NEXT TO ME DI ELIZABETH ROSE

Recensione di Anna Maria.

Titolo: Next to me.
Autrice: Elizabeth Rose.
Genere: Sport Romance Contemporary/ Young Adult – New Adult.
Pagine: 275.
Editore:Self Publishing, 14 giugno 2022.
Formati disponibili: Kindle 0,99€/ Kindlunlimited 0,00€.
Trama:

https://www.amazon.it/Next-me-Elizabeth-Rose-ebook/dp/B0B46Z8G8Z/ref=mp_s_a_1_1?crid=3B43BJQ2777WY&keywords=elizabeth+rose&qid=1656863867&sprefix=elizabeth+rose%2Caps%2C94&sr=8-1

La diciottenne Hope Adamson porta sulle spalle il fardello degli errori di sua madre: e in una piccola cittadina è difficile scrollarsi da dosso i pregiudizi. Deve soltanto superare l’ultimo anno di scuola, poi sarà libera di frequentare un college dall’altra parte del Paese, o almeno questo è il suo piano, fino a quando Ray Sutton, giovane promessa del football, non le sbarra la strada in un modo che lei non si sarebbe mai aspettata. Ma Hope sa che essere felice è un lusso che non può permettersi. Dopo sette anni, Ray Sutton, ormai affermata stella del football, è costretto a fare ritorno nella città che lo ha visto muovere i primi passi sul campo da gioco. Lì vive ancora Hope, la ragazza che gli ha fatto a brandelli il cuore. Ray la detesta ma non è capace di ignorare l’attrazione che ancora prova per lei; non sa che Hope ha un segreto che si ostina a seppellire. Ma quando il passato devasta di nuovo le loro vite, non ci sarà più posto per il silenzio.

Giudizio:

SGORBIO! Ecco questo è il dispregiativo che usano i suoi coetanei nelle rare occasioni che si rivolgono a lei , dimostrando così di aver notato la sua presenza. Eppure Hope Adamson spera da sempre di essere invisibile o di essere ignorata grazie ai suoi strambi camuffamenti: vestiti informi che non lasciano trasparire le sue forme femminili, una enorme montatura di occhiali per nascondere i suoi occhi ed infine la testa china in basso così da evitare di incrociare gli sguardi altrui. Ma non si può diventare invisibile per una come lei, la “figlia di…” , per una che sin dalla nascita porta un marchio indelebile tatuato sulla pelle, che le ricorda costantemente come gli errori commessi da sua madre continuano a ricadere sulle sue spalle. Hope desidera cancellare Sgorbio , il suo passato e persino il suo cognome e mantenere solo il suo nome: “Perché io la speranza non la volevo mollare”. L’occasione per fuggire lontano da quel girone infernale in cui è vissuta e soprattutto da sua madre sembra essere più vicino, deve resistere un ultimo anno , quello del diploma, e poi avrebbe potuto cominciare a costruire il suo futuro dall’altra parte del Paese, lontano da Gleertwon. Hope desidera frequentare la Gould School of Law, una delle più autorevoli facoltà di giurisprudenza della California! Ha faticato per conseguire buoni voti così da sperare in una borsa di studio, che per lei rappresenta la sua unica via di fuga! Non può certo immaginare che tutti i suoi progetti stanno per essere messi a soqquadro, quando sulla sua vita da “perfetta” emarginata piomba un uragano di nome Ray Sutton, il quaterback della squadra di football, il ragazzo più popolare della scuola. Se Hope fa di tutto per restare nell’ombra, Ray invece ama stare al centro dell’attenzione: “Io non cercavo le ragazze. Perché io ero il miele, e loro le mosche”. E di certo Hope , o meglio Sgorbio, non rientra assolutamente nei suoi standard, anzi non si è mai soffermato a guardarla , non si è mai interessato ad avvicinarla, vista la sua nomea .

Eppure, tutto cambia quando di nascosto riesce a scorgere finalmente i suoi occhi, non azzurri, ma blu , tanto da rimanere folgorato. È stato sufficiente un attimo per rendersi conto come “Hope Adamson. O meglio Sgorbio. Ma forse non era uno sgorbio” fosse invece incredibilmente bella, una sirena intrappolata nei suoi vestiti e nascosta dietro quei fanali che porta come occhiali. Da quel momento Ray , il ragazzo che ha un solo scopo, quello di divenire una stella del football, a dispetto delle diverse aspettative paterne, e che non ha mai dovuto implorare per ottenere le attenzioni femminili si ritrova a pensare al modo per avvicinare quella ragazza così stramba. I suoi occhi blu sono stati capaci di perforargli l’anima tanto da renderlo vulnerabile e tanto da divenire “un tarlo che gli vorticava nel petto, un disagio che non riusciva a mettere a fuoco”. Se Ray è assolutamente intenzionato a fare suo quel tesoro che solo lui è stato capace di vedere e che vuole fare brillare, Hope invece non riesce a comprendere il perché Mr popolarità si sia intestardito, mettendola pericolosamente sotto l’attenzione di tutti. Lei che desidera solo continuare a passare inosservata, lei che si sente un funambolo in un equilibrio precario su una corda , da cui non può permettersi di cadere , perché la caduta sarebbe fatale! Lei che non può sperare di avere trovato qualcuno a cui aggrapparsi! Lei che non riesce a capire se il comportamento di Ray sia finalizzato solo per appagare il suo “ego ipertrofico” oppure se davvero prova qualcosa per una come lei :uno sgorbio dalla vita incasinata! Può davvero concedersi l’illusione di sperare , anche se per poco, di essere felice? Ma Hope non può permettere a Ray di sprofondare assieme a lei nel suo Inferno e non può essere d’ostacolo al suo sogno! Dopo sette anni di lontananza, in cui entrambi sono andati avanti in qualche modo, senza però dimenticare quei mesi in cui si sono illusi in un possibile, anche se folle, “noi”, ecco che il destino decide di far ritornare a Gleertwon il famoso quaterback degli Eagles, il ragazzo che riempie i rotocalchi con le sue bravate o con le sue conquiste per metterlo di nuovo dinanzi a quegli occhi blu , che hanno prima incatenato a sé il suo cuore per poi ridurlo a brandelli. Cosa accadrà quando Ray si ritroverà però di fronte solo l’ombra di una donna, che pare avere rinunciato a credere nei suoi sogni? Cosa è successo alla sua Hope? E se , nonostante il tempo trascorso e nonostante i loro sentimenti paiono non essere stati scalfiti, continua però ad esserci quel terribile segreto a dividerli ancora? Hope Adamson riuscirà mai a scrollarsi di dosso il fardello che custodisce sulle sue spalle da una vita? Ancora una volta, Elizabeth Rose mi hai lasciata senza parole! Emozione allo stato puro!. Questo è ciò che troveremo e proveremo tra le pagine di questa storia!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...