LE TRE PARTI DEL CUORE DI LAURA COSTANTINI E LOREDANA FALCONE

Buon week end da Anna Maria e la sua recensione.

Titolo: Le tre parti del cuore.

Autrici: Laura Costantini e Loredana Falcone. Genere: Romance.

Pagine: 445. Editore: goWare , 12 ottobre 2020. Formati disponibili:Kindle 7,99€

Cartaceo 18,04€.

Trama:

https://www.amazon.it/tre-parti-del-cuore-ebook/dp/B08L5BSB5S/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=le+tre+parti+del+cuore&qid=1606224674&quartzVehicle=25-355&replacementKeywords=le+tre+parti+del&sprefix=le+tre+part&sr=8-1

Megan Krantz , pittrice affermata, non esita ad affrontare le scelte del passato quando a chiedergliene conto è il figlio delle due persone che ha più amato al mondo. Tra vecchie fotografie, riviste di moda e cataloghi d’arte, rivivono gli anni Ottanta di Parigi e New York, testimoni dell’ascesa al successo di due giovani donne, sorelle per scelta altrui, amiche per loro volontà, unite e divise da un cuore irrimediabilmente spezzato in tre parti.

Giudizio:

Ormai è da un po’che seguo il duo scrittorio costituito da Laura Costantini e Loredana Falcone e pertanto sono abituata alla loro capacità di spaziare da un genere all’altro senza problemi e alla loro bravura nell’ordire trame non scontate. In questo loro ultimo romanzo ci fanno intraprendere un viaggio nei sentimenti attraverso i ricordi di una dei protagonisti che della storia narrata è parte integrante e attraverso le emozioni di colui che è, in qualche modo, il risultato della stessa. Passato e presente sembrano aver atteso il momento giusto per ricongiungersi. Un vecchio album di fotografie costituisce la memoria di un passato felice ma anche doloroso ed è l’anello di congiunzione che permetterà al passato di dare al presente le risposte che cerca. Megan, Chris, Jill: sono questi i protagonisti della storia e sono essi le tre parti in cui si divide il cuore. Agli estremi di esso vi sono Megan e Jill, le due ragazze unite da un legame affettivo speciale a seguito dell’unione dei loro rispettivi genitori e piene di sogni da realizzare: la prima vuole affermarsi nel campo dell’arte e la seconda nella moda. Due ragazze caratterialmente differenti: Megan più riflessiva mentre Jill più istintiva. Entrambe però legate da un affetto forte e indissolubile, fino a quando, sulla scena delle loro vite, non compare il più famoso critico d’arte di tutta Parigi, meglio noto nel suo ambiente come lo “stroncatore delle carriere sul nascere”: Christopher Jay Kilpatrick, alto, bruno, elegante ma terribilmente arrogante ed egocentrico. È lui che occupa il centro del cuore, è lui che, in qualche modo, con la sua comparsa, provocherà una profonda e forse insanabile rottura in un rapporto che, prima, appariva inscalfibile. “Eravamo più che sorelle, eravamo due naufraghe sulla stessa zattera. Poi è arrivato lui”. In queste parole è perfettamente sintetizzato cosa accade a Megan e Jill dopo che permettono ad un uomo, come C.J., di insinuarsi tra di loro. Difficile per entrambe restare immuni al suo fascino e al suo potere. Difficile per entrambe non agguantare la possibilità di realizzare i propri sogni attraverso la notorietà e l’esperienza di mister Kilpatrick. Impossibile anche non cadere nella sua trappola di seriale tombeur de femme senza subirne le dovute conseguenze. Ma quale sarà il prezzo da pagare? E cosa rappresentano Megan e Jill nella vita di Chris? “..in balìa di due donne che sembravano le due facce della stessa medaglia.

Una medaglia della quale volevo essere l’unico proprietario”. Egoismo. Amore. Possessività. Questi sono forse gli aggettivi che possono, in parte, descrivere il sentimento complesso e perverso che lega Chris a queste due donne così diverse, ma così simili nel trasmettergli sensazioni intense e irrinunciabili. Jill riesce a dargli una passione travolgente ma anche distruttiva, Megan un’ alchimia rassicurante. Come e su quali basi compiere una scelta? È possibile amare due persone allo stesso modo? I tre protagonisti di questa storia rivivranno attraverso le parole e i ricordi di Megan e sveleranno verità, a volte non facili da accettare, e scelte dolorose compiute in nome di un sentimento che, a volte, come in questo caso, sceglie percorsi tortuosi per manifestarsi. Ai nostri protagonisti la vita, come conseguenza delle loro azioni, non risparmierà nulla: successo, passione, emozioni ma anche gelosie, tradimenti, dubbi e una terribile sofferenza che li accomunerà sempre. Il numero tre non è un numero perfetto per l’Amore ma Jill, Chris e Megan cercano e forse trovano un loro modo per ricomporre quel cuore diviso in tre parti imperfette ma complementari. Tre personaggi con cui non sono riuscita sempre ad accettare le scelte, per quanto spinte da un amore che mi è parso, a volte, egoista e distruttivo. Di sicuro il personaggio più difficile da comprendere è Chris: ho detestato la sua mania di controllo, il suo costante tentativo di voler forgiare le sue donne in base ai suoi e non ai loro desideri; ho provato anche compassione per lui perché, comunque, è rimasto vittima della stessa trappola e, come per la passionale Jill e la razionale Megan, ha pagato lo scotto delle sue altalenanti scelte. È di sicuro un romanzo che, oltre ad emozionare, porta il lettore ad interrogarsi su i diversi modi di amare e su come questi possano, se possibile, coesistere. Ognuno potrà darsi la risposta che meglio crede ma, prima di emettere un giudizio, occorrerà arrivare al termine di questo viaggio tra passato e presente. Buona lettura!

