LA MIA FENICE DI MONICA B.

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: La mia Fenice.
Serie: Daimón Series vol. 3 ( volume autoconclusivo, si consiglia la lettura dei precedenti volumi per avere una migliore comprensione delle vicende narrate nella storia).
Autrice: Monica B.
Genere: Paranormal Romance.
Pagine: 350.
Editore: Self Publishing, 25 febbraio 2022.
Formati disponibili:Kindle 2,99€/ Kindlunlimited 0,09€/ Cartaceo copertina flessibile 15,13€ – copertina rigida 19,76€.
Trama:

https://www.amazon.it/Mia-Fenice-D%C3%A1im%C5%8Dn-Vol-ebook/dp/B09SM3WC8G/ref=mp_s_a_1_1?crid=KDIIHVJ4WZP&keywords=fenice+monica&qid=1647601031&sprefix=fenice+monica+%2Caps%2C140&sr=8-1

Lui. Dio egizio e demone infernale, occhi di ghiaccio e indicibilmente freddo. Solco da millenni le strade di questo mondo, odiando deboli ed insicuri. Appartengo al maledetto regno delle tenebre. Ti odio, perché non posso amarti.
Lei. Sono la figlia del nemico, maledetta e condannata dalla nascita. Vivo di respiri spezzati e tormenti dell’anima. Sono colei che vive nell’ombra, ma brama la luce . Più ti odio e più mento. Una donna condannata dalla nascita, un demone incapace di provare affetto. Amon vive da millenni una vita di solitudine, impassibile e freddo verso chiunque provi ad avvicinarsi. Skiá è una ragazza che lotta per avere un futuro e per riemergere dalle tenebre. La guerra negli Inferi si complica sempre di più, dopo che il Lemegeton, il libro sacro dei demoni, è scomparso. Il demone Belial è sulle sue tracce e tutti i demoni sono in fermento. La battaglia si snoda su più frontiere . I nemici diventano sempre più pericolosi . Il tempo sta per scadere , nuove sfide si profilano all’orizzonte ed Amon e Skiá dovranno credere nei loro sentimenti per affrontarli. Cosa succederà se l’amore non fosse abbastanza per salvarli?

Giudizio:

“Sono Skia. Sono il frutto del Male. Sono la figlia di un mostro”. “Sono una fenice pronta a risorgere dalle ceneri. Non ho paura di cadere. Non ho paura di volare. Non ho paura di vivere”. In queste due frasi estrapolate dal romanzo è racchiusa la complessa personalità di una ragazza da sempre prigioniera di un crudele aguzzino : Belial, suo padre, colui che non ha mai rivestito questo suo ruolo in modo amorevole, ma si è divertito solo a torturarla e a farle provare sulla pelle la sua malvagità e la sua appartenenza. Quel marchio inciso sulla sua coscia è lì, infatti, a ricordarle di essere purtroppo legata a doppio filo ad un mostro! Ma Skiá è anche una ragazza che desidera essere libera , anela così tanto la libertà da considerare persino la morte ,come la sua unica via di uscita. Il suo nome significa Ombra: “Sono l’assenza di luce. Sono il vuoto che colma un’anima. Sono un buco nero che rischia di inghiottirti”. Questo è l’identikit della misteriosa ragazza che Amon, un antico dio egizio, prima venerato da tutti e poi divenuto uno spietato demone, ha tratto in salvo durante l’ultima battaglia, che ha visto ancora una volta Belial scomparire nel nulla. Amon lo ha fatto solo per assecondare il volere di Liberty, un mezzo angelo, ora la nuova compagna di Dantalion! Ed ora lui, che non è mai stato abituato ad avere contatti con mortali, se ne ritrova uno sotto il suo stesso tetto, si ritrova a rivestire i panni del carnefice di una ragazza che pare a prima vista un pulcino impaurito, ma capace di tenergli testa con le sue risposte taglienti e provocatorie. Ma ciò che destabilizza di più Amon, il demone eremita, sono i suoi occhi color ametista che, nel momento in cui hanno incrociato i suoi ,gli hanno subito fatto capire che Skiá, quella leonessa travestita da pulcino, sarebbe stata la sua rovina. Odio. Questo è il sentimento che entrambi pensano di provare l’uno per l’altro: Skiá vede in Amon un nuovo carnefice che vuole tarparle le ali, impedendole, come suo padre, di essere libera; mentre Amon la considera una pericolosa spina nel fianco e una tentazione proibita. “È un pensiero oscuro. È un pensiero piccante. È un pensiero proibito”. Quale il confine sottile che separa l’ Odio dall’ Amore? Questo è uno degli interrogativi che continuerà a pungolare la mente e il cuore di entrambi i nostri protagonisti! Sia Amon sia Skiá avvertono l’attrazione e il desiderio impellente di finire l’uno nelle braccia dell’altro, ma è la loro diversa natura, la loro diversa provenienza a creare tra di loro un solco incolmabile. “Siamo diversi. Siamo opposti. Siamo sbagliati”. Lei è la figlia di Belial, un demone traditore, colui che vuole impossessarsi del Lemegeton , il libro sacro, così da avere il controllo su tutti i demoni. Skiá è la figlia del nemico da abbattere, eppure Amon continua a odiarla e bramarla: è per la prima volta in totale balìa di un uragano di sentimenti che lui non pensava di possedere e a cui ha paura di dare un nome. Sarà però proprio questo sentimento così combattuto a spingere entrambi a compiere gesti inaspettati , capaci di violare ogni regola e incuranti di sovvertire tutte le loro certezze. Pagina dopo pagina, scontro dopo scontro, assisteremo dopo una feroce lotta tra cuore e ragione alla repentina metamorfosi dei nostri protagonisti.

