind viene messa davanti a una scelta: ridare fiducia a Weaver, il suo primo amore, oppure decidere di collaborare con l’FBI per il bene del suo paese? E poi come ignorare quella strana alchimia con quell’agente che , nonostante le cicatrici che si porta sul corpo e sul cuore, pare infonderle sicurezza e amore? La vita della nostra protagonista viene all’improvviso risucchiata in un vortice di colpi di scena e di mortali insidie che tiene il lettore col fiato sospeso fino alla fine! Amore , suspense, storia e riscatto sono questi gli ingredienti di questo romanzo che vede una donna cercare , tra mille difficoltà, di riappropriarsi dei suoi sogni e di conquistare un amore , simile alla definizione greca dell’atomo : indivisibile!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

THE RIVALS DI VI KEELAND

Eccoci con una nuova recensione.

Titolo: The Rivals

Autrice: Vi Keeland

Edito: Sperling & Kupfer

Pagine : 315

Data d’uscita: 19 ottobre 2021

Prezzo kindle: 7,99 €

Prezzo carta: 12,25 €

Trama:

https://www.amazon.it/Rivals-Versione-Italiana-KeelandMania-Vol-ebook/dp/B09JGJ5BGJ/ref=mp_s_a_1_1?crid=SNNIIWEFVNK1&keywords=the+rivals&qid=1638362480&sprefix=the+rivals%2Caps%2C103&sr=8-1

I RAMPOLLI DI DUE FAMIGLIE RIVALI.
UN HOTEL DI LUSSO DA CONQUISTARE A OGNI COSTO. UNA SFIDA PICCANTE E PIENA DI PASSIONE, IN CUI A VINCERE È SOLO IL CUORE…

Discendenti di due famiglie rivali da generazioni, Sophia Sterling e Weston Lockwood hanno imparato a detestarsi sin dall’infanzia. Tutto l’odio nasce da Grace, la donna contesa tra i loro nonni. Quando lei muore, l’hotel di lusso di sua proprietà viene dato in gestione a Sophia e Weston, che si sfidano nella speranza di poterselo aggiudicare. La tensione è alle stelle, in gioco c’è molto di più di un albergo, ci sono l’onore e la credibilità stessa delle rispettive dinastie.
Eppure, tra un litigio e una dimostrazione di forza, Sophia e Weston cominciano una relazione infuocata, che presto diventa amore. Al momento della resa dei conti, riusciranno a mettere da parte la loro rivalità e a fidarsi finalmente dei sentimenti che provano l’uno per l’altra?

Parliamo del libro…

Sophia e Weston vengono inviati dalle rispettive famiglie per accaparrarsi la loro metà dell’albergo lasciato in eredità da un vecchio amore dei nonni dei due ragazzi.

Le loro famiglie sono in lotta da quando loro non erano ancora nati, proprio per questo amore che li ha distrutti, e loro sono cresciuti con questo odio, tanto da non potersi sopportare fin da quando erano ragazzi.

Sfidandosi e litigando Sophia e Weston scoprono che è proprio quello che attizza il fuoco che gli scorre nelle vene, ed è proprio tra una litigata e un’altra che si lasciano andare, ma pur sempre con occhi attenti, stiamo parlando pur sempre di nemici.

Potranno mai fidarsi l’uno dell’altro quando sono cresciuti con l’idea che sono entrambi nemici, oppure saranno proprio loro a mettere fine a questa guerra tra le loro famiglie?

Cosa ne penso?

Un libro che mi ha catturato dalla prima riga fino all’ultima, con i loro litigi che ti lasciavano sulle spine, ma nel frattempo ti facevano anche sorridere, inoltre vedere la sofferenza di questi due ragazzi all’apparenza viziati mi ha fatto dispiacere per entrambi.

Ma vedere che due opposti così si attraggono, vedere la normalità di una coppia di tutti noi comuni normali, quindi i litigi anche per le piccole cose, me li ha fatti amare ancora di più.

La scrittura della Keeland ti prende davvero tanto da non farti rendere conto del tempo che passi a leggere e di tutto quello che ti accade accanto. Inoltre ti fa innamorare perdutamente dei personaggi e della storia tanto da sperare che non finisca mai.

