COME CALAMITE DI CHIARA PROIETTI

Pronti per un nuovo week end??

Anna Maria Bisceglie ci terrà compagnia!

Titolo: Come calamite ( La trilogia dei ricordi _ vol.1).

Autrice: Chiara Proietti.

Genere: romanzo contemporaneo.

Pagine: 386.

Edito: Self Publishing, 12 gennaio 2020.

Formati disponibili: Kindle 0,99€

Kindle Unlimited 0,00€

cartaceo copertina flessibile 11,38€.

Trama:

https://www.amazon.it/gp/aw/d/B083TJJNSP/ref=tmm_kin_title_0?ie=UTF8&qid=1581893847&sr=8-1

Chiara, dopo essersi laureata ormai da un anno, ha trovato lavoro presso un asilo dove si dedica all’ insegnamento con il sorriso sulle labbra, sognando il futuro che tanto desidera. A venticinque anni, è una ragazza matura, equilibrata, determinata, ma incatenata alla sua routine. Ben presto però, il suo equilibrio verrà stravolto da una notizia che la porterà ad affrontare il suo passato e i sentimenti repressi, ormai da troppo tempo. Capirà che prima o poi tutto nella vita torna e non può continuare a fuggire. Sarà difficile ripercorrere i suoi passi, ma fortunatamente al suo fianco avrà le sue amiche pronte ad aiutarla e sostenerla in questo percorso turbolento.

Giudizio:

Chiara Proietti ha creato una storia “comune” dove non ci sono colpi di scena eclatanti ma, quella descritta è semplicemente la vita di due ragazzi: Chiara e Massimo che, tra mille difficoltà, cercano di mantenere vivo e saldo il loro rapporto. Il romanzo, a mio avviso, può essere diviso in due parti: nella prima, grazie ad opportuni flash back, Chiara Proietti descrive l’evolversi e il trasformarsi di una amicizia adolescenziale in un sentimento più profondo e coinvolgente. Nella prima parte del romanzo hanno un ruolo fondamentale i ” ricordi” che servono ad entrambi i protagonisti per rammentare a loro stessi, cosa provano, cosa custodiscono nel loro cuore e soprattutto cosa rischiano di perdere. I ricordi possono essere a volte dolorosi, a volte preziosi, ma sono assolutamente necessari per consentire a Chiara e Massimo di andare avanti. La vita, come spesso accade, si divertirà a metterli alla prova, a creare sul loro cammino una serie di ostacoli per vedere, se il loro amore è così forte da superarli. Gelosie, fraintendimenti, passione, litigi, dolore, abbandoni e riavvicinamenti. Insomma vivremo con questi due personaggi un’altalena di emozioni continue, proprio come è la vita di ogni giorno. Chiara e Massimo, come sottolinea lo stesso titolo, sono come due calamite che, nonostante il destino cerchi spesso di separare, finiscono prima o poi per ritrovarsi nuovamente.

Attorno a loro ruotano una serie di altri personaggi, come le inseparabili amiche della protagonista, le quali oltre a fare da spalla e da confidenti, ad esse la scrittrice dedica un ruolo a sé e attraverso le esperienze sentimentali di Claudia, Alice e Beatrice, approfitta anche per trattare argomenti attuali come la violenza sulle donne e il reato di stalking. Come calamite di Chiara Proietti è la trasposizione semplice e veritiera della realtà quotidiana. I punti di forza di questo romanzo? Sicuramente un linguaggio che, per quanto ancora “acerbo” , è comunque scorrevole. L’uso dei POV alternati permette, come sempre, di entrare nei pensieri che affollano la mente e che turbano o scuotono il cuore dei due protagonisti; così facendo Chiara e Massimo diventano, al pari degli altri, nel corso della lettura, “familiari”, diventano come dei nostri “amici”. Questo, credo, sia il merito principale da riconoscere alla scrittrice: l’aver creato una storia in cui potersi facilmente immedesimare. Se volete un romanzo in cui si narra di Amore , Amicizia, di Vita allora, ” Come calamite “di Chiara Proietti è il libro ideale!

Stelle: 4 ⭐️⭐️⭐️⭐️

LA SUPERFICIE DELLE COSE DI CONSUELO ACCORNERO

Eccoci con Anna Maria Bisceglie che ci parlerà di un’ultima uscita!

Titolo: La superficie delle cose.

Autrice: Consuelo Accornero.

Genere: Romanzo contemporaneo.

Pagine: 140.

Edito: Youcanprint , 15 gennaio 2020.

Formati disponibili: Kindle 2,99€

cartaceo copertina flessibile 14,00€.

Trama:

https://www.amazon.it/superficie-delle-cose-Consuelo-Accornero-ebook/dp/B0842VQXZ3/ref=mp_s_a_1_1?keywords=consuelo+accornero&qid=1579816939&sr=8-1#immersive-view_1579816944693

Alice vuole chiudere con il suo passato, per fortuna nella sua vita c’è Fabio il suo migliore amico fin dai tempi dell’ università. Compiono un viaggio ognuno nella vita dell’altro, si conosceranno nel profondo della loro anima, perché la vita a volte ha modi bizzarri per farci compiere il nostro destino. Andranno entrambi sotto quella superficie, che segna il confine tra anima e corpo e lì rinasceranno un’altra volta.

Giudizio:

Questo romanzo di Consuelo Accornero parla di un’ Amicizia, quella con la A maiuscola, quella che lega due persone diverse come il giorno e la notte , ma unite da un sentimento profondo e sincero. Alice e Fabio, conosciutisi ai tempi dell’ università, hanno la possibilità di condividere, oltre il loro legame affettivo, anche il lavoro presso un negozio di animali: “L’ angolo di Faby”. Quando Fabio decide infatti di aprire quel negozio, pensa subito di condividere la sua nuova avventura con l’unica persona di cui si fida ciecamente: la sua “incasinata” amica Alice. Quella proposta lavorativa è arrivata per Alice al momento giusto, perché le dà la possibilità di chiudere definitivamente la sua storia con Davide, ormai al capolinea; di trasferirsi nella capitale e di tentare di dare una chance ad una nuova relazione , quella con Robert. Tutto sembra perfetto per la nostra Alice! Ma allora perché continua ad avvertire un senso di inquietudine? Perché quell’incubo ricorrente continua a tormentare le sue notti? Perché tutte le sue relazioni sentimentali non riescono a trasmetterle sicurezza? L’unico punto fermo nella sua vita è il “suo” Fabio , un ragazzo dolce, sensibile, un maniaco dell’ordine e anche lui, come Alice, bisognoso di amore che non riesce purtroppo a trovare. Fabio però, a differenza della sua amica, ha un modo diverso di affrontare le avversità che la vita gli presenta. Si imbatte nel suo cammino con un demone subdolo: la LES ( Lupus Eritematoso Sistemico), una malattia che determina disturbi alla pelle, alle articolazioni, agli organi. Dopo il primo momento di smarrimento Fabio cade , ma poi si rialza ed è pronto ad affrontare da vero “guerriero” questa nuova sfida, conscio di non essere solo nel combattere le sue battaglie , ma di avere al suo fianco, sempre e comunque , la “sua” Alice. Qual’ è il segreto del loro rapporto? Alice e Fabio hanno compreso che gli amici, quelli veri, si aiutano, si sostengono, si consigliano , non giudicano ; restano a volte in silenzio e attendono nell’ombra il momento giusto per tendere la propria mano. ” L’ Amicizia nasce nel momento in cui una persona dice ad un’ altra: Cosa anche tu? Credevo di essere l’unica.” Ecco svelato il segreto di un ‘Amicizia che sfida le distanze, le avversità e anche il destino! Quando ho terminato di leggere la storia di Fabio lo “sfortunato guerriero” e Alice la ragazza alla ricerca dell’amore vero, un’immagine si è materializzata davanti ai miei occhi: la vita , a volte, è come un mare in tempesta! La cosa importante è , in questi casi, non restare in “superficie” col rischio di essere travolti dalle onde; ma occorre , con coraggio, cominciare a nuotare, a grandi bracciate verso la riva.