Amon , da spietato e insensibile si trasformerà in un demone pronto a tutto pur di proteggere quella ragazza, piombata nella sua vita come una ingombrante responsabilità e divenuta in poco tempo una irrinunciabile dipendenza. Amon sarà disposto a ogni tipo di azione, persino a quella più efferata, pur di restituire all’anima “innocente” di Skiá quel libero arbitrio che le è stato sempre negato. Mentre Skiá la vedremo davvero risorgere dalle ceneri, come la mitica fenice, pronta a combattere per i suoi sentimenti, per il suo Amon e pronta persino a rinunciare alla tanto agognata libertà! Il loro rapporto tormentato si inserisce ovviamente all’interno della guerra negli Inferi che è ancora in atto, che vede coinvolti e presenti: Andras con la sua Hope, Dante con Liberty, Haures , Crocell e Azazel. Tutti hanno un solo obiettivo impedire a Belial di mettere le mani sul libro sacro, di cui si sono perse le tracce! Questo terzo capitolo della serie è molto più cruente e più duro dei precedenti, ma svela di alcuni demoni, mi riferisco ad Haures e Azazel, dei risvolti inaspettati della loro complessa personalità, che mi hanno piacevolmente sorpresa. Anche io mi sono trovata, come Amon e Skiá, a lottare tra cuore e ragione, perché se faccio parlare il primo non posso negare di essere stata rapita dalla intensità della loro storia, ma razionalmente ho notato un modus narrativo, un po’ troppo simile ai precedenti, che è forse l’unico piccolo neo di questa storia. In ogni caso non vedo l’ora di scoprire il seguito di questa appassionante serie, i cui personaggi con le loro mille sfaccettature e tormentate vicissitudini hanno un posto nel mio cuore.

Stelle: 4 ⭐️⭐️⭐️⭐️

LA MI TEMPESTA DI MONICA B.

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: La mia tempesta (Dáimon Series volume 2).
Autrice: Monica B.
Genere: Romance Paranormale.
Pagine: 367.
Editore: Self Publishing, 24 novembre 2021.
Formati disponibili:Kindle 2,99€/ Cartaceo copertina flessibile 14,55€ – copertina rigida 19,75€.
Trama:

https://www.amazon.it/Mia-Tempesta-D%C3%A1im%C5%8Dn-Vol-ebook/dp/B09M17Q467/ref=mp_s_a_1_1?crid=3EYMKIAGDLXM8&keywords=la+mia+tempesta+monica+b&qid=1639145808&sprefix=la+mia+temp%2Caps%2C79&sr=8-1