Keeland come sempre non delude mai!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

TUTTE LE PAROLE DEL MONDO DI EMILY PIGOZZI

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Tutte le parole del mondo ( Collana All about Love).
Autrice: Emily Pigozzi.
Genere: Romance Contemporary.
Editore: Sperling & Kupfer , 20 luglio 2021.
Formato disponibile: Kindle 4,99€.
Trama:

https://www.amazon.it/Tutte-parole-mondo-about-love-ebook/dp/B0998BKXZB/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=emily+pigozzi&qid=1627933275&sprefix=emily+pi&sr=8-1

Ivan è taciturno, scorbutico, un vero orso. Per lei la vita si è fermata in un terribile pomeriggio di tre anni prima. Ma Celeste sta per sconvolgere la sua esistenza, portando in dono tutti i suoi incubi. E tutti i suoi sogni. “Le parole sono tutto, persino quelle che non si dicono. Possono incidere un solco nel cuore. Per non farsi dimenticare mai più”. Può un vecchio libro trovato per caso cambiarti la vita? Celeste è a un impasse: il suo contratto di lavoro come ostetrica non è stato rinnovato, la sua storia con Nicolò è finita da un po’ e la voglia di scappare è tanta. Saranno le parole di uno sconosciuto, lette per caso su un vecchio volume di poesia, nella libreria antiquaria di fiducia sui Navigli, a trascinarla in una incredibile avventura. Le splendide frasi del misterioso Dario sono un filo invisibile che la conduce a Berlino , una città unica, moderna e visionaria, alla scoperta delle sue emozioni e delle parole che ha dentro. È qui che incontra Ivan, alto, massiccio e biondo, più che un italiano immigrato in Germania, sembra un vichingo. Taciturno e scorbutico, nasconde un passato doloroso che lo tormenta e per colpa del quale crede di non meritare né l’amore né la felicità. Celeste, con le sue domande e con il suo ottimismo, stravolgerà le sue giornate e lei, che ha sempre trovato parole per tutto, imparerà che a volte non servono. A volte non dire niente è la cosa più potente del mondo.

Giudizio:

“Le abbiamo dentro di noi. Le parole. Nasciamo con un mare di parole dentro. Le abbiamo attorno, come se ci piovessero addosso. Possono ferirti o portarti in paradiso. Hanno un potere immenso. Eppure a volte non è facile decidere come usarle”. In questa frase estrapolata dal romanzo è racchiuso il senso di questa bellissima storia, dove le parole e il loro potere sono le assolute protagoniste. Sono veicolo di emozioni, di paure, di dolore e di speranza. La ventitreenne Celeste adora la sua chiassosa famiglia caratterizzata dalla presenza di una serie di parenti assortiti che le ricordano la famiglia Cupiello di Edoardo de Filippo. La sua casa non è certo un luogo dove regna la pace e, spesso, per questo, sogna di vivere in un monolocale, seppur fatiscente, ma tutto suo. Eppure per lei è difficile immaginare la sua vita in una casa vuota, senza le persone che fanno parte del suo mondo. Apprezza la sua quotidianità fatta di libri, quelli che è solita acquistare nella libreria sui Navigli del signor Piero, di musica rock il cui amore le è stato tramandato da suo padre e infine del suo lavoro come ostetrica che le consenta di essere testimone di un passaggio, di un qualcosa che non si dimentica: l’inizio di una nuova vita! Non ha bisogno di storie d’amore , visto il fallimento dell’ultima che le ha lasciato l’amaro in bocca. Questa è Celeste, una ragazza fatta di ombre e di parole, così tante da sentirsi “come un vaso sul punto di traboccare”. Il non rinnovo del contratto di lavoro in clinica e il casuale ritrovamento tra i polverosi libri del signor Piero di una vecchia raccolta di poesie dello scrittore turco Nazim Hikmet sono i due eventi che segneranno il nuovo corso della sua vita. Se la delusione lavorativa la lascia amareggiata e confusa, invece, la scoperta in quel libro di tanti scritti a mano, una sorta di diario a cui affidare i propri pensieri intimi e laceranti, diventa per Celeste la panacea per il suo animo ferito, ma anche un’ossessione sulla necessità di ritrovare l’autore di quelle parole che paiono essere indirizzate a lei e che diventa l’appiglio a cui si aggrappa per evitare di scivolare nell’autocommiserazione e nelle sue ombre. Il desiderio di ritrovare Dario, l’autore di quella parole avvolgenti e allo stesso tempo ipnotiche, la spinge a compiere la sua prima follia, ovvero volare verso la cosmopolita Berlino: una città che pare racchiudere due cuori, il progresso e la chiusura, il futuro e il passato. Ed è così che per cercare un poeta sconosciuto, Celeste finisce per conoscere Fabio, il proprietario della pizzeria Il Malandrino, che si calerà nei panni del suo Cupido, ma soprattutto incrocerà gli occhi chiari, duri e taglienti, come una freccia avvelenata, del burbero gigante di nome Ivan. Ma quale il loro legame con il fantomatico Dario? E quali conseguenze determinerà la comparsa di Celeste nella vita, messa da tre anni in standby, di Ivan Mancini? Per Celeste il viaggio le consentirà non solo di conoscere la storia dolorosa di Dario, un ragazzo sensibile e fragile, che non è riuscito a sconfiggere i suoi demoni, ma anche di rimettere ordine nella sua vita, di ritrovare se stessa e le parole che pareva aver perso e persino di risentire il suo cuore battere all’impazzata. Per Ivan, invece, quella ragazza piovuta nella sua vita, come da un altro pianeta, riapre una ferita mai rimarginata.