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

RICARDO y CAROLINA DI LAURA COSTANTINI E LOREDANA FALCONE

Ciao a tutti, eccoci ancora qui con nuove scoperte.

La nostra Anna Maria Bisceglie ci parlerà di due scrittrici che hanno scritto un libro a quattro mani.

Siete pronti?

Titolo:Ricardo y Carolina.

Autrici: Laura Costantini e Loredana Falcone. Genere:romanzo storico-rosa. Pagine:400.

Edito:goWare,5 ottobre 2015.

Prezzo Kindle: 4,99 €

Prezzo cartaceo: 12,74 €

Trama:

Abbandonare l’Italia e un pretendente in grado di garantirle un futuro nell’aristocrazia della Milano del XIX .Questa è la scelta di Carolina.Rifiutare le convenzioni,inseguire la libertà.Anche di raccontare il mondo sulle pagine di un giornale.Per se stessa e per il Messico di Benito Juarez affronta l’oceano,le diffidenze,i nobili bigotti e reazionari ,la monarchia asburgica,la tirannia francese.Per sentirsi parte della lotta dell’uomo che ha scelto di avere accanto,rinuncia a gioielli e crinoline e veste i cenci della revolucion .

Carolina è figlia del Risorgimento ,decisa a rischiare vita e onore in nome di un’emancipazione che precorre i tempi. Ha dalla sua la forza della verità e dell’amore. Per la libertà .E per l’unico uomo che è riuscito a rubarle il cuore.

Giudizio:

Quando ho cominciato a leggere questo romanzo,devo confessare,la prima sensazione che ho provato è stata soggezione.In primis,per la lunghezza:400 pagine possono intimorire qualunque lettore e poi per l’argomento trattato la rivoluzione messa in atto in Messico da Benito Juarez. Pagina dopo pagina però,tutte le mie reticenze sono svanite e sono stata risucchiata in una storia dominata da odio,violenza,intrighi e corruzione,ma dove ,piano piano,ci pensa l’amore a rubare la scena alle atrocità della guerra.Perché Ricardo y Carolina parla di Amore e in particolare di due intense storie d’amore ,quella tra Ricardo e Carolina e quella tra Clair e Victoria. Due i personaggi maschili : Ricardo,un impenitente dongiovanni,figlio di don Leon rispettato ed influente medico di corte e Clair,El General Rubio,un combattente,un rivoluzionario.Due uomini diversi per origini ed estrazione sociale,ma accomunati non solo nella lotta per l’affermazione dei propri ideali patriottici,ma anche nell’amore verso le loro rispettive donne.Due uomini che dimostrano sul campo di battaglia coraggio,determinazione e cinismo,ma che sono disposti a cedere le armi ,a spogliarsi delle loro corazze dinanzi a coloro che hanno catturato il loro cuore.Significativa ,a tale proposito,è la scena in cui Ricardo,senza pensare alle convinzioni sociali,al suo essere Uomo,si inginocchia dinanzi alla sua Carolina per chiederle la mano e dimostra in quel momento non la sua fragilità,ma la grandezza del suo cuore e la veridicità dei suoi sentimenti.Ma chi sono le due fanciulle che sono riuscite a “domare” e “conquistare” il cuore dei nostri impavidi guerriglieri?

Carolina Crivelli,la voce narrante di questo romanzo,è una donna coraggiosa e emancipata che abbandona l’Italia,la sua famiglia e un pretendente per inseguire il suo sogno,quello di diventare giornalista.Per Carolina,il viaggio in Messico ha lo scopo di dimostrare a sé stessa e soprattutto alla società del tempo maschilista e bigotta che l’essere donna non la rende inferiore ad alcun uomo.”Ho scelto una professione da uomo e se voglio raggiungere il mio obiettivo ,devo superare i limiti dell’essere donna mettermi sul loro stesso piano e ribaltare i ruoli,non preda,ma cacciatrice.” Il suo spirito ribelle e anticonformista non le servirà però dinanzi all’affascinante don Ricardo ,l’uomo che farà breccia nel suo cuore,colui per il quale sarà disposta a modificare i suoi piani e a mettere a repentaglio anche la sua vita.Coraggio e determinazione contraddistinguono l’altro personaggio femminile :Victoria,anche lei,abbandona,per amore del fratello Ricardo e soprattutto per amore del suo uomo,gli agi e il prestigio a cui è stata abituata pur di seguire la voce del Cuore.Innegabile l’impronta femminile che si percepisce in questo romanzo,scritto a quattro mani da due scrittrici che dimostrano bravura in quanto la storia è ben scritta,preparazione perché,dovendo affrontare un tale argomento,è ovviamente necessaria una attenta documentazione storica ed infine sensibilità.vista la particolare attenzione dedicata ai personaggi femminili del romanzo.Ricardo y Carolina è un romanzo in cui si esalta il ruolo della donna e il suo desiderio,ancora attuale,di essere considerata pari all’uomo in ogni campo ;perché purtroppo,nonostante le battaglie vinte per l’emancipazione femminile,le donne,ancora oggi,devono combattente per conquistare il loro posto nella società.Mentirei se vi dicessi che questo romanzo l’ho divorato perché non è così.Ricardo y Carolina va letto con calma e attenzione ma soprattutto usando quello che sempre serve quando si legge un libro:Il CUORE!!

Stelle: 4 stelle.