MISS HAPPY ENDING IN LOVE DI CECILIA BERTOD

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Miss Happy Ending In Love.
Autrice: Cecile Bertod.
Genere: Romance / Chick Lit.
Pagine: 351.
Editore: Self Publishing, 4 novembre 2022.
Formati disponibili: Kindle 0,99€/ Kindlunlimited 0,00€/ Cartaceo copertina flessibile 13,52€ – copertina rigida 19,84€.
Trama:

https://www.amazon.it/Miss-Happy-Ending-Cecile-Bertod-ebook/dp/B0BLKT49T6/ref=mp_s_a_1_1?crid=3IXUJHSYSEP25&keywords=cecile+bertod&qid=1668287915&qu=eyJxc2MiOiI0LjY4IiwicXNhIjoiNC4wMSIsInFzcCI6IjMuMjAifQ%3D%3D&sprefix=cecile+%2Caps%2C174&sr=8-1

Charlotte odia i lunedì, legge gossip e organizza viaggi a Dubai. Quello che sogna è di aprire una piccola agenzia matrimoniale a Parigi. Così, quando scopre che sua zia Florence le ha lasciato un piccolo appartamento in periferia, fa le valigie e si trasferisce a Sevran. Il notaio è stato chiaro: l’appartamento è tuo, fanne quello che vuoi. Ha dimenticato di dirle, però, che una delle stanze è già occupata dal più velenoso avvocato divorzista della Francia, Vincent Arnaud. Il loro incontro è catastrofico, la convivenza un inferno.
Uno dei due deve andarsene, ma chi? Non certo Vincent , che per buttare fuori Charlotte è disposto a fare qualsiasi cosa. Perché Vincent è fatto così. Non gli importa di nessuno o forse sì? “Ci voltiamo all’unisono , ritrovandoci a fissare una porta chiusa. Forse quella di un bagno. La maniglia si abbassa. “Polizia , in cosa posso esserle utile?” la voce impastata di un agente riempie l’ambiente. E sulla soglia compare uno sconosciuto di cui registro sull’immediato solo tre dettagli: Grosso. Nudo.. Oddio, qual’era l’altra?”

utile? Questo è il centralino, la metto un attimo in attesa. Flamme Noire, con chi desidera parlare?” Questa fastidiosa litania è costretta ad ascoltarla ogni giorno dal suo ufficio, che divide con la sua collega Morgane, la nostra protagonista. Charlotte Vigart è la figlia del direttore dell’agenzia viaggi presso cui lavora , ma suo padre preferisce mantenere con lei , sul posto di lavoro, un rapporto formale. Persino, quando deve inviarle delle mail , preferisce firmarsi col cognome e non col suo nome di battesimo Antoine o più semplicemente papà. Questo rapporto un po’ ingessato tra padre e figlia non esiste solo sul lavoro, ma anche in famiglia Charlotte si sente imprigionata in una vita che non le appartiene e che viene programmata da altri. Ma guai a contraddire i Vigart! Charlotte è una ragazza di ventisei anni, che sperava a questa età di avere il suo kit personalizzato di “principe azzurro con castello fatato” , ma si rende sempre più conto di come quel suo agognato “e vissero felici e contenti” è forse pura utopia.

La notizia “bomba” del divorzio milionario tra i Carré, una coppia patinata che ha fatto sognare tutti i lettori di riviste gossip, le da una ulteriore conferma di quanto le favole non esistono nella realtà e la fa sprofondare in un inguaribile cattivo umore, soprattutto considerando il fatto che è lunedì. Occorrono notizie rassicuranti di lunedì per affrontare così meglio la settimana, incominciate per la nostra Charlotte decisamente col piede sbagliato! La sua avvilente e prevedibile quotidianità sta invece per essere stravolta quando, a seguito della morte di una zia paterna , un tipo alquanto fuori dalle righe, di cui conosceva a stento la calligrafia dalle cartoline che le inviava da varie parti del mondo , scopre di essere stata designata nel suo testamento. Persino, nel momento della sua dipartita la cara zia Florence, ha voluto distinguersi con una bara fucsia che spara a tutto volume il suono di una chitarra elettrica e con delle disposizioni testamentarie alquanto originali. “Non vi lascio un accidente di niente!” Con queste sue lapidarie parole la zia ha sganciato la sua bomba sui presenti , solo a lei , ritenuta “l’unica a non averle fatto nulla”, ha invece lasciato un appartamento a Sevran. A Charlotte questo lascito inaspettato pare l’occasione propizia per prendere in mano la sua vita, per imporre la sua volontà dinanzi ai suoi genitori, che vedono invece nella sua decisione di accettare l’appartamento e di aprire una agenzia matrimoniale, come il capriccio di una ragazza senza esperienza, che le farà perdere l’unica occasione di realizzarsi che le era capitata, ovvero un posto come assistente all’ Avant-Garde. Le rosee aspettative di Charlotte sembrano volersi subito infrangersi quando mette piede a Sevran: un altro lato del mondo popolato da facce poco raccomandabili e venditori ambulanti di kebab! Come può pensare di aprire una agenzia matrimoniale proprio in quel luogo dimenticato da Dio? E le cose non vanno meglio neppure quando entra in quello che dovrebbe essere il suo appartamento, un luogo messo sotto sopra, impregnato dalla puzza di alcol e sigarette. Quale tipo di tsunami lo ha investito? Ma le sventure per la nostra Charlotte non sono finite perché fa la sgradita conoscenza di un uomo , avvolto solo in asciugamano, che sostiene di essere il legittimo inquilino dell’appartamento, o più precisamente del cinquanta per cento dello stesso, adibito a studio legale.