Irritazione, curiosità e attrazione. Questi gli step emotivi che vedremo affrontare dallo scorbutico Ivan, il quale vede in quei occhi color nocciola un lampo di luce e di vita che sembra volerlo portare in un posto, dove lui non ha intenzione di andare. Ivan non ha intenzione di consentire a Celeste di insinuarsi nelle crepe del suo cuore, non vuole contaminarla col suo buio, non vuole permetterle di provare a lenire il suo dolore. Lui ha trovato la sua dimensione di pace nella musica e nella boxe. Non permetterà a Celeste di mettere a soqquadro un equilibrio faticosamente conquistato! Riuscirà Ivan a tenere a bada la tempesta di emozioni e di parole che lottano invece per uscire fuori? Celeste ed Ivan seguiranno magari l’esempio di Berlino, una città spezzata, ma che è stata capace di rialzarsi e rimettere in ordine i suoi pezzi? Ci saranno momenti in cui le parole non serviranno, ma a parlare saranno la brama dei loro baci, la complicità dei loro sguardi e la musica dei battiti dei loro cuori. E ci sarà il momento in cui, invece, sarà necessario, quasi catartico, farle uscire fuori quel mare di pare, senza paura! Lo zio di Celeste le aveva insegnato da bambina un gioco, trovare ogni giorno una parola per definire il suo stato d’animo. Ora ci provo io! Musica, poesia e miele sono le parole chiave della storia tra Ivan e Celeste! Emozione assoluta, quella per definire il mio stato d’animo a fine lettura!!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

IL LIBRO DEI NOMI PERDUTI DI KRISTIN HARMEL

Ed eccoci con una nuova recensione di Anna Maria.

Titolo: Il libro dei nomi perduti.

Autrice: Kristin Harmel.

Genere: Romance.

Pagine: 373.

Editore: Sperling & Kupfer, 19 gennaio 2021. Formati disponibili: Kindle 9,99€

cartaceo 18,90€.

Trama:

https://www.amazon.it/libro-dei-nomi-perduti-ebook/dp/B08R426C3H/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=il+libro+dei+nomi+perduti&qid=1611776915&sprefix=il+libro+dei+no&sr=8-1

” Sono passati più di sessant’anni da quando vidi quel volume per l’ultima volta, da quando vidi lui per l’ultima volta, ma il passato sembra essere di nuovo qui, in questa stanza con me, e mi sento soffocare”. Florida, 2005. Eva Traube Abrams , bibliotecaria quasi in pensione, leggendo il giornale una mattina si imbatte nella fotografia di un libro per lei molto speciale. Il volume, risalente al Diciottesimo secolo, fa parte dei numerosi testi saccheggiati dai nazisti durante la Seconda Guerra mondiale; recentemente ritrovato in Germania, sembra contenere un codice che i ricercatori non sanno decifrare. Parigi, 1942. Eva è costretta ad abbandonare la città dopo l’arresto del padre, ebreo polacco. Rifugiatasi in una cittadina di confine, inizia a falsificare documenti per i bambini ebrei che fuggono nella Svizzera neutrale. Insieme al misterioso e affascinante Rémy , Eva decide di annotare in un libro in forma criptata i veri nomi dei ragazzini che, essendo troppo piccoli per ricordare, rischiano di dimenticare la propria identità. Così nasce Il Libro dei nomi perduti, che diventa una testimonianza ancora più preziosa quando la cellula di resistenza viene tradita e Rémy scompare. Alla fine del conflitto, Eva, sola e tormentata dai sensi di colpa, decide di ricostruirsi un’altra vita, lontano e diversa. Ha imparato a voltarsi indietro tante volte e ogni volta un pezzo di sé è andato smarrito. Ma ora che il passato bussa prepotentemente alla porta, avrà il coraggio di rivivere i vecchi ricordi? Ispirato ad una sorprendente storia vera, Il libro dei nomi perduti è molto più di una semplice vicenda di falsari. È un’indimenticabile romanzo sull’ identità e sul potere dei libri, una resilienza dello spirito umano e della forza dell’amore di fronte al male.