Il coraggio e la determinazione spesso non sono sufficienti perché può capitare un’onda traditrice che, proprio quando si è quasi giunti alla meta , ti travolge portandoti via con sé. Oppure nel momento in cui pare che le onde stiano per avere la meglio, ecco apparire una mano provvidenziale pronta a lanciarci un salvagente e tirarci fuori dalla tempesta. Quella mano può essere quella di un amico o di un amore, spetta a noi decidere se vale la pena fidarsi e aggrapparsi ad essa. L’unica certezza è che nella vita, dopo la tempesta, torna sempre a splendere il sole. Consuelo Accornero è stata una bella scoperta. Ha uno stile impeccabile,fluido e senza troppi fronzoli e in questo romanzo racconta una intensa storia di Amicizia, Amore e Rinascita!

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

HO SCELTO TE DI SARA BRACCINI

Ecco Anna Maria Bisceglie che in questa giornata ci parlerà della sua ultima lettura.

Siete pronti a scoprire cosa ne penserà?

Titolo: HO SCELTO TE – Il destino attraverso i tuoi occhi. Autrice: Sara Braccini.

Genere: Romanzo contemporaneo.

Pagine: 418.

Edito: Book Sprint Edizioni, 3 gennaio 2020. Formato disponibile: Kindle : 3,49€.

Trama:

https://www.amazon.it/Ho-scelto-destino-attraverso-occhi-ebook/dp/B083GDRYC6/ref=mp_s_a_1_1?keywords=ho+scelto+te+sara+braccini&qid=1578951850&sr=8-1

La vita è fatta di scelte grandi e piccole, alle quali è impossibile sottrarsi. Lo sa bene Elise ormai al capolinea del suo matrimonio: decidere di divorziare da Rick è la prima vera scelta che ha il coraggio di affrontare e che le fa ritrovare il coraggio di vivere, riportandola nel flusso imprevedibile della vita. Vita che adesso condivide con la sorella minore Gioia, una ragazza chiusa e timida, che sta ancora cercando la sua identità con fatica. La strada che le ragazze intraprendono insieme le porterà a conoscere, seppur in contesti diversi, Frederick, un intrigante libraio, francese, proprietario della “Maison du livre”, una stravagante libreria vintage , dove Elise trova finalmente lavoro e una nuova ragione per andare avanti, grazie anche al suo modo di fare così galante e di altri tempi. La posta si alza quando entrano nelle loro vite due uomini: Luis, un ragazzo timido ma sicuro di sé, e Alexander, affascinante dirigente d’azienda, dal passato difficile in cerca di una rivincita personale. Entrambi stravolgeranno ancor di più le carte in tavola, mettendole di fronte a nuove scelte da fare ….e spesso in fretta. Un viaggio, tra l’Italia e la Francia, che porterà tutti ad affrontare questioni anche delicate, che metteranno a dura prova la loro capacità di giudizio. Saranno in grado di gestire le nuove situazioni e vedere oltre? Una caduta accidentale , un incontro in centro, un semplice ingresso in libreria…i destini si intrecciano e inesorabilmente cambia la vita. E lo fa che lo vogliamo o no. E allora è meglio essere aperti ai cambiamenti, accettarli per quello che sono, che possono portare o dare, perché la vita non si ferma. A noi la capacità di starle dietro.

Giudizio:

Ho scelto te è il romanzo d’esordio di Sara Braccini la quale, a mio avviso, ha voluto attraverso i suoi personaggi carismatici, dimostrare quanto la vita, nonostante i dolori e le difficoltà, riservi sempre delle sorprese inaspettate. La dimostrazione di quanto appena detto è l’esperienza vissuta da Elise, la protagonista, la quale, in un momento buio della sua vita, dove sembra crollarle tutto il suo mondo e le sue poche certezze; ecco che l’ingresso casuale in una bizzarra libreria la “Maison du livre”, le cambia la vita. “Che luogo bizzarro, sembrava uscito da un libro di Dickens, però era davvero accogliente.” E non è da meno il suo proprietario: Frederick, un uomo con due magnetici occhi azzurri, un irresistibile accento francese e un’affascinante aria bohemien. Frederick le fa capire che nella vita c’è sempre una occasione da cogliere al volo e lui ad Elise sta offrendo proprio questa: un lavoro per ricominciare a vivere e una opportunità per dimenticare chi le ha fatto del male e magari tornare nuovamente ad amare. Sarà l’estroso libraio francese a farle battere il cuore? O magari suo fratello gemello Alexander? Due fratelli identici nell’aspetto ma assolutamente diversi nel carattere: il primo gentile ed estroso ma che nasconde fragilità e gelosie represse; il secondo sfrontato e sicuro di sé in apparenza, ma in realtà , dal cuore generoso e sensibile. “Che siete diversi lo so…è troppo evidente anche se siete identici. È quello che c’è dentro a fare la differenza..e non c’è paragone.” Queste parole pronunciate da Elise dimostrano il sentimento forte e incondizionato che la lega a quell’uomo che in poco tempo è riuscito ad insinuarsi nel suo cuore e a farlo suo: Alexander! Ma chi è davvero Alexander? Un fratello generoso e premuroso nei confronti dei suoi fratelli: Frederick il suo gemello e Luis il piccolo della famiglia. Un uomo con un passato costellato da dolori e da scelte sbagliate che gli hanno lasciato cicatrici profonde nell’anima. Sarà capace Elise di rimarginare le sue ferite? Saranno capaci INSIEME di voltare pagina e ricominciare? Un amore nato per caso, in un battito di ciglia, sarà così forte da sopportare e affrontare tutte le avversità che la vita ha ,purtroppo, in serbo per loro? Alexander e d Elise non sono gli unici personaggi a cui la scrittrice dedica cura e attenzione bensì saremo inevitabilmente coinvolti, nel corso della lettura, nelle vicissitudini che vedranno come protagonisti: il tormentato e controverso Frederick; il sensibile e sicuro di sé Luis e la timida ed insicura Gioia, sorella minore di Elise.