Si tratta di Vincent Arnaud , un avvocato divorzista che, a prescindere dal suo aspetto trasandato e dal suo comportamento da cinico troglodita, è abbastanza conosciuto sulla piazza vista la sua abilità nel distorcere la realtà e la sua convinzione che qualsiasi verità sia soggetta ad interpretazione. Per Vincent la parola Amore è solo un nome che si dà ad un qualcosa di inesistente, se non nella immaginazione di poveri illusi, che poi ne pagano poi un conto salato. Proprio come è successo a lui! Per Vincent ora conta solo il lavoro e quelle quattro mura, l’unica cosa che gli è rimasta, e che non ha intenzione di farsi portare via da una ragazzina viziata che pare vivere in una surreale bolla rosa. Come potranno mai convivere sotto lo stesso tetto questi personaggi, con due visioni della realtà così differenti? Ne vedremo davvero delle belle! Sarà una guerra senza esclusione di colpi bassi, dove spesso a pagarne le conseguenze sarà un inguardabile putto di gesso! E se a dare loro una spintarella fossero proprio i famigerati coniugi Carrè? Una convivenza forzata che apporterà cambiamenti inaspettati in entrambi: una maturazione nella tenace ragazzina sognatrice e un ravvedimento nel cuore del più cinico avvocato di Parigi. Una lettura esilarante e romantica , ma assolutamente non superficiale!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

NON È UN PAESE PER SINGLE DI FELICIA KINGSLEY

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Non è un paese per single.
Autrice: Felicia Kingsley.
Genere:Romance – Chick-lit.
Pagine: 423.
Editore: Newton Compton Editori, 10 gennaio 2022.
Formati disponibili:Kindle 5,99€/ Cartaceo 9,40€.
Trama:

https://www.amazon.it/gp/aw/d/B09N91VN34/ref=tmm_kin_swatch_0?ie=UTF8&qid=1661519378&sr=8-1

Dall’autrice del bestseller Matrimonio di convenienza. Belvedere in Chianti, piccolo borgo sulle colline toscane, dove abbondano ulivi e vigne ma di scapoli nemmeno l’ombra, è in fermento: Charles Bingley, nipote del defunto conte Ricasoli, sta arrivando dall’Inghilterra per prendere possesso dell’eredità, la tenuta Le Giuggiole. La notizia ha scatenato le potenziali suocere , disposte a tutto pur di sistemare le figlie con Charles o con il suo altrettanto affascinante, ricco e single amico Michael D’Arcy. A chi, invece, questa caccia al marito non interessa, è Elisa , amica d’infanzia di entrambi i giovani, con i quali passava tutte le estati alla tenuta, dove ora vive e si occupa con passione della vigna e della produzione del vino. Mentre tutte le ragazze di Belvedere si contendono i due appetitosi single , Elisa cerca di capire cosa ne sarà della tenuta, dato che Charles e Michael sembrano arrivati in Toscana con intenzioni poco chiare. Sono passati molti anni da quando lei e Michael erano compagni di giochi, la vita li ha cambiati e molti segreti si sono annidati tra le pieghe del tempo, che però sono sempre più difficili da nascondere. Possibile che due amici affiatati come loro possano ritrovarsi nemici? E se tra bicchieri di Chianti , scorpacciate di pappardelle e molti malintesi Elisa e Michael finissero a fare i conti con sentimenti tanto forti quanto imprevisti e forse impossibili da reprimere? A Belvedere, terra di pettegolezzi, tutti vogliono sapere…La commedia romantica più attesa dell’anno. Un’autrice da oltre mezzo milione di copie.

Giudizio:

Ironia e Romanticismo sono il marchio di fabbrica che contraddistingue ogni storia uscita dalla penna di Felicia Kingsley! Se arrivare al cuore del lettore, facendogli aumentare il battito cardiaco con la semplice lettura di una scena, non è cosa semplice o scontata, altrettanto, anzi forse più complicato è strappargli fragorose risate, ma la Kingsley è una maestra in entrambi i campi. Tra un pappagallo in crisi di identità, tre “Cozze” alla ricerca di un marito e tante altre esilaranti, quanto paradossali situazioni sarà davvero difficile trattenere le risate , quanto non farsi coinvolgere dalle schermaglie amorose dei due protagonisti. A fare da palcoscenico a questa storia sarà Belvedere in Chianti, un paesino di tremila e duecento anime al confine tra Firenze e Siena, dove “nessun uomo celibe è al sicuro, nemmeno quello che indossa la veste talare”, vista la disperata necessità delle ragazze in età da marito di trovare l’uomo giusto. E le donne di Belvedere paiono avere sviluppato una sorta di radar per individuare un potenziale buon partito nel giro di qualche km. La notizia dell’arrivo in paese di Charles Bingley, il nipote di Ricasoli, che alla morte di quest’ultimo ha ereditato la tenuta “Le Giuggiole ” crea perciò un certo scompiglio nella popolazione femminile di Belvedere, pronta a mostrare la propria mercanzia e conquistare l’agognato premio: un marito! Unica voce fuori dal coro pare essere Elisa Benetti, la quale non è affatto intenzionata ad accalappiare alcun uomo e poi lei non è nemmeno vista dalle altre , come una candidata papabile, in quanto “marchiata dalla lettera scarlatta di ragazza madre”. Elisa è infatti l’apprensiva mamma di Linda, una tredicenne a cui piace passare il tempo china sui libri. Ed è inoltre una donna che ha imparato dopo il suo errore di gioventù a mettere da parte i suoi sogni e a reinventarsi una nuova vita, laureandosi in Agraria e specializzandosi in Enologia, così da poter dedicarsi con dedizione al vigneto della tenuta. Ha anche imparato a provare affetto verso quella adolescente goffa e impacciata di un tempo, che è riuscita con una buona dose di autodisciplina a trasformarsi in una donna dalla bellezza non appariscente, come sua sorella maggiore Giada , ma di sicuro “apprezzabile”. L’arrivo di Charles e del suo migliore amico Michael non lasciano indifferenti neppure la nostra Elisa , che pare fare un tuffo nel passato, a quelle estati spensierate trascorse assieme a quei due ragazzi, ora trasformati in uomini capaci di suscitare l’interesse femminile, anche quello meno interessato, come il suo. Ma se Charles, che per lei è sempre stato “Carletto” ha conservato, a distanza di anni, la sua “personalità da cucciolo di Labrador”; altrettanto non può dirsi del suo amico, quello che in passato era il suo complice in ogni tipo di avventura, che ha lasciato il posto ad un uomo tanto avvenente quanto freddo e arrogante. “Solo gli occhi continuano ad essere gli stessi, due iridi di un colore indefinibile, azzurri o verdi a seconda della luce, sempre accesi da una strana scintilla, come se stesse pensando a un altro guaio da combinare , o avesse un segreto che, all’occorrenza, solo a me intendeva confessare”. Dove è finito il suo Michael? Quando e perché si è trasformato in una slot-machine che moltiplica soldi senza un cuore? Michael è diventato un drogato del lavoro, così ossessionato dalla società di investimenti da non capire più nulla, ma a risentirne sono anche le sue prestazioni professionali. La pausa forzata che gli è stata imposta dal suo socio in affari e il viaggio in Toscana per convincere Charles a vendere la tenuta fanno piombare il nostro impeccabile uomo di affari in una realtà che all’inizio gli appare un incubo, vista la mancanza di quelle comodità a cui è abituato, ma pian piano lo fanno anche tornare indietro nel tempo. In ogni suo ricordo affiora la presenza di Elisa , ora trasformatasi in una donna avvenente e in una madre attenta ,ma forse troppo preoccupata ad impedire a sua figlia di commettere il suo stesso errore. Tra Michael ed Elisa sarà guerra senza alcuna esclusione di “brutti” tiri mancini , ma dietro le loro scintille pare nascondersi delle braci ardenti da tempo, che non riescono a trovare il momento giusto per innescare l’incendio! “Hai paura?” Questo era il loro vecchio guanto di sfida, a cui nessuno dei due si tirava mai indietro, ma ora da adulti entrambi devono forse ritrovare il coraggio perso : Elisa deve smettere di farsi frenare dalla paura di non essere mai all’altezza e Michael deve trovare il coraggio di accontentarsi di una vita che non gli appartiene e imparare a chiedere scusa. Riusciranno i nostri protagonisti a superare le loro incomprensioni, le verità omesse , ma soprattutto le rispettive paure? Riusciranno a capire la differenza tra avere rimorsi e avere rimpianti? Un romanzo da leggere assolutamente!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

UNA SPOSA PER DUE FRATELLI DI ELISA MURA

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Una sposa per due fratelli.
Autrice: Elisa Mura.
Genere: Chick- lit.
Collana: Brand New.
Pagine: 300.
Editore: Dri Editore, 24 maggio 2022.
Formati disponibili:Kindle 2,99€/ Cartaceo 14,99€ .
Trama:

https://www.amazon.it/Sposa-Fratelli-BrandNewRomance-DriEditore-Vol-ebook/dp/B0B21MTYT3/ref=mp_s_a_1_1?crid=2UNUQ0Q6KEPQY&keywords=una+sposa+per+due+fratelli&qid=1654806180&sprefix=una+sposa+per+due+%2Caps%2C76&sr=8-1

“La mia libertà sarà la sua rovina”. Sumire è l’erede dell’impero di famiglia e si trova invischiata in un matrimonio combinato. Peccato che non abbia intenzione di sottostare alle regole del padre. Jasper ha un’unica possibilità per seguire il suo sogno piegarsi all’accordo con il fratello. Cosa dovrà fare? Semplice. Far innamorare Sumire e spezzarle il cuore. Un gioco da ragazzi. Se non fosse per il fatto che Sumire è eccentrica, fuori luogo e… indomabile. Fra tentativi di seduzione e accesi battibecchi il piano sta per compiersi. Ma siamo davvero sicuri che conquistare la promessa sposa di suo fratello sia una buona idea?

Giudizio:

La penna ironica e irriverente di Elisa Mura ha partorito non un semplice chick – lit capace di strappare sorrisi e procurare batticuori, ma un piccolo gioiellino che permette al suo lettore di conoscere una realtà, forse sconosciuta, come quella del mondo del cosplay. Si tratta infatti di una parola macedone che ha fuso due parole inglesi: costume e gioco , ed infatti consiste nella pratica di indossare un costume che rappresenta un personaggio di un fumetto, di un videogioco o di un cartone animato. Tali travestimenti , alquanto eccentrici, possono apparire strambi allo sguardo di occhi che si limitano alle apparenze, ma se si va oltre quel costume si può magari scoprire il desiderio della persona che vi si cela di voler essere libera e apprezzata per ciò che è e non giudicata in virtù di ciò che indossa. “Quando il mondo cercherà di farti sentire sbagliata, ci sarà sempre qualcuno che ti amerà a prescindere da tutto”. Queste parole pronunciate dalla madre della protagonista, scomparsa troppo in fretta, sono divenute il motto a cui si ispira da sempre la nostra Sumire Fujiwara, una convinta cosplayer, nonché rampolla dell’irreprensibile Kazuhiko Fujiwara, colui che ha creato un ricco colosso giapponese nel campo della tecnologia e che ha in sé radicati un forte senso dell’onore , delle tradizioni e del rispetto delle regole. Lo stile di vita di Sumire , decisamente fuori dagli schemi, non collima affatto con il modo di pensare e di vivere di suo padre, che considera assolutamente ridicoli i suoi travestimenti. Ma suo padre non è l’unico a giudicarla “inadatta” o addirittura “difettosa”. Sumire è ormai abituata a essere oggetto di derisione e di scherno da parte di chi, compreso suo padre, non comprende e non apprezza la sua creatività, ma crescendo ha imparato che “ognuno definisce se stesso, ma non gli altri”. Sumire non vuole assolutamente trasformarsi in ciò che suo padre desidera per lei e di sicuro non è intenzionata ad accettare l’assurdo matrimonio combinato con Zachary Withers, il futuro presidente delle Withers Group, al solo fine di saldare un’alleanza “olimpionica” tra due colossi dell’imprenditoria. Mai e poi mai sposerà quel tipo dall’incarnato lattiginoso , vestito come il perfetto protagonista di una foto d’epoca, che è lampante che veda in lei solo una gallina dalle uova d’oro da non farsi sfuggire e che non cela affatto un arrogante disappunto per il suo abbigliamento “fuori dalle righe”. Per la sua libertà è disposta a rinunciare a tutto, in primis al suo cognome “Fujiwara” che è per lei come la kriptonite e anche agli agi che ne derivano. Sumire desidera essere solo se stessa e non lo sarebbe mai al fianco di quello spocchioso di Withers. Zachary Withers è il maggiore tra i due fratelli, è inaffidabile, egocentrico, superficiale e libertino, ma sarai lui a dirigere l’impero di suo nonno, che fino ad ora è stato brillantemente mantenuto a galla grazie al lavoro svolto dietro le quinte da Jasper, o per essere più precisi Casper , suo fratello minore. È lui che per fare da balia a suo fratello e per impedire che questi facesse crollare a picco l’intera “baracca”, ha deciso di abbandonare il percorso che si era prefissato, “un percorso fatto di spartiti, di note musicali, di melodie ed emozioni intense. Vere”. Jasper, proprio per assicurare a suo fratello, ancora una volta, il ruolo di primadonna e di non vederlo fallire nella missione impossibile della conquista di Sumire Fujiwara, accetta un’assurda scommessa: spezzare il cuore di quella bizzarra e svitata ereditaria giapponese! Una scommessa che vede Sumire come la preda da fare cadere in trappola, ma se i ruoli finissero per invertirsi? Una vicinanza, non casuale, tra i due genererà inizialmente un duello senza esclusioni di colpi e innescherà poi scintille pronte a trasformarsi in un pericoloso incendio! Sumire e Jasper si scopriranno molto più simili di quanto credano: entrambi vogliono solo essere liberi da vincoli familiari e da convenzioni sociali bigotte o stereotipate. Sumire imparerà a fidarsi di quello stalker fantasmino, che però la fa sentire amata , desiderata e appagata e Jasper, invece, scoprirà chi si nasconde dietro quei costumi succinti : una ragazza coraggiosa, pronta a sfidare le leggi, non interessata alla ricchezza, che si veste come le pare e se ne frega del.parere altrui. Ma cosa accadrà quando la verità verrà a galla? Come reagirà Sumire? E quali il prezzo da pagare per la libertà? Una lettura che si divora in un battibaleno, che appassiona, che fa sorridere ed emozionare! Cosa si può volere di più? Buon divertimento assieme a Sumire e a Casper!!!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

LANTY IN LONDON DI TIZIANA IACCARINO

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Lanty in London ( vol. 3 della serie Lanty & Cookies).
Autrice: Tiziana Iaccarino.
Genere: Chick Lit – Commedia romantica.
Pagine: 150.
Editore:Self Publishing, 10 marzo 2022.
Formati disponibili:Kindle 0,99€ prezzo lancio dal 10 febbraio al 10 marzo – cartaceo 8,50€.
Trama:

https://www.amazon.it/Lanty-London-della-serie-Cookies-ebook/dp/B09S4T2N78/ref=mp_s_a_1_1?crid=2IDT05IECXKLA&keywords=tiziana+iaccarino+lanty+in+london&qid=1647250823&sprefix=tiziana+iacca%2Caps%2C115&sr=8-1

Un amore a gonfie vele, una carriera in ascesa e una grossa bugia. Quando Lanty inizia la sua storia d’amore con Ryan sembra che più niente possa disturbare la sua serenità. La sua relazione, la carriera, il successo e gli amici le riempiono l’esistenza di frizzante positività. Peccato che l’improvvisa partenza di Ryan alla volta dell’Inghilterra e l’irreperibilità di Alex le facciano illuminare la spia del sospetto che quei due stiano combinando qualcosa di strano. Lanty decide di partire a Londra con la sua amica Daniela, nella speranza di scoprire ciò che succede dietro il muto cambiamento del suo innamorato e lo strano comportamento del suo amico. Che cosa accadrà nella city di tanto sorprendente da destabilizzare di nuovo la vita della ragazza? Un appuntamento, una mancata verità e una serie di bugie coinvolgeranno tutta la famiglia di Ryan. Ma cosa sta nascondendo ora l’uomo di cui si è perdutamente innamorata? In un susseguirsi di avventure al limite dell’inverosimile, incontri paradossali, inseguimenti e rese dei conti, Lanty scoprirà, ancora una volta, quanto l’amore sia in grado di superare degli ostacoli , anche se….”Lanty in London” è il terzo volume della serie”Lanty & Cookies”.

