LA MAGIA DELLE STELLE DI ANNALISA PARIGI

Recensione di Anna Maria.

Titolo: La magia delle stelle.
Autrice: Annalisa Parigi.
Genere: Romance New Adult Autoconclusivo.
Pagine: 297.
Editore: Self Publishing, 20 dicembre 2021.
Formati disponibili:Kindle 2,99€/ Kindlunlimited 0,00€/ Cartaceo 12,00€.
Trama:

https://www.amazon.it/magia-delle-stelle-Annalisa-Parigi-ebook/dp/B09M4BBD1M/ref=mp_s_a_1_1?crid=2SB1VIZ1L7VBC&keywords=la+magia+delle+stelle+annalisa+parigi&qid=1658732647&sprefix=la+magia+delle+ste%2Caps%2C156&sr=8-1

Cosa succederebbe se un giorno Ella scoprisse che il ragazzo dei suoi sogni si è trasferito nella casa accanto alla sua? Comincerebbe a volare con la fantasia, perché lei è proprio una sognatrice. Ma lui è realmente il principe azzurro? Justin è strafottente, arrogante, presuntuoso, ma anche il ragazzo più bello che Ella abbia mai visto. Cosa nasconde dietro a quell’atteggiamento? Un diario, delle stelle e una casa sull’albero attireranno i due giovani ragazzi come una calamita, e la magia avrà inizio. Ella e Justin, due anime ferite, due cuori spezzati, due destini che si incrociano lottando per un amore incerto, perché, quando il passato ritorna, stravolge ogni cosa, incluso il loro futuro.

Giudizio:

“Non smettere mai di sognare, solo chi sogna può volare”. Questa frase ispirata a Peter Pan è chiaramente tatuata sulla schiena della nostra giovane protagonista, come una sorta di promemoria, per rammentarle sempre come non sia affatto sciocco credere nelle favole, nella magia e soprattutto nelle stelle. Ella è infatti una sognatrice, che crede ancora possa esserci da qualche parte sulla faccia della terra il fantomatico principe azzurro o , se si trattasse di un inguaribile Peter Pan, sarebbe ancora meglio. Eppure la sua giovane vita non le ha regalato delle memorabili esperienze in campo sentimentale, anzi Liam, il ragazzo a cui ha affidato ingenuamente il suo cuore e non solo, si è poi rivelato un essere della peggiore specie; nonostante ciò la nostra Ella continua a credere che ci possa essere il ragazzo perfetto per lei, colui a cui donare se stessa senza doversene poi pentire amaramente. “… quegli occhi, quel sorriso, quel corpo… tutto insieme racchiuso nella stessa persona è davvero troppo, è un colpo al cuore”. Ecco questo è il primo pensiero che balena nella mente di Ella , mentre procede ad una radiografia dettagliata del ragazzo, mezzo nudo, che sta scaricando pacchi e mobili nella casa accanto e che scopre essere il figlio dei nuovi vicini, nonché amici di gioventù dei suoi genitori. Peccato che quello che le appare come l’essere più bello mai visto, si rivela essere un arrogante e presuntuoso, subito pronto a farla sentire in imbarazzo per quello che definisce “un pigiama ridicolo” e per il nomignolo che subito le affibbia “Trilli”. Justin è il nome di colui che ha attirato la sua attenzione, provocandole un inaspettato turbinio nello stomaco e una irresistibile tentazione di osservarlo, di studiarlo , di fissarlo, come fosse una potente calamita. Sentimenti simili e piuttosto agitati tormentano anche l’animo di Justin il quale è rimasto, a sua volta, stregato da quella ragazza dalle fattezze di una piccola fata che col suo profumo buonissimo e i suoi grandi occhi verdi gli è entrata dentro, come una benefica boccata di ossigeno e che diventa per lui semplicemente la sua Trilli. Eppure Justin è da circa un anno che non riesce più a provare vere emozioni, da quando la sua vita è totalmente cambiata , da quando in un solo istante ha visto volatirizzare dinanzi ai suoi occhi tutte le sue certezze. Da allora convive con un dolore capace di togliergli il respiro e con un cuore rattoppato malamente: è solo “un corpo che si muove nel tempo e nello spazio, ma senza provare assolutamente niente”.

A differenza di Ella, lui non crede né alle favole né tantomeno al romanticismo, che reputa solo per gli sfigati e di sicuro non crede affatto che Carmel, la piccola città, dove sono nati e cresciuti i suoi genitori e dove lo hanno costretto a trasferirsi, sia magica. Ma quella ragazza che pare avere intorno a sé un’aura luminosa in grado non di accecarlo , ma di invogliarlo ad aprire ancora di più gli occhi, pare esercitare su di lui un inaspettato potere attrattivo, un potere di cui Justin ha però paura, convinto ormai di non poter più amare e di procurare solo sofferenza per chi gli sta vicino. L’unico modo che Justin ha per fare zittire i suoi demoni e mettere in pausa il dolore è scrivere, riempiendo le pagine bianche del suo diario di ogni suo pensiero o sensazione, non immagina che invece, anche la sua fata, ha un luogo dove rintanarsi, quando vuole restare da sola, ossia perdere il suo sguardo tra le sue amate stelle. Entrambi, senza saperlo, sono molto più simili di quanto credano, ma se per Ella sarà più facile aprire il suo cuore a quel ragazzo che, nonostante tutto, continua ad apparirle come il suo amato Peter Pan, più tortuoso sarà il percorso emotivo che dovrà intraprendere Justin. Sarà difficile per lui lasciarsi andare alle emozioni che Ella gli trasmette. Sarà doloroso affrontare i fantasmi del suo passato e voltare pagina. Ma forse, assieme ad Ella, può davvero creare una sorta di “isola che non c’è” dove per realizzare un desiderio è sufficiente volerlo? Sarà pronto a permettere a Trilli di provare a guarirlo grazie alla sua polvere fatata? Ci potrà mai essere un finale diverso nella favola di Peter Pan? Una storia dolcissima, dove occorre solo farsi trasportare dalla magia delle stelle! Buona lettura!

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...