Ognuno dei suoi personaggi compirà , pagina dopo pagina, un percorso di maturazione e di consapevolezza delle scelte fatte, degli errori commessi e anche delle conquiste raggiunte. Tre le parole chiave di questo romanzo: Destino, Scelte, Rinascita! Cosa posso dire di più? La trama ordita da Sara Braccini è complessa ma ben articolata; lo stile narrativo acerbo ma scorrevole e i personaggi sono tutti ben caratterizzati. Insomma “Ho scelto te” mi ha fatto scoprire una nuova scrittrice emergente che sono certa, regalerà in futuro nuove emozioni.

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

LA PROFEZIA DEL PRINCIPE DI JUDITH SPARKLE

Eccoci qui con la nuova uscita di una nostra scrittrice/amica.

Anna Maria Bisceglie ce ne parlerà…

Titolo: La profezia del principe.

Autrice: Judith Sparkle.

Genere: Romanzo contemporaneo.

Pagine: 162.

Edito: Self Publishing, 4 gennaio 2020.

Formati disponibili: Kindle: 2,99€

Kindle Unlimited: 0,00€.

Trama:

https://www.amazon.it/profezia-del-principe-Judith-Sparkle-ebook/dp/B083HD4ZXB/ref=mp_s_a_1_3?keywords=judith+sparkle&qid=1578429299&sr=8-3

Nel piccolo e moderno regno del Siberland, all’interno della regione dei Monti Metalliferi, esistono miniere d’argento e di pietre preziose famose in tutto il mondo. Kaitlin vive nel castello della famiglia reale perché è la “cercatrice” ufficiale: colei che conosce l’uso e i benefici delle gemme preziose e dei cristalli che sono il simbolo dello stato. Da sempre intima confidente del principe Caspar Winkler, l’ erede al trono, ha un’infatuazione segreta per lui. E quando al castello, per Natale, giunge la sua promessa sposa da un regno vicino, Kaitlin teme di venire soppiantata nel cuore del giovane principe. La principessa Ingrid ha tutte le carte in regola per diventare la futura regina e tuttavia, per un motivo sconosciuto, a un certo punto le trattative per l’accordo matrimoniale saltano. Il paese piomba nel caos proprio nel momento più magico dell’anno, a Natale. In più un’ arcana profezia ritrovata, che si tramanda di cercatrice in cercatrice, avvisa Kaitlin di un serio pericolo che il regno corre. Aiutata dal misterioso principe Aksel, un uomo affascinante quanto sfuggente, e dal diario di sua madre ( la cercatrice prima di lei) . Un destino che s’intreccera’ con le sorti del Siberland e con le vite dei due principi, entrambi attratti da lei. “L’ amore è l’unica forza che ti risveglia , figlia mia. In questo diario ti parlo dei cristalli: l’ eredità che ti lascio, abbine cura. Ma abbi ancora più cura di custodire l’amore quando lo troverai.”

Giudizio:

Diceva Albert Camus : ” Essere diverso non è una cosa né buona né cattiva. Significa semplicemente che sei abbastanza coraggioso da essere te stesso.” Questa è la consapevolezza che dovrà acquisire la nostra protagonista Kaitlin, una dolce ragazza da sempre vissuta nel palazzo reale di Siberland, un piccolo e fiabesco regno situato nel cuore dell’ Europa. Kaitlin, nonostante gli agi in cui è cresciuta, ha da sempre la strana sensazione di essere “invisibile” e non apprezzata dalle persone che la circondano, compresa la famiglia reale che l’ha accolta dopo l’incendio che le ha portato via i suoi genitori. Quel terribile incendio l’ha resa non solo orfana ma anche ipovedente , facendola così sentire “diversa” e non all’altezza di essere ammirata e amata soprattutto dal principe Caspar di cui è segretamente innamorata. A renderla “diversa” non è in realtà il suo handicap agli occhi , bensì il dono che le è stato tramandato da sua madre: Kaitlin è , come lei, una cercatrice, ossia sa utilizzare l’energia positiva delle gemme preziose per fare del bene. Ogni gemma custodisce infatti, al suo interno, un potere che solo un’attenta cercatrice può sapere interpretare. Rubino, smeraldo, zaffiro, crisoberillo e ossidiana (la sua pietra gemella) sono le cinque preziose gemme custodite in un cofanetto, l’unico oggetto, appartenuto a sua madre e salvatosi da quell’ incendio , oltre al prezioso diario. I profetici consigli custoditi in quel piccolo diario saranno per Kaitlin fondamentali non solo per comprendere il potere di ogni pietra, ma anche per svelare misteri e intrighi da lei, fin’ora ingenuamente ignorati ma che stanno per essere appresi. Un diario e un cofanetto in cui mancano misteriosamente due gemme, celano dunque la chiave di un’antica profezia. “Sette pietre nello scrigno sette gemme al prescelto, riunite insieme nel suo trentesimo anno d’età, e il regno del principe imperituro sarà.” Questa la profezia di cui Kaitlin sembra essere l’unica custode! E chi sarà mai il principe prescelto? Caspar , erede al trono, sta per compiere i suoi trent’anni e, secondo le rigide tradizioni del palazzo, deve scegliere la sua promessa sposa che ovviamente deve avere sangue blu nelle vene, di certo non può sposare un’umile cercatrice ipovedente. La scelta cade infatti su Ingrid, principessa del regno di Noreg. Galeotto l’annuncio dell’imminente fidanzamento tra Caspar e Ingrid, durante le feste natalizie, Kaitlin ha la possibilità di conoscere il principe Aksel, fratello di Ingrid. Un incontro che lascia in Kaitlin sensazioni inaspettate. Aksel, al contrario degli altri, compreso il suo amato Caspar, sembra essere l’unico a “vederla” realmente , ad apprezzarla , a leggere nella sua anima. E Aksel pare anche essere depositario di verità sconcertanti, verità che le rivelano l’ esistenza di intrighi e complotti. Nulla è come sembra nel regno di Siberland! Ma di chi può realmente fidarsi la nostra cercatrice? Cederà ai segnali che le sta inviando il suo cuore? Per fortuna ci sono le pietre che possono aiutarla a comprendere e per fortuna ci sono le parole di sua madre, le uniche capaci di consigliarla nelle scelte, sostenerla nei momenti difficili e indicarle la via da seguire. ” Le gemme offrono conoscenza. Ma è la fede la chiave per arrivarvi, e per cercare le antiche pietre perdute.” Kaitlin troverà la via della Fede e del Cuore? Non posso e non voglio svelarvi altro, posso solo preannunciarvi che quella creata da Judith Sparkle è una favola moderna dolce e romantica, intrisa di colpi di scena e suspense! In ogni pagina si avverte il coinvolgimento emotivo della scrittrice.

Judith Sparkle aveva bisogno di una coccola e ha , per questo, creato La profezia del principe. Aveva bisogno forse, un po’ come la sua Kaitlin, di ritrovare la Fede in se stessa e nel suo potere di sapere perfettamente come emozionare il lettore e con questo romanzo, scritto in un momento delicato della sua vita, credo, ci sia riuscita ancora una volta. La profezia del principe è la lettura ideale da regalarsi, una coccola che Judith ha voluto donare a tutti i suoi lettori!

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

NON SMETTERE DI CERCARMI DI GIULIA RIZZI

Ciao a tutti,

Abbiamo iniziato l’anno nuovo con tante letture.