Giudizio:

Il libro dei nomi perduti di Kristin Harmel è ispirato ad una storia realmente accaduta in uno dei periodi più bui del nostro passato, un periodo in cui uomini senza scrupoli si sono macchiati delle peggiori atrocità in nome di assurdi ideali, quali la superiorità della razza ariana. Sto ovviamente parlando degli anni della Seconda Guerra mondiale e del genocidio degli ebrei. La storia in questo romanzo prende avvio dal ritrovamento in Germania di un antico testo religioso, risalente al Diciottesimo secolo, trafugato dai nazisti e contenente un misterioso codice. “Il mondo si fa improvvisamente muto, quando prendo il giornale allungando la mano, e noto che trema come l’ultima volta che ho toccato quel volume”. Queste le prime sensazioni provate da Eva Traube Abrams, bibliotecaria quasi in pensione, quando scorge sul giornale la notizia del ritrovamento da parte di Otto Kühn dell’ “Epîres et Evangiles”, ma per lei è solamente Il libro dei nomi perduti. Eva conosce bene quell’antico volume e il segreto in esso custodito perché lei fa parte di questa storia risalente a più di sessant’anni fa che la vede come protagonista: una giovane ebrea la quale tenta disperatamente di dare il suo contributo per la salvezza di vite umane avvalendosi del suo talento artistico. ” Un giorno apprezzerai i doni del Signore”. Questo le disse un giorno suo padre e quelle parole le tornarono in mente svelando il loro arcano significato, quando il destino la pone dinanzi ad una scelta: sfruttare il suo talento diventando un’abile falsaria di documenti per provare di dare una chance a tutti quei bambini ebrei privati dei loro affetti e della loro identità. Eva Traube si trasforma dunque da ingenua studentessa universitaria in una fidata collaboratrice di un’organizzazione segreta che combatte o tenta di fermare le atrocità naziste. “Ci stanno cancellando e noi li stiamo aiutando a farlo”. Assieme all’affascinante Rémy Eva si dedica ad un’altra missione, ovvero quella di trovare un modo per far ritrovare a quei bambini la loro vera identità, impedendo così ai tedeschi di portare a compimento il loro abbietto progetto. La storia corre su due livelli temporali, in un continuo alternarsi tra passato e presente, dove, assieme ai ricordi della protagonista, rivivremo la paura e il dolore da lei provato in prima persona; il coraggio di quei pochi che, a prescindere della loro nazionalità o fede religiosa, hanno provato a cambiare gli eventi e persino l’egoismo di chi, per la propria sopravvivenza, è pronto a tradire principi e affetti. Insomma vivremo assieme a lei anche i sensi di colpa e i mille interrogativi che la tormentavano un tempo e che continuano ad assillarla ancora. Eva ha cercato di andare avanti, ha relegato i suoi ricordi dolorosi in un angolino segreto del suo cuore, ha in qualche modo permesso al passato di cancellare la Eva di sessant’anni prima, ma, ora, questa sembra tornare bussare alla porta del cuore chiedendole di farla uscire e di rammentare senza paura. Quel volume desideroso di tornare nelle mani della sua proprietaria ha bisogno di svelare i suoi segreti e di raccontare la sua storia, in cui in mezzo a tanto odio e dolore hanno trovato spazio anche sentimenti come amore e speranza! Uno splendido romanzo con una carrellata di personaggi descritti in ogni loro sfaccettatura caratteriale. Una lettura che emoziona e fa commuovere, ma, dove è racchiuso anche un grande e veritiero messaggio: noi non siamo in fondo il nome che portiamo, la fede che pratichiamo o la bandiera che sventola sulla nostra testa, ma siamo solo le persone che scegliamo di essere su questa terra! Questo ci insegna la storia di Eva Traube e di chi, come lei, ha lottato per ideali giusti sacrificando anche la propria vita!

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

LA TRAMA DEI SOGNI DI EMILY PIGOZZI

Ed ecco Anna Maria con un’altra fantastica storia.

Titolo: La trama dei sogni.

Autrice: Emily Pigozzi.

Genere: Romance.

Pagine: 365.

Edito: Sperling & Kupfer, 7 luglio 2020.

Formati disponibili:Kindle 8,99€

Cartaceo copertina flessibile 16,06€.