Giudizio:

Ed eccomi qui , per parlarvi del terzo capitolo della serie Lanty & Cookies, in cui si ha modo di scoprire quali altre disavventure ha in serbo il destino per la nostra Lanty. Eh sì, perché pare proprio che la nostra protagonista, ogniqualvolta crede di aver raggiunto un equilibrio e una tranquillità soprattutto in campo sentimentale, ecco spuntare fuori l’ennesimo imprevisto, pronto a fare traballare ogni sua certezza. Prima di addentrarsi in questa nuova storia, occorre fare un piccolo backup. Abbiamo visto nel precedente romanzo la determinata Lanty riprendersi dal fallimento del suo matrimonio con Marcello e dal tradimento di Alex,il suo ex amico “tutto foulard pink e gel nei capelli”, grazie alla comparsa in scena del ricco imprenditore americano, Dave Martins. Questi le ha dato la possibilità di entrare in società con lui, di volare a New York e di voltare pagina anche in campo sentimentale, grazie al colpo di fulmine scattato tra lei e Ryan, il figlio del suo nuovo socio. Ancora una volta, Lanty non può che essere più che soddisfatta professionalmente, perché grazie a Dave Martins la sua società è entrata a fare parte del giro esclusivo dei brand di ultima generazione, ha riscontri positivi anche sui social network ed è più che fiduciosa sui futuri introiti derivanti dalla apertura del nuovo showroom in via Montenapoleone. In questa sua nuova avventura Lanty può contare sulla presenza, sulla collaborazione creativa e soprattutto sull’amicizia dell’insostituibile Daniela, a cui vuole riconoscere una meritata promozione, come team manager del laboratorio di Cologno Monzese, rimasto il loro quartiere generale, dove prendono vita tutte le loro creazioni. Anche il campo affettivo sembra finalmente sorriderle accanto a Ryan,che le pare l’uomo della sua vita, colui che la fa sentire nell’intimità non un semplice oggetto di piacere, bensì una donna da amare e con cui condividere il piacere stesso. Per la prima volta nella sua vita, la nostra protagonista inizia a fantasticare persino di mettere su famiglia con Ryan. Un quadro idilliaco sotto ogni aspetto! Ma la fregatura è sempre dietro l’angolo, pronta a sbucare fuori per far riaffiorare a galla in Lanty timori e dubbi mai dimenticati. A rompere questo equilibrio, apparentemente perfetto, ci pensa in primis Alex, il suo ex amico, che pur se rientrato in affari con loro e aver chiesto perdono per gli errori commessi, non è riuscito a riconquistare la fiducia di Lanty . Il suo inspiegabile scomparire senza una spiegazione fa riemergere nuovi sospetti. A questo si aggiunge una improvvisa e poco chiara partenza di Ryan per Londra! Tutto ciò non fa altro che gettare Lanty in un mare di dubbi, che è intenzionata a dissipare subito, partendo anche lei per la city assieme alla sua inseparabile Daniela. Mai può immaginare quello che le riserverà questo suo viaggio. Mai può immaginare di dover prendere parte ad una surreale e grottesca messinscena pur di salvare gli interessi della sua società e pur di insabbiare un ingombrante e pericoloso scheletro, uscito dall’armadio della famiglia Martins. Lanty si troverà costretta a recitare una parte che le sta stretta, a mandare giù bocconi amari e a vedere vacillare persino i suoi sentimenti per Ryan. Possibile che ancora una volta abbia risposto il suo cuore nella persona sbagliata? Possibile che si sia lasciata ingannare da quell’amore , così dirompente e vero, che Ryan le ha fino ad allora dimostrato? Era davvero tutto un bluff? In questo terzo capitolo avremo modo non solo di seguire Lanty nella sua disavventura londinese, ma anche di inoltrarci assieme a lei tra le vie di Londra, respirandone l’aria pungente ma frizzante. Ritroveremo delle descrizioni accurate non solo dei luoghi che fanno da sfondo alla storia, ma anche degli outfit indossati dai personaggi femminili presenti, sempre delineati in modo dettagliato e civettuolo. Unico neo in questo terzo capitolo è forse, a mio avviso, nella trama in sé, che mi è parsa un po’ debole, poco originale e quasi forzata nel voler creare situazioni al limite del surreale. Ho un po’ rivalutato la figura di Ryan, in quanto mi è parso troppo succube del padre e con poco polso fermo, rischiando così di mettere a repentaglio il suo legame con Lanty. Nonostante ciò, il mio parere resta positivo in quanto mi sono ormai affezionata a questa donna in carriera, sempre costretta a tenere a bada le incognite insidiose che la vita cerca di pararle davanti e che lei affronta sempre con la positività, che la contraddistingue.

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

LANTY IN LOVE DI TIZIANA IACCARINO

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Lanty in Love ( Volume 2 della Serie Lanty & Cookies).
Autrice: Tiziana Iaccarino.
Genere: Chick Lit.
Pagine: 170.
Editore:Self Publishing, settembre 2021.
Formati disponibili:Kindle 2,29€/ Kindlunlimited 0,00€/ Cartaceo 8,50€.
Trama:

https://www.amazon.it/Lanty-love-Tiziana-Iaccarino-ebook/dp/B00FOAY9OY/ref=mp_s_a_1_1?crid=3IPYPG83067F1&keywords=tiziana+iaccarino&qid=1645609523&sprefix=tiziana+ia%2Caps%2C108&sr=8-1