Lui. “La mia esistenza è una bugia che affronto con leggerezza e noncuranza. Sono un demone burlone di cui nessuno conosce la vera natura. Ero perso nel buio finché non sei diventata la mia luce”. Lei. ” Mi hanno definita sbagliata, un prodotto spregevole della vita. Lotto per una normalità che non riesco ad afferrare mentre nascondo al mondo l’oscurità che mi sommerge. Sei l’imprevisto che mi fa sentire giusta”.
Mentre la lotta negli Inferi continua e vecchi nemici tramano nell’ombra, c’è chi combatte una battaglia completamente diversa. L’incontro tra Dantalion e Liberty è imprevisto. Un Demone a cui manca il Paradiso e una mortale che, invece, ce l’ha nel sangue. Nulla possono contro l’attrazione che provano. Nulla possono contro il destino che si ostina a spingerli l’uno nelle braccia dell’altro. Due creature che si legano mentre il mondo attorno a loro brucia. L’unica possibilità per sopravvivere è credere in loro stessi. Dantalion e Liberty non potrebbero essere più diversi: che succederà quando fuoco e ghiaccio si incontreranno?

Giudizio:

Nel primo capitolo di questa serie, ho fatto la conoscenza di Andras e Hope, un demone e una mortale che hanno legato in modo indissolubile le loro auree, che ho visto fare fronte comune, assieme agli altri demoni, nella lotta contro Belial per evitare che questi possa mettere le mani su il Lemegeton, un libro antico, soggiogando al suo potere tutti i demoni e non solo. Gli Inferi continuano a essere in subbuglio. I Cieli fremono e la Terra , ignara di tutto, potrebbe essere quella che ci rimetterebbe più di tutti, se non si riesce a scovare e fermare Belial. Stavolta, in tale lotta, avranno un ruolo fondamentale altri due protagonisti. Dantalion, o chiamato più semplicemente Dante, è sulla Terra il proprietario del “Supreme”, un night club, mentre negli Inferi è conosciuto come un demone socievole che ama mischiarsi con la folla e fare baldoria, ma che in realtà dietro tale maschera di sfrontatezza tenta di celare e tenere a bada una bestia custodita dentro di sé. L’esistenza di questo demone spietato e al contempo sensuale viene letteralmente messa a soqquadro nel momento in cui gli viene affidato da Hope il compito di vegliare sulla sua migliore amica: una fatina bionda all’apparenza, che si trasforma in un drago “sputafuoco”all’occorenza. Lei si chiama Liberty, ma dal primo momento in cui Dante ha posato gli occhi su di lei il suo cuore è rimasto imprigionato, diventando un tarlo, un’ossessione che gli fa desiderare cose mai volute prima, che gli fa sentire la mancanza del Paradiso. “Liberty è un cataclisma di proporzioni catastrofiche che mi sta trascinando a fondo, sempre più a fondo”. Ma chi è questo angelo biondo che sotto il suo involucro angelico cela un vero diavolo tentatore? Liberty non ha mai avuto una vita “normale”, è cresciuta con due genitori che l’hanno sempre definita come un abominio, un mostro, una pazza per via delle sue stranezze. Liberty è in realtà un’empatica, ovvero dotata di una sensibilità straordinaria che le consente, purtroppo, di assorbire le emozioni, i dolori , i mali e le paure delle persone con il suo semplice tocco. Per questo si è sempre sentita imperfetta e sbagliata, ha vissuto nascondendosi dalla vita, da se stessa e dalle sue stranezze. L’unico suo punto di riferimento è stato suo fratello Chase: la sua ancora, la sua roccia, la sua forza, il suo eroe. Ha sempre dunque anelato la “normalità” e pensa ora di averla conquistata grazie anche alla presenza di Hope, l’unica di cui si fida e il solo affetto vero che le è rimasto, mentre il sesso rappresenta il rimedio per scaricare tutta l’energia negativa accumulata dopo ogni episodio di empatia e per condividere il piacere solo con chi e quando decide lei. Ma la comparsa di Dante , l’attrazione immediatamente percepita, fa capire a Liberty che quell’uomo di cui ignora la vera natura potrebbe distruggerla e la successiva scoperta del suo essere un demone del Fuoco, invece, di farle paura , accresce in lei il desiderio di perdersi tra le sue braccia pronte ad accogliere il suo cuore ferito e di perdersi nel suo sguardo che brucia come l’Inferno. Liberty si sente legata a Dante, perché lui vede solo Liberty, ama solo Liberty con tutte le sue imperfezioni e anche lei ama tutto di quel demone, anche la bestia custodita dentro. “Siamo due creature imperfette che si completano rasentando la perfezione. Siamo due entità spezzate che cercano la pace l’uno nell’altro. Siamo due parti diverse dello stesso intero”. Un legame intenso, quello che è nato tra Dante e Liberty, che potrebbe però essere anche la loro condanna! Cosa succederà quando si scoprirà la vera natura di Liberty e che Belial vuole usarla come pedina per il suo scopo? Liberty sarà messa più volte dinanzi a delle scelte difficili e rischiose, sarà pronta a sacrificare se stessa pur di proteggere il suo Dante e chi ama. Si trasformerà, per amore, da “lieve pioggerella” in una donna diversa :”Sono uragano. Sono ciclone. Sono tempesta”. Se Liberty è pronta a tutto,non è da meno Dante , pronto a lottare per tenere a sicuro colei che considera un imprevisto inaspettato, una svolta improvvisa nella sua esistenza dannata. “Non sono demone. Non sono angelo. Non sono mortale”. Ecco come lo fa sentire il suo angelo biondo: vulnerabile e confuso, ma allo stesso tempo potente. Belial è pronto ad usare ogni arma pur di raggiungere il suo scopo, e loro due cosa saranno disposti a mettere in gioco o a sacrificare?