Trama:

https://www.amazon.it/trama-dei-sogni-Emily-Pigozzi-ebook/dp/B08BRVY1JM/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=la+trama+dei+sogni&qid=1596739769&sprefix=la+trama+&sr=8-1

” Se questa fosse davvero una trama perfetta, io scoprirei che c’è una cura per la mia malattia. Saremmo una sola anima, ognuno con i suoi sogni. E nella nostra trama perfetta nessuna sedia a rotelle, nessuna paura potrebbe dividerci”. Milano,oggi. Rossana Fiorentino non crede nei sogni. Non dopo essere cresciuta in una famiglia difficile. Il suo unico desiderio è confondersi tra la gente e vivere serena, senza scosse. Per questo ha scelto la città per studiare e scappare dal piccolo paese dove è nata. Qui vive Sebastian Mahler , un affascinante, giovane concertista, tra i più apprezzati al mondo, che compone musiche meravigliose e struggenti, nelle quali infonde tutta la vita che sembra sfuggirgli di mano a causa della malattia degenerativa che lo ha costretto su una sedia a rotelle. Vienna, 1914. Il primo conflitto mondiale incombe sull’Europa quando due nobili italiane ormai decadute fanno il loro arrivo in città. Luisa e Rosa Marescotti sono sorelle , ma non potrebbero essere più diverse. La prima timida e spaventata, rimpiange le campagne del Parmense che le hanno viste crescere; la seconda è curiosa ed ansiosa di gettarsi nella nuova vita che le attende nella sfavillante capitale dell’impero asburgico. Sul loro cammino incontrano i giovani fratelli Von Mahler: Heinrich , vivace e mondano, e Franz , musicista e fervente patriota, enigmatico ed affascinante. Rossana e Sebastian, Rosa e i fratelli Von Mahler : un intero secolo a dividerli , lo stesso amore ad unirli. Il loro sarà un valzer in cui, a ogni giro di danza, il destino si intreccerà alla vita e alla morte. Perché tutti i sogni sono fatti della stessa trama.

Giudizio:

SUPERLATIVO! È il solo aggettivo che mi è venuto in mente per descrivere l’impeccabile capacità di Emily Pigozzi nel riuscire a trasportare il lettore all’interno delle sue storie e a toccare con mano le emozioni vissute dai suoi personaggi. Riesce con il suo stile delicato e accurato a creare una perfetta simbiosi tra chi narra e chi legge. Riesce con le sue parole a creare una perfetta melodia , la stessa di cui parla nel suo romanzo in cui la musica, oltre ai sogni, è la protagonista indiscussa, la forza motrice della storia, l’alleata più intima dei pensieri e dei sentimenti nascosti dei suoi protagonisti. Con il prequel “La perfetta melodia del cuore” avevo avuto la possibilità di conoscere coloro che sarebbero stati i protagonisti di questo romanzo: Rossana e Sebastian. Li avevo già amati! Due perfetti sconosciuti! Due vite agli antipodi! Lo stesso tormento interiore! Rossana Fiorentino è una giovane ragazza, fuggita dal suo paese di provincia e soprattutto dai problemi familiari e che ha trovato in Milano, la caotica capitale lombarda, il luogo ideale per nascondersi e passare inosservata. “Ma non c’è fuga da ciò che sei. Le tue radici ti trovano sempre, per quanta distanza provi a mettere tra te e loro. Tu sei questo, sembrano dirti. E per quanto ci provi, a cancellarle, non puoi”. Da queste parole si percepisce cosa rende la nostra Rossana così insicura, così desiderosa di confondersi tra la folla e soprattutto non propensa a credere nelle fiabe e nell’amore. Se la vita della nostra Rossana scorre ,come le lancette delle ore, lenta e apatica; di tutt’altro ritmo è la vita frenetica e senza sosta del Maestro Sebastian von Mahler: l’enfant prodige della musica! Una vita scandita da concerti, viaggi, interviste eventi mondani. Una vita, in apparenza perfetta e assolutamente invidiabile, se non fosse per quella sedia a rotelle che tiene imprigionato a sé lo spirito libero di Sebastian il quale, agli occhi del mondo intero, si sforza di apparire forte, autonomo e non bisognoso né dell’aiuto, né tantomeno della commiserazione degli altri. In realtà la sua è una maschera per celare il suo dolore, la sua frustrazione, la sua rabbia verso una malattia, la sua carceriera, che lo ha reso un handicappato. ”