Il destino di Lanty non sembra cambiare rotta, dati i successi che continua a concederle nella vita professionale, così come i disastri in quella personale, anche quando resta single , dopo essersi messa un matrimonio fallito alle spalle. Quando un imprenditore americano decide di investire nella sua società per ampliarla, permettendole di aprire un nuovo capitolo della sua carriera, la ragazza non immagina che ad attenderla oltreoceano ci possa essere un incontro che le cambierà l’esistenza. Sarà la volta buona? Chissà! Anche perché dopo una cena di lavoro, un bicchiere di troppo, un ascensore e un’amica ubriaca che farà da terzo incomodo, nulla si può dare per scontato! Ryan è tanto attraente quanto ricco, proprio come un attore di Hollywood, e sarà capace di farle sperimentare le farfalle nello stomaco, anche se entreranno in scena due volti conosciuti, di nuovo pronti a cambiare le carte in tavola: Alex e Giorgio.Che siano in combutta? Lo scopriremo nel modo e per circostanze più impensabili, soprattutto quando Lanty si accorgerà di essere diventata l’occasione del desiderio di due uomini, perché da una parte Ryan sembra essersene invaghito e dall’altro Giorgio è intenzionato a riconquistarla. Chi l’avrà vinta, chi sarà il vero amore? ** Lanty in Love è il volume 2 della Serie “Lanty & Cookies”. “Lanty in Love” è l’appassionante seguito di una commedia romantica in stile chick lit che racconta le bizzarre avventure di una protagonista tanto brillante e divertente da distinguersi come donna per la sua scoppiettante ironia.

Giudizio:

“Mi sono svegliata, belli miei, fatemi largo!” Dopo essersi lasciata alle spalle il fallimento del suo matrimonio e il tradimento da parte del suo miglior amico Alex, Lanty è assolutamente intenzionata a dedicarsi anima e corpo alla sua società la Lanty & Cookies, la quale dopo l’inaugurazione del nuovo showroom in via Montenapoleone si sta facendo sempre più strada e continua a darle grandi soddisfazioni. Pertanto non ha alcuna intenzione di permettere a niente e a nessuno di rovinarle quanto si è conquistata con fatica e dedizione. Lanty ha dunque deciso di darci un taglio con l’amore e con il sesso, dopo la scoperta della trappola ordita alle sue spalle da suo marito Marcello, avvalendosi della complicità di Giorgio e Alex. Niente più sentimentalismi! Non può permettersi di innamorarsi di nuovo per poi essere tradita, quando meno se l’aspetta, quando crede di potersi fidare e invece scoprire, nel modo peggiore, che avrebbe fatto meglio ad essere prudente. L’Amore è solo un’utopia! Il suo unico obiettivo, ora, è la sua carriera come imprenditrice, che pare essere in procinto di fare un nuovo salto di qualità, quando riceve da Dave Martins, un ricco imprenditore americano, la accattivante proposta di collaborare con la sua azienda e di esportare i suoi accessori, reputati all’avanguardia, negli USA. Lanty, assieme alla sua preziosa collaboratrice e amica Daniela, sono entusiaste di questa nuova occasione, non stanno più nella pelle al pensiero di volare a New York per vedere di persona tutti i negozi americani in cui saranno esposti i loro accessori. Di certo, Lanty non immagina minimamente che oltre ad essere letteralmente catapultata in una realtà in cui la parola d’ordine è “lusso sfrenato”, dovrà anche fare i conti con alcuni incontri che in un modo e nell’altro cambieranno, di nuovo, il corso della sua vita e delle sue certezze. L’incontro con Ryan, il figlio del signor Martins, sarà capace di abbattere in un nanosecondo tutti i fermi propositi che la nostra Lanty si è imposta. Il corteggiamento composto e educato di Ryan la sta conquistando, le sta facendo provare sensazioni mai provate, le da l’impressione di essere su una nuvola e di poter magari sognare ancora. Ma, purtroppo, la presenza a New York di due sue vecchie conoscenze, ovvero Alex e Giorgio, il primo intenzionato a farsi perdonare e il secondo a riconquistarla, non fanno che complicare la situazione e fare affiorare in lei vecchie paure. Quella che sta vivendo, pare una irreale favola, ma, al suo rientro a Milano, l’attende una realtà diversa e soprattutto tante questioni ancora irrisolte. Come si comporterà la nostra protagonista? Quale sarà la sua decisione? Questo è il secondo capitolo della serie Lanty & Cookies, in cui ritroveremo l’ironia , la leggerezza e la passione che hanno contraddistinto il precedente romanzo. Ancora una volta avremo modo di sorridere e di sognare assieme ad una protagonista che, dietro la sua forte personalità, cela comunque l’animo di una donna che desidera essere semplicemente amata! Riuscirà a realizzare questo suo legittimo desiderio? A voi scoprirlo con la lettura

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

LANTY & COOKIES DI TIZIANA IACCARINO.

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Lanty & Cookies : La Serie ( vol.1).
Autrice: Tiziana Iaccarino.
Genere: Chick Lit.
Pagine: 149.
Editore: Self Publishing, 5 maggio 2021.
Formati disponibili: Kindle 2,49€/ Kindlunlimited 0,00€/ Cartaceo 8,50€.
Trama:

https://www.amazon.it/Lanty-Cookies-Tiziana-Iaccarino-ebook/dp/B00DPLHIDS/ref=mp_s_a_1_7?crid=11SNZNSI36TNC&keywords=tiziana+iaccarino&qid=1645608335&sprefix=tiziana+ia%2Caps%2C78&sr=8-7

