LA STAGIONE DEL DUCA DI THINA SULAS

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: La stagione del Duca.
Autrice: Thina Sulas.
Genere: Regency Romance.
Pagine: 181.
Editore: Self Publishing, 12 maggio 2022.
Formati disponibili:Kindle 2,99€/ Kindlunlimited 0,00€/ Cartaceo 11,90€.
Trama:

https://www.amazon.it/STAGIONE-DEL-DUCA-Thina-Sulas-ebook/dp/B0B12VQRY7/ref=mp_s_a_1_1?crid=D4J2VME66Z86&keywords=thina+sulas+la+stagione+del+duca&qid=1652473260&sprefix=thina+su%2Caps%2C80&sr=8-1

Londra 1809. L’inattesa dipartita del duca di Dorset ha investito il suo successore, Jasper, di oneri e onori. Malgrado ciò, al termine del lutto, l’ombra di un affare più urgente sembra farsi strada. È giunto il tempo per lui di prendere moglie: questo reclama la duchessa vedova che, spinta da intenti meno nobili, si presta, forse, con eccessivo entusiasmo, a favorire i nuovi incontri del figlio. Eppure il neo duca pare essere di vedute diverse. Un viaggio inatteso, eppur desiderato, condurrà Jasper lontano da Londra e dalle pretese della nuova Stagione, ma tale espediente basterà a tenerlo fuori anche dai guai? Nell’assolata cornice di Brighton, tra lieti ricordi e il profumo del mare, il destino mescolerà le carte portando Miss Cooper , la più improbabile delle pretendenti a scontrarsi con i piani del duca.

Giudizio:

“Invisibile”! Ecco questo vorrebbe ardentemente essere Jasper Vaughan, divenuto il nuovo duca di Dorset, a seguito della dipartita di suo padre. Questi aveva in anticipo predisposto nei minimi dettagli il futuro del suo unico erede , istruito l’avvocato di fiducia per il disbrigo degli aspetti della successione o degli affari più urgenti, lasciando a Jasper il solo compito di prendere le redini e continuare il lavoro da questi intrapreso. Jasper , pur essendo consapevole degli onori e oneri derivanti dal suo nuovo status, mai avrebbe immaginato, però, di dovere affrontare e cercare di schivare le trappole subdole tesegli dalla duchessa vedova, sua madre, che, dopo una prolungata condizione di stallo, dovuta al lutto, pare aver trovato, come escamotage per non rattristarsi e annoiarsi, quello di impegnarsi in una sola missione: trovare una sposa a suo figlio, il nuovo duca del Dorset! Jasper , il “poveretto”, pare invece avere altri progetti per sé, piuttosto che finire preda di una delle tante pretendenti, più interessate al suo titolo che alla sua persona. Visto il turbolento matrimonio dei suoi genitori, non desidera per sé un matrimonio di convenienza e poco gli importa se ,agli occhi di sua madre, la sua appare come una visione favolistica dell’amore, assolutamente non consona al loro ceto sociale. Per questo, dopo l’ennesimo noioso ballo, trascorso a fingere sorrisi, inchini e interessi falsi , ma soprattutto ad evitare di finire nella trappola di una delle tante signorine in cerca di un buon partito, Jasper prende l’ardita decisione di lasciare Londra e dirigersi verso Brighton, visitata per l’ultima volta con suo padre, quando era un ragazzo, augurandosi pertanto di passare inosservato e di trovare lì, la serenità che in questo momento pare mancargli. “Il mare sarebbe stata la soluzione al suo vacillante stato emotivo, anzi il mare di Brighton, l’amico Walford e la tranquilla residenza estiva, lo sarebbero diventati”. Questi sono i pensieri che si affollano nella mente del nostro duca, ignaro di finire invece vittima di un agguato da parte di ladroni professionisti, ancora prima di giungere a destinazione, alla Tenuta Shelloway. Il malaugurato incidente è però la causa del piacevole fraintendimento in cui Jasper incappa, senza averlo premeditato, quando incontra gli occhi grigi e ipnotici di una splendida ragazza, una brunetta dalla voce impertinente e dalla tempra forte e indomita. Questo è ciò che percepisce subito Jasper in una manciata di secondi, mentre avverte nel contempo uno strano calore infiammargli il viso. Miss Sarah Cooper è il nome di colei che è riuscita a provocare nel nostro duca una tale marea di emozioni! È la figlia di Mr Cooper, un uomo a cui suo padre, prima di morire, aveva per ragioni inspiegabili dato un titolo e una cospicua rendita , così da trasformare lui e la sua umile famiglia in dei borghesi arricchiti.