La musica mi fa vivere. È la mia droga contro il dolore. Quando suono non sono Sebastian l’handicappato. Sono solo Sebastian. Sono la musica”. La musica è per Sebastian la sua ancora di salvezza, la sua valvola di sfogo, la sua più intima compagna. Sono questi i due personaggi , dalle vite così diverse, che il destino decide di fare incontrare, forse, perché, nella trama dei loro sogni più inconsci, essi , senza saperlo, si stavano già cercando. Diventare l’assistente personale del Maestro è per Rossana un’occasione da non perdere, le dà la possibilità di cambiare il ritmo alla sua vita e di allontanarsi anche dai suoi pesanti fardelli. Viene catapultata in un mondo “dorato” , quello di Sebastian, fatto di viaggi, impegni e musica. Stare a contatto con quel ragazzo bellissimo, sensibile, forte nonostante la sua condizione e geniale nella sua musica, l’affascina, la fa sentire, per la prima volta nella sua vita, attratta verso qualcuno con il quale avverte immediatamente una sintonia. Anche per Sebastian la presenza di quella ragazza impacciata ma adorabile, gli regala emozioni sopite da tempo, emozioni che fanno però paura! Sarà forse nelle pagine ingiallite di un vecchio diario che i nostri protagonisti comprenderanno quanto prezioso ed unico sia il loro sentimento? Ed ecco che Emily Pigozzi ci fa compiere un altro meraviglioso viaggio, questa volta indietro nel tempo, nella splendida Vienna, alle soglie dello scoppio della prima guerra mondiale. Saremo rapiti dalla musica dei valzer, dalla bellezza degli abiti indossati dalle fanciulle del tempo, dalla sontuosità dei saloni delle feste e anche dalla brutalità della guerra. È questa, la Vienna, che vede sbocciare l’amore tormentato e contrastato tra Rosa e Franz, antenati della famiglia Von Mahler. Quante incredibili coincidenze tra i personaggi delle due storie. In entrambi il destino e la musica hanno un ruolo fondamentale: il primo tenta di minare il percorso; la seconda invece crea un ponte per superare ogni difficoltà. Quale sorte sarà loro riservata? Rossana e Sebastian impareranno da Rosa e Franz, a lasciare il freno a mano, a non nascondersi più, ma a lasciarsi finalmente andare ai loro sentimenti? Ho centellinato ogni pagina di questo romanzo perché volevo assaporare ogni emozione e tante sono quelle che ho provato . La colpevole ha un solo nome: Emily Pigozzi, alla quale faccio i miei complimenti per la sua bravura e anche per la sua maturazione. La trama dei sogni: semplicemente MERAVIGLIOSO!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

INNAMORARSI IN LIBRERIA DI ANNIE DARLING

Pronti per un’altra lettura insieme a Anna Maria Bisceglie?

Titolo: Innamorarsi in libreria.

Autrice: Annie Darling.

Genere: Romance.

Pagine: 320.

Edito: Sperling & Kupfer, 16 luglio 2019.

Formati disponibili: Kindle 9,99€

cartaceo copertina flessibile 15,21€.

Trama:

https://www.amazon.it/Innamorarsi-libreria-Annie-Darling-ebook/dp/B07TZ17FR5/ref=mp_s_a_1_1?keywords=innamorarsi+in+libreria&qid=1581884175&sprefix=innamorarsi+in+&sr=8-1

” Non era molto romantico, ma cercare l’amore – e persino un Heathcliff, era come giocare alla lotteria. Una ragazza doveva provarci con un sacco di ranocchi, prima di trovare il suo principe.” Nina O’ Kelly , con il suo stile da pin up, i suoi tatuaggi e i capelli che cambia colore almeno una volta al settimana, è l’ anima chiassosa e caotica della piccola libreria Happy Ever After, nel cuore di Londra. Grande fan di Cime tempestose , il romanzo che le ha cambiato la vita e l’ha spinta a uscire fuori dal guscio, Nina adora lanciarsi in un appuntamento dietro l’altro alla ricerca del suo personalissimo Heathcliff, l’ uomo che le farà girare la testa, la trascinerà in un turbine di passione e le farà scoprire la forza del vero amore. Quando in libreria arriva Noah , suo ex compagno di scuola nerd, tramutatosi in un analista di mercato con tanto di noiosi completi blu marino, Nina lo degna a stento di uno sguardo perché non rientra nei canoni del bad boy. Ma il cuore si sa, ha ragioni che la ragione non comprende e Nina si renderà presto conto che talvolta l’amore si cela laddove meno te l’aspetti. E che non sempre è con un Heathcliff che vuole passare il resto della vita. Innamorarsi in libreria è una storia d’amore emozionante, dolce e divertente, perfetta per tutte le inguaribili romantiche e ideale per chi non sa resistere al fascino dei grandi classici.

Giudizio:

Una, come me, che, dopo aver letto ” Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen , ha cominciato ad amare la lettura tanto da essersi trasformata in una lettrice accanita. Una , come me, che, appena varca la soglia di una libreria, perde la cognizione del tempo e non esce mai senza aver acquistato qualcosa. Una, come me, poteva non incuriosirsi di un romanzo che s’intitola : Innamorarsi in libreria e non adorare la protagonista, che , dopo aver letto ” Cime tempestose” della Bronte, è alla disperata ricerca nella sua vita del suo Heathcliff? Nina O’ Kelly è una ragazza davvero particolare: capelli color rosa baby, trucco appariscente, ritardataria cronica e, come ho già detto, in attesa di trovare la sua anima gemella. Peccato che finora la sua ricerca le abbia fatto incontrare solo tanti ranocchi e nessuno di questi si è mai trasformato in un principe. Nina non sogna, come le ragazze della sua età, un uomo con cui mettere su famiglia, vuole semplicemente un amore che le regali passione, sogna di vivere un amore tormentato ma intenso proprio come quello dei due protagonisti della Bronte. Il suo prototipo di uomo? Bello e dannato! Non di certo uno in giacca e cravatta, impeccabile e troppo serio. Non uno come Noah, il nuovo consulente aziendale, da poco assunto da Posy , la titolare della Happy Ever After, la libreria in cui lavora Nina. Noah è distante anni luce dal suo Heathcliff però, le trasmette sensazioni a cui non riesce di dare un nome, ma più ha la possibilità di conoscerlo e più scopre che in fondo, a parte la sua ossessione nel vestirsi in blu, non è poi così male. Mai giudicare un libro solo dalla copertina! E Noah si rivela una continua sorpresa! Dietro i suoi completi seriosi, dietro la sua incredibile intelligenza matematica, si cela un ragazzo che ha viaggiato per il mondo, che ama gli sport estremi e che, come Nina, ama i tatuaggi e che , come lei, sente di non essere apprezzato nelle sue scelte di vita dalla famiglia. Basteranno queste scoperte sul suo conto a indurre la nostra Nina a riconsiderare le sue affrettate e magari superficiali considerazioni e vederlo sotto un’ altra luce? Potrebbe celarsi il suo Heathcliff in Noah? Potrebbe concedergli una chance? L’amore segue percorsi apparentemente tortuosi ma, ogni sentiero, ogni curva e ogni ostacolo sono tutti necessari per poi giungere al traguardo. Riuscirà Nina a distinguere tra ciò che pensa di volere e ciò che vuole davvero? E riuscirà ad essere sincera e trasparente con Noah? Innamorarsi in libreria di Annie Darling è davvero un romanzo ben scritto, in cui il suo punto di forza è il carisma e l’originalità della protagonista. Difficile non amare una ragazza che insegue i suoi sogni, che ama così tanto i libri che ha, tra gli altri, tatuato sul braccio una frase tratta da Alice nel paese delle meraviglie: ” Sei matta, svitata, hai perso la zucca ma ti rivelo un segreto: tutti i migliori sono matti.” Difficile non amare la Nina che non vuole accontentarsi di un amore qualsiasi, ma desidera ” dramma e passione” , per poi scoprire che ciò che desidera è un amore che le provochi lo sfarfallio nello stomaco, il battito cardiaco accelerato e che soprattutto riesca a leggere nella sua anima. Difficile poi non amare la Happy Ever After, una libreria specializzata in romanzi rosa! Cosa dire di più? Se non di leggere questo romanzo per cominciare a sorridere e anche a sognare!

Stelle: 4 ⭐️⭐️⭐️⭐️

NEVER2: NON PERDERMI DI LAURA KNEIDL

Eccoci qui con il seguito della serie…

Pronti a scoprire cosa succederà?

Titolo: Never 2 non perdermi

Autrice: Laura Kneidl

Pagine: 347

Edito: Sperling & Kupfer

Data d’uscita: 5 marzo 2019

Prezzo kindle: 8,99 €

Prezzo cartaceo: 15,21 €

Trama:

https://www.amazon.it/gp/aw/d/B07N8H1WJ8/ref=tmm_kin_title_0?ie=UTF8&qid=1578685721&sr=8-1

«L’unica cosa che so è che mi manchi.»

Quando Sage è arrivata a Melview, senza un tetto sopra la testa e senza un soldo in banca, aveva alle spalle un passato da scordare e davanti a sé un futuro tutto da scrivere. A chilometri di distanza da casa, sperava di realizzare i suoi sogni, i suoi desideri. E così, in fondo, è stato. L’inaspettato incontro con Luca, poi, le ha regalato una felicità mai provata. Un passo alla volta, è riuscito, infatti, a farsi strada tra le sue paure, insegnandole cosa significhi davvero fidarsi. Vivere. E amare. Ma, all’improvviso, il passato di Sage è tornato, travolgendo ogni cosa. Anche la storia con Luca. Il suo sguardo glaciale e la sua ultima parola sono ancora impresse a fuoco nella memoria e nel cuore di Sage. Sparisci. Ogni giorno che passa senza di lui, Sage si sente come se le mancasse una parte di sé. Dimenticarlo sembra impossibile, nonostante gli sforzi. Un giorno, però, a sorpresa, Luca si presenta alla sua porta e le chiede di tornare. La situazione è più confusa che mai. Ma, a volte, c’è solo un modo di superare le proprie paure: insieme.