Lei non aspetta che lui. Lui preferisce dileguarsi. Fino a che l’altro.. Molto spesso si dice che la vita professionale sia ricca di successi quando quella personale va a rotoli. È proprio ciò che succede a Lanty, brillante disegnatrice di accessori alla continua ricerca di attenzioni da parte del marito Marcello, noto giornalista, che è diventato troppo freddo nell’intimità. Se da una parte il lavoro le dà grandi soddisfazioni, grazie alla società Lanty & Cookies nella quale può affidarsi agli amici Alex e Daniela, dall’altra la vita coniugale è diventata una rocambolesca caccia al momento più opportuno per fare sesso. Sì perché, per quanto lei voglia negarlo, è questo a tormentarla: l’astinenza. Che cosa sarà costretta ad escogitare per risvegliare i sensi di un coniuge che se la svigna sul più bello? Tutto e il contrario di tutto, se non fosse che a liberarla dall’imbarazzante situazione arriva Giorgio, un uomo tanto affascinante quanto impertinente, che è alla continua ricerca di emozioni. Insomma, non proprio il principe azzurro, ma neanche l’amante perfetto, perché non è tutto oro ciò che luccica, soprattutto quando si gioca con i sentimenti altrui e con un matrimonio sull’orlo del baratro. Lanty non si accorge di essere circondata da segreti e bugie, da congiure e da incognite che sono capaci di rovinarle la vita. Ma chi la starà ingannando? ** Lanty & Cookies è una serie Chick Lit. Lanty & Cookies è una commedia romantica chick lit che vi farà divertire _ nella sua serie in cinque parti_ sull’onda dell’entusiasmo e dell’ironia con cui la protagonista affronta la vita tra amori e delusioni, amicizie e equivoci, sempre con il sorriso sulle labbra perché quella è l’unica cosa che può tenerci di buon umore.

Giudizio:

Che cosa sono i Cookies? Sono i famosi biscotti con gocce di cioccolato, nati in America negli anni’ 30, quando una certa Ruth Wakefield si accorse di non avere del cacao per preparare i suoi biscotti e allora decise di sostituirlo con pezzetti di cioccolato aggiunti all’impasto. E sono proprio questi golosi biscotti ad aver ispirato la nostra protagonista, che ha deciso di chiamare così non solo la sua gattina siamese , ma persino la sua maison Fashion Accessories : la Lanty & Cookies. Lanty è una donna determinata, ambiziosa e sicura di sé, è infatti riuscita a realizzare il suo sogno, ovvero creare una società, tutta sua, grazie anche all’aiuto economico del padre e alla professionalità e creatività dei suoi fidi collaboratori: Alex e Daniela. Attraverso il passaparola e un pizzico di fortuna, unito alla serietà e alle coccole riservate alla propria clientela nel loro “pink” showroom, la Lanty & Cookies sta diventando una realtà con grosse aspettative sul mercato internazionale. Da sempre conscia di avere le carte in regola per sfondare e farsi notare nella cosiddetta “Milano bene” , Lanty è persino pronta ad agguantare un altro obiettivo, ovvero aprire un locale nel centro di Milano, nella famosa via Montenapoleone, il quadrilatero della moda, nonché del jet-set internazionale. Un quadro perfetto pare a prima vista la vita della nostra protagonista, eppure, una macchia stonata vi è ed è suo marito Marcello, un noto giornalista di moda , da poco diventato capo redattore di una rivista femminile. Dopo 10 anni di matrimonio il suo matrimonio langue miseramente nella monotonia della routine quotidiana, soprattutto in ambito intimo vi è una calma piatta da più di un anno. Lanty, nonostante sia frustrata da questa “astinenza sessuale” forzata, non demorde nel tentare di fare cadere in tentazione suo marito, quell’uomo che sin da subito l’ha colpita per la sua timidezza e la sua incapacità a prendere l’iniziativa, ma ha sempre sperato che “sotto gli indumenti si nascondesse un leone pronto a sbranare la sua preda nella savana”. Purtroppo quello che credeva un lupo travestito da agnello si è ora persino trasformato in una lepre che fugge al sol sentire pronunciare la parola “sesso”. Lanty non è però una tipa che si arrende alla prima difficoltà, vuole tentare di salvare il suo matrimonio a tutti i costi, prima di vederlo dolorosamente naufragare. A movimentare la sua vita, o meglio ad aggiungere ad essa quel peperoncino che le manca, compare sulla scena Giorgio, il suo avvocato, nonché migliore amico di suo marito. La nostra protagonista, desiderosa di appagare le sue fantasie sessuali, rimaste sopite e insoddisfatte da tempo, cadrà nella tentazione o resterà fedele, nonostante tutto, a suo marito? Ma mentre Lanty si troverà a barcamenarsi tra mille dubbi e tormenti, inizierà ad accorgersi che quella strana sensazione alla bocca dello stomaco che ultimamente avvertiva era un campanello d’allarme, una vocina interiore che voleva farle tendere le antenne. Cosa sta succedendo intorno a lei? E se fosse circondata da tanti attori che stanno ben interpretando il loro ruolo? Ma a quale fine? Lanty si troverà dinanzi ad un quadro inaspettato e sconcertante, dinanzi al quale saprà ancora una volta reagire , sfoderando la sua migliore arma: il sorriso! È stata una lettura divertente, piccante al punto giusto e condita con un pizzico di mistero che l’ha resa meno scontata, di quanto magari poteva sembrare inizialmente. È la classica lettura che non impegna la mente, ma permette di staccare la spina. Il momento più top? Beh, senza fare spoiler, posso dire da amante del cioccolato fondente, che ora lo guarderò ancora con maggiore interesse!