Un finale al cardiopalma che , però, non mette la parola fine a questa serie che diventa sempre più avvincente. Un nuovo capitolo dove ho potuto rivedere Andras, Hope e altri personaggi già incontrati e di conoscerne nuovi, tutti ben caratterizzati. Liberty è, secondo me, il simbolo di come la “diversità” deve essere vista non una macchia , bensì un dono che ci rende “speciali”!!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

CONTRATTO INFERNALE DI LAURA FIAMENGHI

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Contratto Infernale.
Autrice: Laura Fiamenghi.
Genere: Paranormal Romance.
Pagine: 270.
Editore: Self Publishing, 27 ottobre 2021.
Formati disponibili:Kindle 2,99€/ Kindlunlimited 0,00€/ Cartaceo 13,50€.
Trama:

https://www.amazon.it/Contratto-Infernale-Paranormal-Laura-Fiamenghi-ebook/dp/B09JQR4FM1/ref=mp_s_a_1_1?crid=36PD7V07SJ6ZN&keywords=contratto+infernale&qid=1636912349&sprefix=contratto+infe%2Caps%2C92&sr=8-1

Colorado 1885.
Kit è un uomo senza più nulla da perdere. Corroso dalla rabbia e dal dolore, corteggia la morte affinché lo sollevi dalle sue pene. E così che una notte incontra un misterioso straniero , un Demone, che gli offre l’unica cosa che Kit desidera più della morte: la vendetta. Josephine è rimasta sola al mondo. Il suo nuovo tutore, zio Mortimer, non è affatto un individuo rispettabile e tanto meno lo è il socio in affari a cui lo zio la da in moglie. Durante il lungo viaggio attraverso il West per raggiungere il suo sposo, a Josephine non resta che cercare la fuga. Quando il suo treno viene assaltato dai banditi, chiede al loro capo, Kit, di essere rapita. Ma a Kit non interessa il denaro che Josephine gli promette, l’unica cosa che vuole è la vendetta e la sposa del suo nemico è la pedina che gli mancava per portare a termine il contratto suggellato con il Demone.
ATTENZIONE : il romanzo contiene scene che possono urtare la sensibilità del lettore, si consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.

Giudizio:

Un uomo alla ricerca della sua vendetta . Un Demone in cerca di un corpo di cui prendere possesso. Una giovane fanciulla che anela il diritto di essere libera e felice. Kit, Demalius e Josephine sono i nomi dei protagonisti chiave di questo romanzo che unisce elementi di generi diversi, quali lo storico, il romance e il paranormale, in un connubio interessante e intrigante. Josephine Morgan Bennet è una giovane ragazza, solo in apparenza indifesa, ma in realtà cela dentro di sé una grande dose di coraggio e di determinazione. Il suo giovane spirito è stato duramente temprato dalle avversità della vita che l’hanno segnata irrimediabilmente. Dopo la morte prematura dei suoi genitori, il fato le ha tirato l’ennesimo tiro mancino facendola finire sotto la tutela di suo zio Mortimer, un uomo dalla cattiva reputazione, che, per soddisfare i propri interessi personali, l’ha ceduta in sposa, con un matrimonio di procura, al poco raccomandabile Shilock, di cui la giovane sapeva poco, ma abbastanza per non voler approfondire la conoscenza. Durante il suo viaggio in treno verso l’ Inferno, ovvero verso il lontano West per raggiungere il suo sposo, Josephine ha un unico desiderio trovare un modo per eludere la sorveglianza del tirapiedi di suo marito e dell’ odiosa Signora Darket e tentare così la fuga verso la libertà. È consapevole di non avere i mezzi per finanziare il suo piano in quanto, solo al compimento della maggiore età avrebbe potuto disporre del patrimonio lasciatole dai suoi genitori, ma ciò non la fa desistere dai suoi propositi. È pronta a mendicare agli angoli della strada pur di sottrarsi a quel matrimonio! Il destino sembra offrirle l’occasione propizia quando il treno viene assaltato da dei banditi e gli occhi di Josephine incrociano quelli del capo di questi. Non ha mai visto occhi così malvagi, celano un’ombra oscura che le provoca un brivido e la fa sentire indifesa “al pari di un topolino di campagna che s’imbatte in un cobra”. Nonostante ciò, decide di consegnarsi volontariamente come ostaggio, offrendo in cambio il pagamento di una cospicua somma di denaro: quella le sembra un’alternativa addirittura migliore rispetto al destino che l’aspetta. Ma in quali mani ha riposto il suo futuro la coraggiosa ed incosciente Josephine? Kit, questo il nome del bandito a cui la ragazza ha chiesto di essere rapita, è l’ombra dell’uomo di un tempo, morto anni addietro durante il disastro del ranch della sua famiglia, e che ora anela solo di morire, ma prima di aver portato a termine la sua vendetta, ovvero uccidere con le sue stesse mani il suo peggior nemico : Shilock! “La ragazza era la pedina che gli serviva per il suo scacco”. Questo è ciò che pensa Kit quando scopre casualmente che colei che ha deciso di seguire dei banditi, in apparenza senza scrupoli, non è altro che la mogliettina del suo nemico. Quale occasione migliore da sfruttare a proprio vantaggio? Quale occasione propizia per dare sfogo su quella fanciulla di tutta la rabbia covata da anni nella sua anima perduta? Kit non ha più nulla da perdere, non crede più in nulla, se non alla sua vendetta. Ed è proprio questo suo desiderio corrosivo che lo ha fatto apparire l’involucro perfetto da prendere possesso agli occhi di Demalius, il Demone della vendetta, il Ladro di corpi. Egli è un esteta , adora il lusso e la bellezza, e Kit , il suo prossimo corpo, ne possiede da vendere. Egli è bravo a tessere , come un abile ragno, i suoi piani, si prepara il terreno e quando l’anima del suo prescelto è diventata il terreno fertile dove prosperare, ecco che può compiere il suo balzo finale. Il compimento della vendetta in cambio del suo corpo giovane e corrotto dall’odio! Questo è il contratto infernale sottoscritto da Kit! Ma la presenza di quella ragazza testarda e indomita lo destabilizza, lo fa sentire vulnerabile, come se avesse un cuore, ancora desideroso di vivere. “Dubbio. Tormento. Paura”. Questi i sentimenti che albergano in Kit nel constatare come Josy esercita un ascendente positivo su di lui e su sua sorella Rose. “Rinuncia. Perdona. Vivi”. Queste le parole che tenta di insinuare in Kit la caparbia Josy intenzionata a fare uscire dalle tenebre il ragazzo di un tempo, quello che ha forse venduto al demonio il corpo, ma non il cuore. Riuscirà questo sentimento, sbocciato come un fiore nel deserto, ad avere la meglio sulle forze del Male? Oppure il contratto suggellato con Demalius sarà portato a buon fine?

Tra forze oscure a cui si contrappongono quelle magiche del Bene, il lettore vivrà un finale al cardiopalma dove il coraggio di Josephine sarà il protagonista indiscusso. Ho amato questo personaggio: una ragazza perbene , all’apparenza viziata e fragile, che invece si dimostra pronta a rimboccarsi le maniche e a lottare per ciò che vuole e le fa battere il cuore! Davvero una bella lettura!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

PIACERE IMMORTALE DI DAHLIA MORRISON

Ciao a tutti,

La nostra Anna Maria Bisceglie oggi parteciperà a un review party!