Parliamo del libro…

Ecco il secondo libro della storia di Luca e Sage, vi ricordò che li avevamo salutati che loro due si erano mollati.

Eh si vi ricordate bene, la loro storia come è iniziata è finita e tutti ancora una volta per colpa di Alan, il patrigno di Sage.

Lei ha lasciato casa di Luca e April, e adesso è in una stanza di motel che più squallida non si può.

April fa di tutto per convincerla a tornare da loro, ma lei è irremovibile almeno finché non andrà proprio Luca a chiederle di tornare.

Dopo varie riflessione sul convince a tornare lì da loro, con Luca non sarà sempre facile, ma ce la faranno con la calma e la pazienza.

Ma il passato di Sage farà ritorno per l’ennesima volta e questa volta non potrà far altro che dire tutta la verità a Luca.

Cosa ne penso?

Una storia da brividi, con tema molto difficile che parla di abusi, di paure e di forza per rialzarsi.

Non credevo fosse possibile ma questo libro l’ho amato ancora di più del primo.

Una storia che ti mette davvero i brividi, sono stata sull’attenti per tutta la durata del libro.

Ogni pagina, ogni riga era un’emozione in più.

La scrittrice è stata davvero fantastica a raccontare questa storia, scritta talmente bene che se vai a letto e ti svegli non ricordo se è realtà o fantasia.

Non vedo l’ora di leggere qualcos’altro di suo il prima possibile.

Non posso far altro che consigliarvi questa serie!

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

NEVER 1: NON AMARMI DI LAURA KNEIDL

Ciao a tutti,

Bentornati con noi.

Oggi vi parlerò del primo di una serie che ho amato alla follia.

Titolo: Never 1 non amarmi

Autrice: Laura Kneidl

Pagine: 350

Casa editrice: sperling & kupfer

Data d’uscita: 29 gennaio 2019

Prezzo kindle: 8,99 €

Prezzo cartaceo: 12,66 €

Trama:

https://www.amazon.it/Never-Non-amarmi-Laura-Kneidl-ebook/dp/B07M7LTDS6/ref=mp_s_a_1_2?keywords=never&qid=1578951725&sr=8-2

Quando, pur di scappare dai suoi problemi, Sage si trasferisce in un altro Stato, lontanissima dalla madre, dalla sorella e dalla sua migliore amica Megan, al suo arrivo non ha niente. Niente soldi, niente casa, niente amici. Nient’altro che la ferrea volontà di dimenticare e ricominciare da capo. Ma neanche un college a quasi cinquemila chilometri di distanza da casa può bastare se i ricordi ti accompagnano a ogni passo e la paura è ormai parte di te. Accade così anche il giorno in cui Sage inizia il suo lavoro in biblioteca e incontra Luca. Con i suoi penetranti occhi grigi e i tatuaggi, Luca rappresenta tutto ciò di cui Sage ha paura. Ma Luca non è quello che sembra a prima vista. E non appena Sage riesce a guardare oltre la facciata, il cuore le inizierà a battere pericolosamente più veloce, e dovrà lottare con tutta se stessa per non permettere al suo passato di boicottare il suo futuro. Non amarmi è il primo capitolo della serie, scritta dalla giovanissima Laura Kneidl, che ha conquistato i vertici delle classifiche in Germania e venduto oltre centomila copie in pochi mesi. Una grande storia d’amore che ci ricorda come nella vita vera, a volte, la perfezione stia nell’imperfezione.

Parliamo del libro…

Sage è riuscita a mettere km da casa sua e dal suo passato.

Ma questo passato l’ha segnata talmente tanto da aver paura di tutti gli uomini o ragazzi che le si avvicinano.

Al college conosce April una ragazza solare che le diventa subito amica, e di conseguenza lei le presenterà suo fratello Luca.

Sage lo aveva già conosciuto, e come sempre la paura di era impadronita di lei.

Piano piano però inizia a conoscerlo e a fidarsi di lui e anche a innamorarsi.

Ma il passato non vuole lasciarla in pace e ritorna sempre all’attacco. E nonostante i grandi progressi lei dovrà ritornare in quel tunnel nero.

Cosa ne penso?

Questo è il primo libro della serie, un libro che avevo letto molte recensioni positive.

E io non posso che confermare che questo libro è fantastico.

Adesso inizierò subito il seguito per scoprire cosa succederà.

La scrittrice è riuscita a trasmettermi tutto il dolore, la paura di Sage, ma anche i sospetti e la buona volontà di Luca.

Una storia che mette i brividi e ogni pagina che ho letto mi ha fatto venire voglio che non finisse mai.

Ma vi dirò di più nel seguito.

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️