L’incontro con questa fanciulla pare a Jasper l’occasione di essere davvero se stesso e provare ad essere avvicinato e conosciuto , non per secondi fini, ma solo per puro piacere. Jasper si rende conto come lui e Sarah abbiano tanto in comune, nonostante le loro diverse origini : entrambi si sentono intrappolati da chi vuole cambiarli a tutti i costi, senza tenere conto della loro volontà. Tutti e due paiono intenzionati a non voler assolvere ai propri doveri, eppure sembrano costretti : lui a convolare a nozze con una dama rispettabile e lei con qualche ricco signore. I loro mondi seppur lontani, sono simili, ma guidati da regole ed obiettivi che li rendono inconciliabili! Jasper è in preda ad una confusione mai provata, diviso tra mente e cuore, sconquassato dai sensi di colpa e affranto dalle sue azioni non convenzionali! Come uscirne? Jasper potrà contare sull’affetto e saggezza di Miss Fitzherbert e sui consigli di Walford, il suo valletto, da lui considerato come un confidente prezioso, piuttosto che un suo sottoposto! Ma quando la situazione pare ingarbugliarsi sempre di più il neo duca riceverà due aiuti utili da due persone che mai si sarebbe aspettato, che gli permetteranno di fare chiarezza sulla tempesta emotiva che si agita in lui e su come poterla placare. Ma cosa accadrà quando Jasper deciderà di non nascondersi più, ma di assolvere ai suoi doveri e di lottare a viso aperto per il suo sentimento? E Sarah come reagirà dinanzi alla verità? Uno storico dalla narrazione frizzante e vivace, che custodisce tra le sue pagine un messaggio prezioso, ovvero in amore non esistono ranghi o diversità di sorte, ma solo la trasparenza e veridicità dei sentimenti!

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

L’EREDITIERA INDESIDERATA DI AMY CORWIN.

Ed ecco una recensione di Anna Maria.

Titolo: L’ereditiera indesiderata.
Autrice: Amy Corwin.
Genere: Regency.
Pagine: 300.
Editore: Queen Edizioni, 29 aprile 2021.
Formati disponibili:Kindle 3,99€

Cartaceo 15,90€.

Trama:

https://www.amazon.it/Lereditiera-indesiderata-Amy-Corwin-ebook/dp/B092JH4BSZ/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=amy+corwin&qid=1620131765&sprefix=amy+co&sr=8-1

Un’ereditiera americana che nessuno vuole, un duca desiderato da ogni donna e un omicidio inaspettato.
Quando Nathaniel, duca di Peckham, incontra Charlotte, è insospettito dalla sua indifferenza. Troppe donne hanno tentato di conquistarlo , senza successo. Charlotte, però, è più interessata ai faraoni morti che ai fichi inglesi. Tuttavia, le resistenze della ragazza si dissolveranno quando una debuttante che voleva conquistare Nathaniel viene assassinata. Vista la sua reputazione di misogino, Nathaniel viene subito additato come colpevole, e questo spingerà Charlotte ad accorrere in suo aiuto. Purtroppo, nessuno dei due sa che un bandito interessato alle ricche ereditiere sta dando la caccia a Charlotte e che nella carrozza di Nathaniel giace morta un’altra debuttante.

Giudizio:

“Troppo alta, troppo rossa di capelli, troppo americana o troppo inaccettabilmente intelligente”. Queste le caratteristiche fisiche e caratteriali che rendono Charlotte Haywood diversa dalle altre donne, ma sono soprattutto le sue idee progressiste ad essere ritenuta pericolosa. Nonostante la sua cospicua eredità potesse costituire una notevole attrattiva per molti, la sua spiccata schiettezza e indiscutibile intelligenza la rendevano una cattiva influenza sia su giovani donne in cerca di marito, sia su quelle relegate da tempo in un vincolo matrimoniale fatto di sola apparenza. Le sue idee sull’uguaglianza tra uomo e donna erano state da sempre la causa principale dei suoi continui spostamenti presso famiglie diverse. “Charlotte sognava un futuro senza uomini che la rimproverassero, la disaproverassero o le dicesssero che era una sciocchina senza cervello solo perché non concordava con lui”. Lei sognava di andare in Egitto per seguire gli scavi archeologici, ma, tra lei e il suo sogno, occorrevano altri tre anni, ovvero il compimento dei suoi ventiquattro anni, per poter disporre autonomamente del suo patrimonio senza più dipendere da tutori che mai, da quando era arrivata in Inghilterra, l’avevano fatta sentire a casa. Da quando era rimasta orfana all’età di tre anni , la vita di Charlotte era stata sempre gestita e manovrata da altri, come una pedina priva di volontà e sentimenti. Ancora una volta, questa indesiderata ereditiera diventa l’inconsapevole posta in palio di una particolare partita a carte tra nobili lord inglesi, una sorta di fardello di cui disfarsi e da affibbiare al prossimo malcapitato. Lord Archer diventa il fortunato nuovo tutore di Charlotte Haywood con l’unica incombenza di fornirle vitto e alloggio, mentre in cambio avrebbe potuto controllare e gestire il patrimonio della sua pupilla nel modo che riteneva più opportuno, fino a quando non le avesse trovato il giusto marito. Quale meravigliosa fortuna le era capitata in questa particolare partita a carte! “Se era così preziosa perché Westover voleva liberarsi di lei?” Era solo per il fatto di essere una pericolosa intellettualoide? Oppure c’era dell’altro? Nonostante tali legittimi interrogativi, Lord Archer accetta di buon grado di diventare il suo tutore e di accoglierla nella sua casa. Ed è così che Charlotte, ignara delle ambigue manipolazioni avvenute alle sue spalle, si ritrova nell’ennesima casa, convinta di non essere, ancora una volta, ben voluta e apprezzata. “Era stufa di essere disprezzata, ignorata e lasciata da sola. Non voleva essere più una vaga figura sullo sfondo dei ritratti di altre famiglie”. In cuor suo desidera trovare un posto da chiamare casa e gli Archer sembrano essere i pochi in grado di apprezzarla pur non comprendendo i suoi desideri di indipendenza e il suo categorico rifiuto a maritarsi. Ma ben presto l’incontro, durante un noioso ballo, con ” Vostra Tremenda Graziosità”, ovvero con Nathaniel, nipote degli Archer e divenuto di recente duca di Peckham, sarà forse capace di fare vacillare quelle che fino ad allora aveva considerato incrollabili certezze. Un incontro che segnerà inevitabilmente il destino di entrambi! Perché la sera del loro incontro sarà l’inizio di una serie di efferati omicidi di giovani debuttanti, tutte intraprendenti corteggiatrici dello sfuggente duca di Peckham, il quale per via della sua riluttanza a prendere presto moglie si era guadagnato la fama di misogino. Questa reputazione, unita ad altre sfavorevoli e quanto mai strane coincidenze, sembrano portare tutte verso la sua direzione che diventa il principale sospettato degli omicidi. Nathaniel deve trovare il modo per scagionarsi da tali infamanti accuse! Ma chi potrebbe aiutarlo? E se in suo soccorso si offrisse proprio quella ragazza dai capelli rosso fuoco, dal temperamento troppo schietto, dalle idee troppo progressiste, ma allo stesso tempo irresistibile e vulnerabile? Charlotte e Nathaniel si scoprono molto più simili e inspiegabilmente attratti più di quanto vogliano ammettere. Entrambi si ritroveranno al centro di innumerevoli disavventure, nonché vittime ignare di gelosie e intrighi orditi alle loro spalle. Quale sarà il loro destino? Charlotte sarà capace di rinunciare all’amore per orgoglio oppure i suoi desideri e i suoi sentimenti possono essere ugualmente appagati? Non è stato semplice scrivere questa recensione perché questo romanzo storico è intriso di innumerevoli eventi e colpi di scena che rendono la trama assolutamente avvincente! Splendida la figura femminile di Charlotte: una ragazza fiere delle sue idee e della sua intelligenza, ma anche vulnerabile e desiderosa di essere amata senza essere giudicata. Davvero una bella lettura!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️