Pronti per sapere di cosa ci parlerà oggi Anna Maria Bisceglie?

Titolo: Non smettere di cercarmi.

Autrice: Giulia Rizzi.

Genere: ,Romanzo contemporaneo.

Pagine: 520.

Edito: Self Publishing, 14 dicembre 2019.

Formati disponibili: Kindle 0,99€

Kindle Unlimited 0,00€.

Trama:

https://www.amazon.it/Non-smettere-cercarmi-Giulia-Rizzi-ebook/dp/B082M21VYL/ref=mp_s_a_1_1?keywords=non+smettere+di+cercarmi&qid=1578177609&sprefix=non+smettere+di+cer&sr=8-1

Nina ha diciassettenne anni quando incontra il piccolo Jake, un ragazzino timido e impacciato, cresciuto senza amici, all’ombra di un padre autoritario. Lei invece si sente già grande, col sangue latino che le brucia nelle vene, la voglia di scappare da una città che le va stretta e la storia d’amore con Angel, appassionante e logorante come solo il primo amore può essere. Nonostante l’età e le mille differenze a dividerli, tra Nina e Jake nasce un’amicizia tanto improbabile quanto sincera che profuma ancora di un’infanzia alla quale sono stati strappati troppo presto. Le circostanze della vita arrivano a separarli, ma solo per farli incontrare di nuovo, 6 anni dopo Jake è tornato in città, a Grangeville, ed è cresciuto. Del bambino introverso di un tempo sono rimasti solo i grandi occhi blu, pronti ad illuminarsi di gioia non appena riconoscono l’amica. Anche Nina è cambiata, ha provato sulla sua pelle quanto possano costare gli errori, e ora è decisa a concentrarsi sulla sua carriera di giornalista, senza alcuna interferenza, nemmeno se la distrazione maggiore è anche l’unica cosa che la trattiene a Grangeville. Lasciatevi avvolgere dalle atmosfere del South Texas. Nina e Jake vi aspettano a Grangeville per raccontarvi la loro storia. Il romanzo è autoconclusivo. Hai già letto i romanzi della serie ” Innamorarsi a Verona”? Commedie romantiche con un pizzico di pepe, per sognare ad occhi aperti, passeggiando lungo le strade incantate della città dell’amore. ” Un amore firmato Laboutin.” “Book Lovers – Le vie dei sogni sono finite” . Entrambi i due romanzi sono autoconclusivi.

Giudizio:

” Come due mondi opposti divisi da un sottilissimo confine, che si conoscono, ma si evitano. Per quanto possibile.” Questa frase estrapolata dal romanzo riflette chiaramente chi sono Nina e Jake, i due protagonisti. Due anime appartenenti a due mondi diversi: Nina, una ragazza diciassettenne, di origini messicane, con un carattere forte e determinato e una disastrosa situazione familiare alle spalle mentre Jake, un ragazzino undicenne timido e curioso, proveniente da una famiglia benestante. Cosa potranno mai avere in comune? Tante le cose che sembrano separarli eppure entrambi, anche se per motivi differenti, si sentono inadeguati, non apprezzati, ghettizzati. Nina sperimenta ogni volta, sulla sua pelle, la “colpa” delle sue origini, costantemente rimarcate dalla bigotta società dei bianchi e l’essere figlia di una madre, Isabela, dalla reputazione alquanto discutibile. Jake invece, pur vivendo negli agi e in una famiglia apparentemente perfetta, si sente sempre sotto il continuo giudizio di un padre che sottolinea i suoi limiti, facendolo sentire uno “sfigato” in tutto. Nina e Jake sognano entrambi, nel loro cuore, di fuggire lontano, in un luogo dove non essere più giudicati e dove, magari, realizzare i loro sogni. Le loro vite così diverse s’incontrano per caso: Nina diventa la baby sitter di Jake. S’instaura immediatamente tra loro un legame di amicizia speciale. Ci penserà purtroppo la società a rimarcare come tra una diciassettenne latina e un undicenne bianco non potrà mai esserci nulla. Ci penserà il comandante Collins , padre di Jake, a dividere le loro strade ed ad interrompere bruscamente un legame che, ai suoi occhi, appare pericoloso. Per il comandante Collins vale il detto: Mai mescolare le razze! Per l’ennesima volta Nina sente su di sé il peso delle sue origini ma, la sua condizione di “emarginata” è la molla che la fa scattare ponendosi come suo principale obiettivo: ottenere una borsa di studio, frequentare il college e diventare, magari, una giornalista. Questo il sogno di una diciassettenne forte, testarda , poco incline a farsi mettere i piedi sulla testa ma anche sensibile e fragile che può contare, nei momenti difficili, sulle sue tre amiche storiche e sul suo rifugio preferito: la Fayette Library. E l’amore? C’è posto per l’amore nella vita incasinata della nostra Nina? Due i ragazzi che le girano attorno: Angel, il bello e dannato, facente parte dei Tangos, una banda di teppisti e Logan , dolce e iperprotettivo , futuro poliziotto. Due ragazzi completamente diversi che le suscitano sentimenti contrastanti: il primo l’attira pericolosamente perché più simile a lei; il secondo invece le suscita protezione ma anche soggezione. Per Nina: ” A Logan Parker non piaceva la vera Nina, quella graffiata e ammaccata che lottava per andare avanti, al contrario, avvertiva l’obiettivo di doverla aggiustare…” E l’orgogliosa Nina non vuole essere per nessuno un pietoso caso umano ma semplicemente una persona da amare così com’è. Ma dopo la Nina diciassettenne forte ma confusa, la scrittrice facendo compiere al lettore un salto temporale di circa sei anni, ci presenta una nuova Nina, una Nina “temprata” dalla vita e dall’esperienza e che è riuscita, con fatica e impegno, a frequentare il college e a conseguire un master in giornalismo. È questa la Nina che torna a Grangeville dove ritrova gli affetti di sempre e dove , con grande sorpresa, ritrova anche Jake, un Jake non più il ragazzino timido che aveva lasciato, ma un ragazzo quasi diciottenne, giocatore di basket. Cosa è rimasto di quell’ undicenne a cui ha fatto da baby sitter e a cui ha insegnato, con evidenti risultati, a tirare a canestro? “La mia testa lo riconosceva, razionale e ponderata come sempre, ma il mio corpo mi tradiva.” Quei due occhi blu profondi e sinceri, su un fisico scolpito, non possono lasciare indifferenti Nina nonostante la lotta interiore ingaggiata con se stessa e con il suo cuore. Riuscirà prima o poi a “lasciarsi andare anziché lasciare andare”? Riuscirà a capire chi tra Angel, Logan e Jake è l’unico che le fa battere davvero il cuore? Scoprirà finalmente se esiste per lei un posto da chiamare “casa”? Attraverso Nina e le sue vicissitudini

Giulia Rizzi affronta diversi temi come quello della discriminazione sociale, quello del bullismo e dei facili pregiudizi e infine delle piccole ma comunque pericolose band giovanili. Ma tra le pagine di questo lungo romanzo si scorge anche un messaggio positivo, quello di: Non smettere di lottare! Non smettere di credere in se stessi e nella vita perché essa, nonostante tutto, sa anche regalare inaspettate e meravigliose sorprese. Non fatevi intimorire dalla lunghezza del libro perché lo stile narrativo è scorrevole e fluido, e poi la storia di Nina riesce ad appassionare e ad accompagnare dolcemente il lettore fino all’ultima pagina. Buona lettura!

