RICORDA CHE TI AMO DI MARINA SARRACINO

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Ricorda che ti amo.
Autrice: Marina Sarracino.
Genere: Christmas Romance.
Pagine: 210.
Editore:Self Publishing, 18 novembre 2022.
Formati disponibili: Kindle a 0,99€ offerta lancio/ cartaceo ( copertina rigida o morbida) a 9,99€ / anche su Kindlunlimited.
Trama:

https://www.amazon.it/Ricorda-che-amo-Marina-Sarracino-ebook/dp/B0BM6H8L5Q/ref=mp_s_a_1_1?crid=1LHUCQAHL1UD1&keywords=ricorda+che+ti+amo&qid=1668951383&qu=eyJxc2MiOiIxLjk3IiwicXNhIjoiMC4wMCIsInFzcCI6IjAuMDAifQ%3D%3D&sprefix=ricorda+%2Caps%2C108&sr=8-1

Judy Price è una giovane e solare videomaker, innamorata del Natale. Da alcuni mesi lavora a Manhattan, ma per le feste non vede l’ora di tornare nel suo pittoresco villaggio, a Skaneatales, dove ogni anno lei e i suoi familiari recitano al Festival di Dickens. Questa volta, però, la sua presenza è in discussione, dopo il successo ottenuto grazie ad un video girato in una città – fantasma italiana, Judy riceve un’offerta di lavoro imperdibile. Jordan Devis, affascinante e carismatico amministratore delegato di una famosa catena di pasticcerie, vuole affidarle la realizzazione del documentario aziendale. È rimasto colpito dalle motivazioni del suo viaggio e le propone di fermarsi a Brooklyn per effettuare le riprese. Peccato che Jordan abbia pianificato di filmare proprio nel periodo delle feste, ma Judy intende fare l’impossibile pur di rientrare per la Vigilia. Lei è brillante, anche se un po’ buffa; lui è un tipo riservato, ma in fondo disposto a lasciare contagiare dal suo brio. Nel magico clima natalizio di New York, un soggiorno stimolante, dolce e spassoso attende i due protagonisti, accompagnati da una serie di sorprendenti coincidenze che sembrano classificarli come “spiriti affini”. È possibile vivere intensamente e riscoprirsi innamorati in breve tempo? Judy e Jordan saranno disposti a sfidare le loro emozioni davanti ad alcune rivelazioni inaspettate?

Giudizio:

Adoro le novelle natalizie , soprattutto se lette un po’ in anticipo, perché hanno la capacità di fare immergere il lettore in quello che è senza dubbio il periodo più magico dell’anno. Marina Sarracino, con le sue descrizioni fiabesche, mi ha letteralmente catapultata nei luoghi descritti, che mi è parso abbiano preso vita sotto i miei occhi: una neve immacolata e soffice come panna montata, un tripudio di luci colorate e un dolce profumo di dolci golosi. Come si fa a non amare il Natale? Per Judy Price , la nostra protagonista, il Natale e le tradizioni familiari sono sacre , soprattutto a Skaneatales, il villaggio in cui è cresciuta, dove durante il periodo natalizio lei assieme a un gruppo di strampalati attori amano mettere in scena i personaggi nati dalla penna di Dickens. Per lei trascorrere le feste attorniate dalla sua calorosa famiglia è un appuntamento da non perdere per niente al mondo, anche quest’anno che vive lontano da casa dopo essersi trasferita da poco, per lavoro, a Manhattan. Oltre al Natale, vi è un’altra imprescindibile costante nella vita di questa ventiseienne, ovvero ama il rosa in tutte le sue sfumature, perché le trasmette sensazioni positive, difatti, oltre ai suoi “sobri” capi di abbigliamento fucsia, sbucano sul suo caschetto biondo persino alcune ciocche di questo colore. Si capisce subito come Judy Price sia una ragazza solare , positiva e anticonformista, ma è anche una talentuosa videomaker. Un suo video, girato nel cuore della Basilicata, in una città – fantasma italiana, caricato sul suo canale YouTube le ha fruttato un successo inaspettato e un lavoro presso la DigiTale, un’agenzia di comunicazione di Midtown. Ed ora , grazie al suo nuovo capo Oliver, ha persino la possibilità di agganciare un cliente facoltoso , come Jordan Devis, l’amministratore delegato di una famosa catena di pasticcerie, come la Parakeet’s Bakery. Di certo, il giorno del colloquio, Judy si aspetta di incontrare una persona diversa da quella che le si para davanti agli occhi, ovvero un giovane attraente con un corpo slanciato e fasciato in un elegante completo grigio, “due labbra “scontornate” da barba, che paiono uscite dallo stampo della Regina di Cuori” e due gemme di smeraldo al posto degli occhi. È lui , che vuole affidarle un importante incarico , ossia quello di realizzare un documentario per il sessantesimo anniversario della Fondazione dell’azienda per onorare il ricordo della sua fondatrice: Emily Wade, una grande donna, una grande lavoratrice , ma soprattutto una grande nonna. Lo scopo del video, da realizzare a Brooklyn, dove tutto ha avuto inizio, non è quello di promuovere l’azienda, ma di fare percepire una realtà senza filtri, quello delle sue origini familiari.

Judy Price avverte subito una immediata connessione con Jordan Devis, il cui progetto pare avere gli stessi intenti del suo video girato in Italia, non per scopi lavorativi ,ma solo per rintracciare le sue radici e la sua identità familiare. Il legame profondo che univa Jordan a sua nonna Emily, la donna con cui è cresciuto e che lo fatto sentire amato a dispetto dei suoi genitori, è lo stesso che Judy provava per il suo amato nonno Bob, scomparso da poco. Judy e Jordan hanno modo di scoprire tante altre affinità sorprendenti, come avere ad esempio lo stesso pittore preferito. I giorni trascorsi insieme, ripercorrendo le orme di nonna Emily, permette ad entrambi di farsi travolgere da inaspettate sensazioni. Judy si rende conto che dietro quella maschera di formale sobrietà si nasconde un ragazzo dal cuore buono e generoso e che i “sottotitoli” dietro i suoi gesti e i “suoi non detto” custodiscono un mondo di fragilità, che attendono qualcuno che li comprenda. Jordan, invece, viene letteralmente investito dall’energia ” colorata” di quella ragazza “ossessionata in modo allegramente patologico del Natale” e che appare ai suoi occhi carina e sensuale nella sua unicità. Ma quello che più lo destabilizza è non solo la sua capacità di “grattare” abilmente alla porta della sua anima, ma anche di contagiarlo con la sua spontaneità , tanto da fargli nuovamente apprezzare una festa come il Natale. Che Judy sia davvero una piccola strega? Possibile che loro siano davvero degli “spiriti affini” ? Ma su Jordan Devis aleggia purtroppo una nube scura , che fino ad ora è riuscito a gestire grazie alla preziosa presenza del suo assistente e amico Ghil Bennett, il solo che supporta le sue idee e che è la sua ombra. Ma, ora, dinanzi al sentimento che pare unirlo a Judy, come si comporterà? Preferirà fuggire per paura di un futuro nebuloso o deciderà di rischiare il tutto per tutto, pur di non perdere quella adorabile “macchia di colore” nella sua vita? L’ avvicinarsi del Natale saprà compiere il suo miracolo? Forse Jordan dovrà solo “ricordare” che, differenza della mente, il cuore non ha bisogno di memoria, ma sa sempre cosa prova ogni giorno verso chi si ama!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...