LA VENDETTA NEL VENTO DI ROBERTO CIARDELLO

Buongiorno a tutti,

Eccoci oggi con un thriller.

Non abbiate paura, la nostra Anna Maria Bisceglie ve ne parlerà subito.

Siete pronti?

Titolo:La vendetta nel vento.

Autore: Roberto Ciardello

Genere: horror/fantasy.

Pagine: 87

Editor : Tracce d’inchiostro

1 edizione ottobre 2018.

Prezzo kindle: 2,99

TRAMA :

https://www.amazon.it/vendetta-nel-vento-Roberto-Ciardiello-ebook/dp/B07KRNC811/ref=mp_s_a_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅZÕÑ&qid=1551251593&sr=1-1&pi=AC_SX236_SY340_QL65&keywords=la+vendetta+nel+vento&dpPl=1&dpID=51sWAlPgZwL&ref=plSrch

In una tranquilla giornata di maggio,Fabiana,14anni,si ritrova,sola,in mezzo ad un prato: è spaventata e confusa.Come mai si trova lì,lontano dalla sua casa……a quell’ora dovrebbe essere a scuola a conquistare gli ultimi ottimi voti prima delle vacanze estive ed invece……è in un luogo del tutto sconosciuto.La sua mente è totalmente offuscata! L’unica cosa che ricorda bene,è che la sera precedente,si è incamminata verso casa,a piedi,da sola,dopo aver festeggiato il compleanno della sua amica Cristina poi,il buio più totale.Quando però,i ricordi pian piano cominciano ad affiorarle nella mente un senso di angoscia e terrore la assale e Fabiana allora ricorda che anche quella notte terribile,le è venuta in soccorso nonna Maria per allontanare da lei il suo dolore e ora,prendendo tra le mani,un soffione visto tra l’erba,le pare di sentire ancora le sue parole:Esprimi un desiderio ,piccola,e soffia forte…..” E Fabiana allora soffia forte e più soffia,più nasca in lei un unico desiderio,quello della VENDETTA! In un medesimo stato di trance,si ritrovano,quella mattina di maggio,altre due persone: Aldo e Gigi,colleghi e amici; ma loro sanno cosa è successo quella notte,loro non hanno dimenticato ma non sanno ancora ……” il potere di un batuffolo bianco portatore di vendetta.”

GIUDIZIO:

Roberto Ciardariello è riuscito a racchiudere,in sole 87pagine,tutti gli elementi che caratterizzano un “piacevole”horror.Il ritmo lento e la cadenzata e dettagliata descrizione non solo degli ambienti ma soprattutto degli stati d’animo dei personaggi riescono a creare nel lettore un certo PATHOS.Sin dalle prime pagine ,infatti,l’immagine di quella ragazza smarrita,confusa,impaurita,lì,sola,a piedi nudi nel prato,”dentro una veste bianca che non ricorda di aver mai comprato”,crea da subito un senso di smarrimento e confusione ,pari a quello provato dalla ragazza.Subito dopo nasce la curiosità di conto a sfogliare quelle pagine per verificare se quei pensieri,quei terribili presentimenti che stanno attraversando mente e cuore,corrispondono o meno alla realtà.E quando poi ,in modo brutale e diretto,l’autore toglie al lettore ogni dubbio descrivendo gli eventi di quella terribile notte,ecco che nel lettore resta solo un senso di amarezza,una profonda tristezza per quella povera ragazza la cui unica colpa è stata la sua ingenua fiducia nel prossima.Ingenuità,incoscienza e un desiderio di indipendenza che purtroppo le sono stati fatali!!!

Roberto Ciardariello narra un terribile fatto di cronaca ,uno di quelli che ormai sono diventati all’ordine del giorno ma che non per questo lasciano indifferenti ma egli non si limita a descrivere un atto di violenza bensì lo arricchisce con elementi di fantasia che rendono la narrazione stessa più avvincente e la condiscono con la giusta dose di terrore e suspense.Un romanzo che si legge tutto d’un fiato,non particolarmente impegnativo ,ben scritto e che lascia nel lettore sentimenti contrastanti: malinconia,rabbia ma anche la certezza che ogni violenza perpetrata trova sempre e comunque la giusta punizione!

Stelle⭐️⭐️⭐️⭐️