Pronti a saperne di più?

Titolo : Piacere Immortale.

Autrice: Dahlia Morrison.

Genere: Paranormal Romance.

Pagine: 209.

Edito: Caosfera Edizioni, 28 novembre 2019. Formato : cartaceo 17€.

Trama:

https://www.amazon.it/Piacere-immortale-Dahlia-Morrison/dp/8866286028/ref=mp_s_a_1_1?keywords=piacere+immortale&qid=1574807129&sr=8-1

Sono Jamison , e sono un vampiro. La mia indole solitaria mi ha sempre spinto a osare, e spesso mi sono cacciato nei guai. Nonostante tutto, però, vivo la mia vita al massimo. Ho provato praticamente tutto. Sono diventato persino un attore di film per adulti, una vera pornostar. L’ho fatto per mettermi alla prova, è cominciato tutto per gioco ma poi ho incontrato lui. Ho sentito una passione, un desiderio…. e da quel momento in poi niente è stato lo stesso.

Giudizio:

Ho letto parecchi fantasy e, pur non rientrando nel mio genere preferito, mi intrigano comunque quelli “popolati” da vampiri e licantropi. Fino ad ora, però, non mi era mai capitato un fantasy in cui il protagonista è un vampiro ma soprattutto fa il porno divo. Faccio pertanto i complimenti alla scrittrice per l’originalità e per la sua fervida immaginazione! Ho anche apprezzato la narrazione in prima persona perché da modo al lettore di entrare in immediata empatia col protagonista : Jamison Harris. Non si tratta del solito personaggio divenuto per sua disgrazia “vampiro” e che, come spesso accade in altri romanzi, deve imparare ad adattarsi alla sua nuova condizione. Jamison è invece , un vampiro “sui generis” , solitario e felicemente calato nel suo stato, non ha problemi nel trovare il suo rifornimento essenziale senza però lasciare dietro di sé troppe tracce sanguinarie. Un vampiro tutto sommato discreto nella sua caccia costante di prede! Un vampiro bisognoso di soddisfare non solo la sua sete di sangue ma anche i suoi istinti sessuali. E quale terreno più fertile di un set cinematografico per film porno? Jamison non poteva scegliere lavoro più appagante, un lavoro dove trovare prede che soddisfino magari entrambi i suoi desideri impellenti senza però alcun coinvolgimento emotivo! Una clausola prevista anche nel suo contratto e accettata senza riserve.

Ma cosa accadrà se un profumo inebriante comincia a diventare la sua ossessione, a fargli provare sensazioni inspiegabili e assolutamente inusuali per lui? ” Avrei fatto qualsiasi cosa per conoscere la fonte di quel profumo selvaggio”. E quel profumo che lo destabilizza, ha un nome , il nome di Cina’ed , o meglio conosciuto come Kenneth : un licantropo! Due predatori di natura, due esseri soprannaturali che il destino si diverte a far incontrare dando loro la possibilità di mettere in scena un abile gioco di seduzione. Kenneth si rivelerà ben presto un abile giocatore e un attento lettore dell’anima tormentata del nostro vampiro, fino ad allora consideratosi esente da qualsiasi emozione! Quale sarà la reazione di Jamison nel sentirsi per la prima volta, nella sua vita millenaria : nudo e fragile? E sarà mai possibile un sentimento tra un vampiro e un licantropo? La scrittrice ha creato un mondo surreale in cui fa convivere umani e esseri soprannaturali in apparente armonia o quanto meno tolleranza, ma sarà davvero così? Quali pericoli si celano dietro in realtà? Come ho detto all’inizio, ho trovato, durante la lettura, molti punti di forza in questo romanzo, come l’originalità, la narrazione in prima persona e il tentativo di una indagine introspettiva dei personaggi. Ho però riscontrato anche qualcosa che mi ha lasciato un po’ perplessa. Secondo il mio parere la scrittrice si è soffermata un po’ troppo sull’aspetto sessuale e poco sulla caratterizzazione dei personaggi e sulla dinamicità dell’azione. La storia dunque non mi ha convinta al 100% ma, visto che si tratta di un parere soggettivo, valutando il romanzo in modo oggettivo e considerando i suoi elementi a favore e lo stile narrativo abbastanza scorrevole, il mio giudizio resta comunque positivo.

Stelle: 4 ⭐️⭐️⭐️⭐️