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

OLTRE LA TEMPESTA DI SILVIA CIVANO

Eccoci con la nostra Anna Maria Bisceglie è una nuova storia da raccontarvi.

Titolo: Oltre la Tempesta.

Autrice: Silvia Civano.

Genere: Romanzo contemporaneo.

Pagine: 282.

Edito: Self Publishing, 21 novembre 2019.

Formati disponibili: Kindle: 0,99€

Kindle Unlimited 0,00€

cartaceo copertina flessibile 12,00€.

Trama:

https://www.amazon.it/gp/aw/d/B081D7W99B/ref=tmm_kin_title_0?ie=UTF8&qid=1576714954&sr=8-2

Allison e Brandon non possono essere più diversi tra loro. Ally è una modella ricca e viziata di Milano. Ama gli abiti di alta moda, i party sfrenati e tutto ciò che è fashion. È cresciuta nella convinzione di essere bella e ammirata da tutti. Bran è un ranger del Gator Park, nelle Everglades. Odia socializzare con le persone. L’unico amico che ha è Franky, il suo coccodrillo e, per qualche motivo, da anni si rifiuta di tornare in città. Vive da solo nella sua casa modesta accanto al parco e non ci pensa nemmeno alle relazioni sentimentali. Due persone che non hanno nulla in comune. Due persone che vivono a quasi cinquemila miglia di distanza. Due persone che però, per una serie di circostanze impreviste, finiscono col trascorrere molto tempo insieme. Wyatt, il padre di Ally, ha un piano in mente per la figlia: vuole allontanarla dal suo mondo di sfarzi per far sì che torni la dolce bambina di un tempo. Per riuscire nell’impresa chiede al fratello Carl di ospitarla le prime tre settimane di dicembre a casa sua, in Florida. Carl guida gli airboat al Gator Park e, per mettere in riga la nipote snob, la affianca a Bran per svolgere mansioni umili e stancanti. Inizia così l’insolita vacanza invernale di Ally: non tra le luci scintillanti di Ocean Drive, a Miami Beach, bensì in mezzo alla palude delle Everglades, tra alligatori e serpenti velenosi.

Al posto dello Chanel si deve spruzzare lo spray antizanzare , e al posto di vestiti di alta sartoria è costretta ad indossare shorts e scarponcini. Ma se il primo incontro tra Brandon e Allison non promette nulla di buono, col tempo i due imparano a conoscersi e a mettere in discussione le loro convinzioni. Purtroppo, però, proprio quando le cose sembrano andare per il meglio, il passato di Brandon torna con prepotenza nel presente. Come una tempesta tropicale. Una tempesta che rischia di spazzare via ogni cosa, anche la relazione tra Ally e Bran….

Giudizio:

” Qualcosa è impossibile solo fino a quando non diventa possibile.” Una frase, estrapolata dal romanzo, che, secondo me, ben rappresenta la storia tra Brandon e Allison, due personaggi agli antipodi: il Sole e la Luna, due pianeti che solo all’apparenza sono destinati a non incontrarsi mai. Ma è davvero così? Durante l’eclissi il Sole e la Luna possono stare insieme, si abbracciano, e anche se il loro legame non durerà che pochi istanti, sarà sufficiente perché il loro Amore continui a crescere fino a quando non potranno stare di nuovo insieme. Varrà anche per i nostri protagonisti? Brandon: alto, biondo, fisico statuario e due occhi verdi scuri e torbidi come le acque della palude del Gator Park, in cui si è rintanato da sei anni. Ma da cosa sta fuggendo? Per il nostro tormentato protagonista, nella sua vita, non c’è spazio per i sentimenti. Gli unici verso cui dimostra affetto sincero e di cui si fida ciecamente, sono gli animali di cui si prende cura: caimani e coccodrilli, e in particolare il suo amico Franky. E le donne? ” Gli unici nomi di donna che pronunciava erano quelli degli uragani passati di lì. Irma, Wilma e Katrina, per citarne alcuni.” Ma cosa può accadere se, sulla sua vita solitaria, sta per abbattersi un nuovo uragano di nome Ally? Allison: ricca, viziata e superficiale. Cosa conta di più nella sua vita? “La moda era la sua vita. Non conosceva altro. Era così da molto tempo, ormai.” Cosa possono avere in comune la principessina del Quadrilatero della moda milanese e Mr Coccodrillo? Entrambi fuggono: Ally, senza saperlo, fugge da se stessa e dall’immagine di bambola senza cervello che il mondo le attribuisce; mentre Brandon fugge dagli orrori che hanno costellato la sua vita, lasciandogli cicatrici profonde sul corpo e nell’anima. Cosa accadrà quando si troveranno, grazie all’amore, l’uno dinanzi all’altro: lei priva dei suoi orpelli estetici e lui senza la sua corazza difensiva? Ma se i fantasmi del passato di Brandon continuassero a tramare e infierire senza pietà, riuscirà un sentimento nato per caso e in un battito di ciglia a dimostrarsi più forte?

Ogni volta che leggo un romanzo di Silvia Civano è una piacevole scoperta perché riesce sempre a creare una storia che coinvolge cuore e mente. Difficile non amare Brandon con la sua sensibilità, dolcezza e fragilità, nascoste dietro un fisico mozzafiato e due occhi verdi che tradiscono però i turbamenti della sua anima. Ally invece, ho imparato ad apprezzarla, strada facendo, quando, non soffermandomi alla prima impressione assolutamente negativa, ho capito poi, che, anche lei, dietro la sua bellezza ostentata, in fondo è una ragazza che deve solo comprendere il vero tesoro nascosto dentro di lei, mille volte più prezioso dei suoi trucchi, gioielli o abiti firmati. Due sono i messaggi che la scrittrice ha voluto donare ai suoi lettori: in primis a non soffermarsi alle apparenze nel giudicare una persona e poi il rispetto per la natura e gli animali, che , in questo romanzo, hanno un ruolo fondamentale! Ora se siete curiosi di scoprire se Brandon e Allison avranno la loro “eclissi”, non vi resta che immergervi nella lettura di Oltre la Tempesta di Silvia Civano.

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

SOPHIE DI FANNY D. ROSS

Ciao a tutti,

Come sta procedendo la vostra settimana?

La nostra Anna Maria Bisceglie ci parlerà della sua ultima lettura.

Qualcuno di voi lo ha già letto? Cosa ne pensate?

Titolo: Sophie.

Scrittrice: Fanny D. Ross.

Genere: Romanzo contemporaneo.

Pagine: 244.

Edito: Self Publishing, 14 ottobre 2019. Formati disponibili: Kindle 0,99€

Kindle Unlimited 0,00€

cartaceo copertina flessibile 9,50€.