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

UN AMORE MADE IN JAPAN DI VALENTINA MIGLIORANZA

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Un amore made in Japan.
Autrice: Valentina Miglioranza.
Genere: Romance Contemporary/ Chick Lit.
Pagine: 357.
Editore:Self Publishing, 14 febbraio 2021.
Formati disponibili: Kindle 2,99€/ Kindle Unlimited 0,00€/ Cartaceo 11,50€.
Trama:

https://www.amazon.it/amore-made-Japan-Valentina-Miglioranza-ebook/dp/B08VJFYVTN/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=un+amore+made+in+japan&qid=1629319354&sprefix=un+amore+made+&sr=8-1

Una mattina di febbraio Selene Magli, docente precaria di ventisette anni, con una laurea in Archeologia alla Ca’ Foscari di Venezia, viene improvvisamente convocata nell’ufficio del suo ex relatore di tesi, con una sintetica e misteriosa mail. Ad attenderla, tuttavia, ci sarà anche il professor Kou Tanaka , docente di Letteratura classica all’Università Meiji di Tokyo, che la catapulterà inaspettatamente in quella che Selene reputa la sua seconda casa: il Giappone. Proprio così! La ragazza, dopo un tradimento alle spalle a pochi passi dal matrimonio e una routine a casa che inizia ad andarle stretta, è stata invitata a partecipare a un convegno seminariale della durata di sei settimane in tre delle più famose città del Sol Levante, per parlare dell’argomento della sua tesi. Per Selene è letteralmente un sogno che si realizza. Peccato che a rendere la sua permanenza un po’ più pepata del previsto ci penserà “Mr Manzo”, alias Junpei Suzuki, professore di Archeologia Classica, nonché suo collega seminariale. Tra viaggi su e giù per l’arcipelago nipponico, visite turistiche al limite del tour de force, strambi colleghi, i due riusciranno a intendersi e ad andare d’accordo? Dal loro primo incontro, sembrerebbe proprio di no..

Giudizio:

Ho deciso di approfittare dell’offerta di questo romanzo in formato ebook per diverse ragioni: in primis perché adoro le trame ambientate in Giappone, un paese ricco di storia, di leggende e di luoghi unici e poi perché, leggendo questo romanzo, avrei avuto modo di scoprire una nuova penna, quella di Valentina Miglioranza. Devo dire che il mio istinto non ha fallito nemmeno stavolta! Ho avuto modo, grazie alle descrizioni dettagliate ma non noiose, di immergermi in una cultura, diversa dalla nostra, che mi ha da sempre affascinata e ho persino imparato qualche termine della lingua nipponica. Inoltre mi ha tenuta compagnia una storia ironica, leggera e romantica: assolutamente piacevole! Sono subito entrata in sintonia con la protagonista, ovvero Selene, una ragazza socievole, con una lingua tagliente quando occorre e soprattutto con una dote innata per fare delle figuracce. Selene Magli è una ventisettenne che lavora come docente precaria alle superiori, ma ha nel cassetto una laurea in Archeologia : ha preferito scegliere la sua passione per il passato e la cultura, anziché un più scontato indirizzo tecnologico. Ha insomma optato per un percorso di studi che per la società italiana è visto come più come una passione o un hobby piuttosto che un lavoro vero e proprio. Ed è per questo, sicuramente, che Selene non è ancora riuscita a trasformare la sua laurea in qualcosa di più concreto di un semplice pezzo di carta. L’occasione di realizzare il suo sogno nel cassetto le viene data dal professor Spilloni, il suo ex relatore di tesi, che le propone di rendere la sua tesi oggetto di una serie di conferenze seminariali da tenersi per sei settimane in Giappone. Dopo un primo momento di sconcerto e ansia di non essere all’altezza, Selene decide di cogliere al volo l’occasione che le è stata offerta per seguire la svolta inaspettata che la sua vita sta prendendo. In questa avventura, sarebbe stata affiancata da uno dei più promettenti e brillanti docenti di Archeologia Classica della Facoltà di Meiji e visto il suo curriculum invidiabile, Selene immagina il suo collega come il solito secchione ” pallido come la morte” o addirittura ” uno sfigato con una vita sociale pari a quella di un criceto”. Deve invece ricredersi quando fa la conoscenza di Junpei Suzuki e constata piacevolmente come si tratti di uno gnocco da paura dai folti capelli corvini, per intenderci “l’apparizione terrena del dio Apollo in versione giapponese”. “Perché questo tizio deve essere così figo da farmi annebbiare il cervello?” Ecco il primo pensiero di Selene dopo aver visto Junpei che per lei diventa Mr Manzo e che riesce sin da subito a destabilizzarla perché al suo aspetto fisico da urlo fa purtroppo da contrasto un atteggiamento, nei suoi confronti, troppo saccente, pomposo e serioso. Durante il suo soggiorno, Selene, oltre a visitare posti incantevoli, a conoscere gente nuova, come Yuki un vulcano di energia e di solarità, ha modo innanzitutto di mettersi alla prova constatando con sorpresa la sua capacità di adattamento a costumi diversi dai suoi, ma anche a testare le sue potenzialità, spesso da lei messe in discussione. L’unico suo limite sembra essere non riuscire a leggere l’ indecifrabile maschera dietro cui pare trincerarsi Junpei. Stare dietro ai suoi cambiamenti umorali e ai segnali contrastanti che pare inviarle sarà un’impresa ardua, anche per la caparbia Selene! Ma chi è Junpei Suzuki? È davvero così irreprensibile ed enigmatico? Se con Selene l’empatia è immediata, anche per il lettore, come per la protagonista, fare breccia nel cuore di Junpei sarà un traguardo preceduto da tappe emotive importanti e coinvolgenti. Quando, finalmente, anche lui deciderà di mettersi a nudo, sarà poi difficile non farsi coinvolgere dalla bellezza e trasparenza della sua anima. Selene e Junpei sembrano inizialmente incompatibili come l’acqua e l’olio ma, poi, si scoprono molto più simili ai due amanti di un’antica leggenda giapponese che impersonificano le stelle e che si incontrano una sola volta all’anno. Saranno capaci di capirlo o si faranno sfuggire tale opportunità? A voi scoprirlo, io vi lascio con il consiglio dato loro da una persona saggia e lungimirante: “quando ci s’innamora è consuetudine abbracciare l’ignoto. Che senso avrebbe altrimenti la vita?” Buona lettura!!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️