Trama:

https://www.amazon.it/Sophie-Fanny-D-Ross-ebook/dp/B07YXCHBKR/ref=mp_s_a_1_2?keywords=sophie&qid=1572789521&sr=8-2

Sophie Chase è una donna forte e determinata. Trasferitasi a Parigi dalla Georgia per diventare una grande pasticcera , è riuscita a raggiungere il successo. I suoi dolci sono famosi in tutta la Ville Lumière e ogni cosa sembra andare per il verso giusto, finché una perdita non si abbatte sulla sua vita, costringendola a rientrare in America per far fronte alle responsabilità. Quando la partenza è alle porte , però Parigi ci mette lo zampino infilandoci un imprevisto, un contrattempo dagli occhi verdi e dai ricci castani dentro i quali è impossibile non desiderare di affondare le dita.Ben Miller , giornalista inglese fuggito da una madre scostante e da una delusione d’amore per inseguire una chimera, entrerà nella sua vita senza chiedere permesso. Complice un gigantesco malinteso, si ritroveranno catapultati l’uno nella vita dell’altra in una schermaglia di sentimenti, sfide, sconfitte e sogni da realizzare. A fare da sfondo una Parigi scintillante, affascinante e intermittente come le luci della Tour Eiffel che, di notte, illuminano il cielo più delle stelle. Nessuno sa se basteranno il coraggio e l’audacia di crederci, ma entrambi saranno costretti a mettersi in gioco, a duellare con la vita per sperare di poter vivere un sogno dal sapore indimenticabile. Si segnala la presenza di scene non adatte ad un pubblico minorenne.

Giudizio:

Victor Hugo diceva: “Il destino mischia le carte mentre l’uomo gioca la partita.” Ma il destino coi nostri due protagonisti si è divertito parecchio orchestrando per loro un incontro assolutamente casuale ma che lascia immediatamente un turbamento nella mente e una traccia nel cuore. Un equivoco divertente però potrebbe mettere a rischio, sul nascere, questo sentimento. Sophie Chase e Ben Miller, due personaggi con una cosa in comune:entrambi lavorano occupandosi, anche se in modo diverso, di dolci. Sophie è infatti una famosa pasticcera del Sucre Filet ed è nota per aver inventato gli irresistibili Nuages D’ amour , dei tortini ricoperti di fondente che nascondono un morbido cuore di cioccolato bianco. Così ha conquistato i parigini e così è riuscita a realizzare il suo sogno! ” Se brillerai dentro, gli altri rimarranno accecati dalla luce che emanerai fuori.” Queste le parole che suo padre le ripeteva sempre e che sono state per Sophie , lo stimolo per trasferirsi nella magica Parigi e dare concretezza ai suoi “dolci”sogni. Determinazione e ambizione queste sono le doti caratteriali della nostra Sophie, costretta però a dover dire addio al suo sogno e ritornare in America dalla sua famiglia. Un nuovo cambiamento di vita doloroso ma necessario. E Sophie sarà davvero capace di dire addio a quella città che l’ha accolta e l’ha resa famosa? A complicare la situazione, il destino decide di mettere sul suo cammino un irresistibile giornalista della nota rivista Patisserie : Ben Miller. Ma chi è costui? Ben è un uomo disinvolto e socievole sul lavoro ma discreto e riservato nella vita privata. Un uomo che, a differenza di Sophie, non ha mai avuto il sostegno della famiglia, non si è sentito apprezzato e amato soprattutto da sua madre. Ben è inoltre, ancora alla ricerca dell’occasione della sua vita per poter affermarsi e diventare magari una voce autorevole nel mondo del giornalismo. E quale migliore occasione se non quella di intervistare la famosa Sophie Chase , la custode della ricetta segreta dei Nuages D’amour? Peccato che un malinteso e due splendidi occhi azzurri complicheranno non poco quello che doveva essere un semplice incontro di lavoro. Può un incontro sconvolgere totalmente l’esistenza di due persone?

Può un sentimento nato in un battito di ciglia far crollare ogni certezza, ogni paura e rimarginare ogni ferita ancora aperta nel cuore? Come ho detto all’inizio, in questo romanzo, il destino gioca un ruolo fondamentale e vi preannuncio, senza fare spoiler, che si divertirà, da vero stratega, a complicare le vite dei nostri protagonisti ma, forse il suo scopo reale è dare modo e tempo al loro amore per crescere e mettere solide radici nei cuori di entrambi. Per Fanny D. Ross il sentimento nato tra Sophie e Ben ha mille sapori: dolce, piccante, amaro e salato ; insomma occorrerà prima gustare e conoscere ogni sapore per essere sicuri di aver trovato davvero l’amore quello con l’ A maiuscola! Leggere questo romanzo è stato come salire sulle montagne russe perché tante sono le emozioni che mi ha trasmesso. Ho amato Sophie per il suo carattere volitivo e caparbio. Mi ha insegnato che quando si ha un sogno, bisogna crederci fino in fondo e fare di tutto per realizzarlo! E ho amato la presenza “invisibile” ma palpabile in ogni pagina, del padre di Sophie, il suo mentore: l’uomo che le ha lasciato in eredità tanti insegnamenti da seguire. Belle le parole: “La tua testolina è una fabbrica di chimere e qualcuno potrebbe criticarti per questo. Se accadrà tu non ascoltare e insegna anche a loro come si fa a volare.” Quanta saggezza e verità in queste parole perché è così: la vita ci offre tante possibilità, spetta a noi agguantarle al volo e trasformare i nostri sogni in qualcosa di concreto! Brava Fanny D. Ross!

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

ETHAN L’ANGELO DEL SILENZIO DI ELIZABETH GIULIA GREY

Ecco il nostro turno del review party.

Con noi la nostra Anna Maria Bisceglie

Titolo: Ethan. L’ angelo del silenzio: Una storia di autismo, rinascita e perdono. ( San Francisco serie Vol.1). Autrice: Elizabeth Giulia Grey.

Genere: romanzo contemporaneo/ di formazione. Pagine: 195.

Edito: Self Publishing, 30 settembre 2019.

Formato disponibile: Kindle 1,99€.

Trama:

DALL’AUTRICE DEL BESTSELLER THE RIGHT MAN- LA BRACE SOTTO LA CENERE, UNA NUOVA STORIA INTENSA E DELICATA. “Fare da babysitter a un bambino autistico? Il professor Donovan deve essere impazzito! ” Ecco il primo pensiero di Kate. Lei che già si vedeva immersa anima e corpo in una ricerca sperimentale all’avanguardia, o magari chiamata a rinfoltire le fila di una prestigiosa azienda della Silicon Valley, è costretta suo malgrado a piegarsi allo strambo volere del suo mentore. Ma i guai della ragazza non sono finiti lì: il padre del bambino infatti, è Philip Clark, uno dei professori più temuti e ammirati dell’intero ateneo, noto per essere un uomo schivo, ostile, poco incline al contatto umano e con origini aristocratiche a rendere ancora più austero il suo comportamento. C’è di peggio? Ebbene sì, dato che Kate ha un trascorso scomodo e gravoso che ha sempre tenuto nascosto a tutti e che tale sarebbe dovuto restare per sempre. Mantenere un segreto con Philip Clark, tuttavia, è impossibile , e lei lo capirà presto , anzi, prestissimo. Kate e Philip: due persone così diversi, ma in fondo così simili. Il caso li mette l’uno sulla strada dell’altro e un’esperienza nata in sordina, affrontata in punta di piedi e a fior di labbra, si trasformerà in fretta in qualcosa di terribilmente coinvolgente, li travolgera’ tutti con la forza di un tornado , minera’ le loro sicurezze e rimetterà tutto in discussione, compreso il loro futuro e la loro felicità. Una storia ambientata nella San Francisco dei giorni nostri che si pone a cavallo fra diversi generi: fiction, romanzo di formazione e romance, ma che saprà tenervi col fiato sospeso fino alla fine e vi coinvolgerà senza che ve ne rendiate neppure conto.

Giudizio:

“Autismo”, una parola difficile da pronunciare e difficile da accettare! Lo spettro dell’autismo , quando viene diagnosticato e colpisce un familiare o addirittura un figlio, fa paura perché è come brancolare nel buio assoluto e non avere sostegni a cui appoggiarsi. Fa paura perché su questa “malattia” si conosce ancora poco e poche sono le cose che si possono fare in questi casi, tranne che semplicemente AMARE senza riserva e senza PAURA! Questo argomento così delicato viene affrontato dalla nostra autrice in modo sensibile attraverso la storia di Kate, Philip e il piccolo Ethan. Kate e Philip, due personaggi appartenenti a due mondi differenti: lei appena laureatasi brillantemente in Psicologia e lui un affermato, temuto e adorato insegnante di matematica. Cosa possono avere in comune? Kate e Philip sanno purtroppo cosa significa la parola Autismo, la sperimentano sulla propria pelle ogni giorno. Entrambi hanno sofferto e soffrono ancora! Una cosa però li differenzia! Kate, proprio per la sua esperienza personale, ha scelto di laurearsi in Psicologia con l’unico scopo di trovare, grazie alla ricerca, soluzioni sperimentali al problema. Kate non vuole arrendersi! Philip, integerrimo, intelligente, temuto e stimato in campo professionale; nella sua vita privata sembra invece vulnerabile e impotente dinanzi alla condizione, ormai da lui considerata irreversibile, in cui si trova il suo Ethan. Philip sembra essersi arreso! Philip sembra essersi rassegnato! Philip considera e tratta suo figlio come un “diverso” e, così facendo, lo aiuta a restare nel mondo di silenzio in cui Ethan si è rintanato.

La comparsa casuale di Kate, in veste di babysitter, porterà una ventata di leggerezza nell’austera casa Clark! Quello che doveva essere per Kate un semplice esperimento per verificare sul campo quanto studiato, quel semplice lavoro da babysitter da svolgere con distacco e professionalità si trasformerà ben presto nell’occasione, offertale dalla vita, per darsi quella possibilità che aveva mancato in passato, non per sua colpa. Le saranno sufficienti pochi giorni per conquistare la fiducia e farsi conquistare da quel piccolo angelo, chiuso nel suo mondo silenzioso. Kate, andando contro i paletti che le ha imposto l’algido professor Clark, va oltre il suo ruolo di semplice babysitter e comincia ad instaurare con Ethan un rapporto particolare, un rapporto dove, per lei, Ethan non è un bambino “diverso” ma solo un bambino “speciale” a cui bisogna fornire gli strumenti necessari per diventare autonomo. Ethan ha bisogno di Amore ma anche di Regole al pari di un bambino normodotato! E qualcuno deve insegnargliele rispettando i suoi tempi e la sua sensibilità. Se stabilire un feeling con Ethan, per Kate, è stato facile, altrettanto non può dirsi con il padre. Philip ha alzato dei muri difensivi per nascondere il suo dolore, la sua frustrazione e anche la sua impotenza. Kate sarà capace di crearsi un varco tra quei muri innalzati da così tanto tempo? Ci vorrà sicuramente tanta pazienza , perseveranza e…..se magari si insinuasse anche un sentimento chiamato Amore? Cosa però accadrà se qualcuno tenta di minare quell’equilibrio precario faticosamente costruito? Cosa ne sarà di Kate, Philip e soprattutto di Ethan? La scrittrice ha affrontato, come ho già detto,in punta di piedi un argomento davvero delicato che di sicuro tocca le corde dell’animo più sensibile. Non è facile parlare di “Autismo ” senza cadere in cliché o in facili sentimentalismi invece, la scrittrice è riuscita a parlarne dosando con cautela ogni parola. Leggere questo romanzo ha suscitato in me tante emozioni: dolore, sconforto ma anche speranza! Autistico , lo ripeto, non vuol dire “diverso” ma “speciale” e sono tanti gli Ethan da aiutare con pazienza e amore ad uscire dal loro mondo, dal loro isolamento e dal loro silenzio! Non è impossibile! Basta non arrendersi!

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

M x E DI ARIANNA CIANCALEONI

Ecco la nostra Anna Maria Bisceglie che ci racconterà di una nuova lettura.

Pronti ad immergervi in questa recensione?

Titolo: MxE.

Autrice: Arianna Ciancaleoni.

Genere: romanzo contemporaneo.

Pagine: 304.

Edito: Self Publishing, 1 febbraio 2017.

Formati disponibili: Kindle 0,99€

Kindle Unlimited 0,00€

cartaceo copertina flessibile 7,99€.

Trama:

https://www.amazon.it/M-x-Arianna-Ciancaleoni-ebook/dp/B01MZDMU0O/ref=mp_s_a_1_1?keywords=m+x+e&qid=1569256772&s=gateway&sprefix=m+x+&sr=8-1

Matteo è per Eva l’amore più grande. Ma cos’è Eva per Matteo? Lei crede di essere lo stesso, ma la notte di Capodanno lui la lascia all’improvviso , gettandola nella più cupa disperazione e con la voglia di riconquistarlo a ogni costo. Col tempo, però, scoprirà che non è tutto come sembra. Né nel presente, né nel passato.

Giudizio:

” Sai, è come essere Cenerentola tutta la vita e incontrare il Principe Azzurro, sul cavallo bianco e tutto il resto.Hai tutto il mondo che t’invidia o che è felice per te. E poi, ti rendi conto che non è te che il Principe vuole…” In questa frase estrapolata dal romanzo è sintetizzata la situazione di Eva, la protagonista. Una ragazza che pensava di avere una vita perfetta: un fidanzato ricco e bello, un lavoro soddisfacente e una vita agiata. Cosa si può desiderare di più? Tutto il mondo perfetto di Eva crolla però, come un fragile castello di sabbia, la notte di Capodanno, quando il suo fidanzato Matteo le comunica brutalmente che la loro relazione è finita e che lui ha ripreso i rapporti con la sua ex: l’odiosa Rebecca! Sono bastate poche semplici parole per far piombare Eva in un baratro: niente più fidanzato= niente più lavoro= niente più vita felice! Dopo un primo momento di smarrimento, rabbia e frustrazione Eva è obbligata a riprendere in mano la sua vita, a ricominciare a darle un senso e soprattutto a riflettere che, forse, la sua vita con Matteo non era poi così perfetta. Quando si è innamorati spesso, si tende a chiudere gli occhi, ad accettare compromessi e a farsi scivolare addosso cose che solo, per Amore, vengono tollerate. Matteo è stato per Eva la sua ancora di salvezza, il suo sogno ad occhi aperti per una, come lei, insicura per il suo aspetto fisico e che aveva faticato e fatica ancora non poco per restare in perfetta forma .

Eva non avrebbe più permesso a nessuno di deriderla per il suo peso, com’era successo in passato, prima dell’arrivo del suo Principe Azzurro! Non è più la ragazza “grassa e secchiona” di un tempo, ora è magra e pronta a tirar fuori gli artigli! Lei è cambiata! Ma, l’essere diventata la fidanzata del perfetto Matteo, l’aveva cambiata in meglio o in peggio? E, ora, cosa può accadere se, sulla scena, riappare Brenno, il peggior incubo della nostra Eva? Insomma un momento di certo non roseo per la nostra protagonista, messa a dura prova dal destino ma, alla fine, imparerà che: “… era la strada più inaspettata quella che avrebbe dato un senso a tutti gli ultimi eventi della mia vita.” Secondo romanzo che leggo di Arianna Ciancaleoni di cui apprezzo la capacità di condurre il lettore all’interno della storia grazie ad una narrazione fluida, ironica e mai banale. Ho apprezzato i flashback perché il raccontare episodi del passato permette di capire meglio le dinamiche del presente. Mi è piaciuto anche l’inserimento del punto di vista di Matteo che serve a conoscere meglio i suoi pensieri e le sue reali intenzioni. Ho amato Eva , ho gioito, sofferto e mi sono anche arrabbiata assieme a lei. Insomma, pagina dopo pagina, io e Eva siamo diventate grandi amiche! È questa la capacità della scrittrice creare personaggi veri coi quali è facile entrare in sintonia. MxE è dunque una lettura che consiglio assolutamente perché è una storia dove non mancano le sorprese e dove persino la play list musicale è interessante! Cosa dire di più? Se non augurarvi una buona lettura!

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

UNA MASCHERA SUL CUORE DI SIMONA BUSTO

Ciao a tutti,

Pronti per iniziare una nuova settimana?

Bene rimanete con noi, la nostra Anna Maria Bisceglie ci racconterà della sua ultima lettura.

Titolo: Una Maschera Sul Cuore.

Scrittrice: Simona Busto.

Genere: romanzo contemporaneo.

Pagine: 309.

Edito: Self Publishing, 14 dicembre 2016.

Prezzi formati disponibili: 2,99€ Kindle

0.00€ Kindle Unlimited

11,02€ cartaceo.

Trama:

https://www.amazon.it/Una-Maschera-Cuore-Simona-Busto-ebook/dp/B01MTWQQTG/ref=mp_s_a_1_1?keywords=una+maschera+sul+cuore&qid=1567684043&s=gateway&sprefix=una+maschera&sr=8-1

Christian Lobianco è un giovane attore italo-americano che sta vedendo la propria carriera giungere a un prematuro tracollo. Per ovviare al problema accetta un ruolo impegnativo e drammatico, che potrebbe portarlo di nuovo sotto le luci della ribalta. Per spingerlo a entrare nel ruolo di un giovane operaio in tempo di crisi, il suo agente lo obbliga a recarsi a Milano, dove è meno facilmente riconoscibile, e rimboccarsi le maniche nel reparto produttivo di una fabbrica. Eva Castelli ha solo vent’anni , ma la vita l’ha già obbligata ad abbandonare qualsiasi sogno.

Le resta solo una passione, quella per il canto, coltivata con fatica e sacrificio. Entrambi indossano una maschera che cela sentimenti e aspirazioni. La passione che li infiamma sin dal primo sguardo minaccia di ridurre in cenere i travestimenti che li proteggono. Vale la pena scoprire il vero aspetto.delle loro anime? Quando la maschera sarà svanita in una nuvola di fumo , scopriranno di potersi amare e ,o restare delusi dalle reciproche fragilità? Nel grigio freddo della Milano invernale, due ragazzi impareranno a scoprirsi.

Giudizio:

Luigi Pirandello in ” Uno , nessuno ,centomila” ha evidenziato in modo drammatico come la realtà in cui viviamo è fatta di tante maschere e pochi volti. Ognuno di noi indossa spesso una maschera a seconda della circostanza o del momento. Ognuno di noi interpreta, a volte, un ruolo mostrando una maschera fittizia così da non rivelare agli altri il dolore che si cela dietro. Intorno al tema delle maschere ruota il romanzo di Simona Busto. C’è chi, come Christian Lobianco, attore italo-americano caduto in disgrazia, indossa sul volto “la sua maschera” trasformandosi in Christian Tommasi, un semplice operaio di una fabbrica milanese. Un ruolo in cui deve calarsi alla perfezione perché, dopo una vita di eccessi e sbagli imperdonabili, questa è l’ultima chance per la sua carriera , iniziata in modo folgorante da giovanissimo e che , in modo altrettanto repentino, sembra essere giunta al capolinea. Christian è perfettamente cosciente di essere l’unico responsabile. Christian ha bisogno di quella “maschera” se vuole evitare di diventare una meteora cinematografica, come tante altre. Se Christian nasconde il suo vero volto per necessità e paura, c’è chi , come Eva, la maschera ce l’ha sul cuore , come un macigno impossibile da sdradicare. Eva Castelli, impiegata in fabbrica di giorno e cantante di una band di notte, ha collezionato nella sua giovane vita, la sua serie di dolori.

Eva non cerca e non ha bisogno dell’Amore! Eva ha paura di soffrire! Ha due soli amori: Gabi, suo fratello e la musica! Solo sul palco Eva, nonostante la sua pesante maschera, riesce a sentirsi “libera” e , con la sua voce, fa intravedere ciò che custodisce la sua anima. Cosa accade però, se il destino decide di far incontrare queste due anime smarrite? È sufficiente che Eva incroci gli splendidi occhi blu di Christian e che questi si lasci ammaliare dalla sua voce calda e sensuale perché, tra i due, scocchi una scintilla che attende solo, un loro piccolo cenno per trasformarsi in fuoco ardente. Nonostante gli ostacoli esterni e i loro blandi tentativi di opporsi , sarà inevitabile che la chimica erotica faccia il suo corso. Sarà impossibile non cadere nella trappola dell’amore ma…..Troppe verità taciute rischiano di minare, sul nascere, la storia tra Christian ed Eva. Prima o poi, le maschere sono destinate a cadere mostrandoci “nudi” e “senza filtri”. Come reagiranno i nostri protagonisti quando, non protetti, saranno più esposti e più vulnerabili? Ho trovato piacevole la lettura di questo romanzo grazie ad un ritmo narrativo scorrevole, fluido e non noioso. Ho apprezzato l’uso dei POV alternati perché, come ribadisco sempre, grazie ad essi, io ,personalmente, riesco più facilmente a farmi coinvolgere emotivamente dai personaggi. Senza fare uso di troppi artifizi, Simona Busto ha creato una storia semplice ma allo stesso tempo coinvolgente.

Stelle: 4 ⭐️⭐️⭐️⭐️