IMPASSE DI ELIZA POPA

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Impasse.
Autrice: Eliza Popa.
Genere Romance Contemporary Young e New Adult.
Pagine: 322.
Editore: Incipit 23 , 15 giugno 2021.
Formati disponibili: Kindlunlimited 0,00€/ Cartaceo 17,10€.
Trama:

https://www.amazon.it/Impasse-Edizione-Classic-Eliza-Popa-ebook/dp/B097NMP7DB/ref=mp_s_a_1_2?crid=1N5B3TMXPIAU6&keywords=eliza+popa&qid=1655215263&sprefix=eliza+pop%2Caps%2C108&sr=8-2

Crystal ha 17 anni, la testa sulle spalle e un dolore lontano. Ha un’amica del cuore, un fratello protettivo e le idee chiare su chi vuole essere e come vuole affrontare la vita. Ma insieme all’estate arriva un ragazzo Mattia a sconvolgere i suoi piani, a mescolare senza criterio le carte della sua esistenza, fino a quel momento misurata e controllata; e a farle conoscere emozioni totalmente inaspettate ; tormenti e passioni sfrenate. L’amore la coglie impreparata, la lascia sbigottita e spaventata, in un equilibrio precario tra fiducia e paura, tra spontaneità e controllo, tra entusiasmo e dolore. E si trova per la prima volta nella sua giovane vita di fronte a scelte importanti e rischiose tra il sentimento che brucia per Mattia o l’abbraccio confortante dell’amico di sempre; il perdono accogliente o la difesa della propria integrità. Si affaccia alla vita, all’amore e alle prime esperienze sessuali con timore, desiderio e una femminilità di cui non si credeva capace. Si scopre forte e fragile di fronte a un segreto ancora più doloroso di quello che conserva nel fondo del suo cuore e dei desideri. E proprio quando destino la costringe in un vicolo cieco, trova il coraggio per affrontare lo spettro del passato.

Giudizio:

“Misurata, composta, lucida e controllata. Soprattutto controllata. Il controllo è tutto. Ho la testa sulle spalle e i piedi ben saldi a terra”. Ecco questo è l’identikit della nostra protagonista: una diciassettenne che a seguito dell’abbandono del padre , quando lei era ancora nella pancia di sua madre, ha maturato un carattere forte e volitivo, per nascondere le sue fragilità. Il suo nome è Crystal! È il nome della principessa degli Inumani ne I Fantastici 4 , colei che è in grado di manipolare e controllare tutti gli elementi naturali. Ma lei considera il suo nome come una etichetta inappropriata , non si sente affatto all’altezza di una tale eroina, ha solo imparato per parare agli imprevisti della vita a fare progetti su tutto così da non smarrirsi , così da non sbagliare e soprattutto così da non essere colta impreparata. L’abbandono di suo padre, vissuto come una sorta di rifiuto, l’ha indotta a cercare sempre una perfezione, il desiderio di essere il meglio per dimostrare di non essere “un errore da cancellare”. Nella vita di questa adolescente gli unici affetti sono : sua madre che ama e stima per la forza dimostrata nel rialzarsi dal fallimento del suo matrimonio e Lorenzo, suo fratello maggiore, un tipo protettivo nei suoi confronti. E poi vi è il suo alter ego: Camy, la sua migliore amica, il suo esatto opposto sia fisicamente che caratterialmente, ma è proprio la loro diversità a rendere il loro legame speciale. La vita di questa adolescente, razionale e pragmatica, viene messa letteralmente a soqquadro, quando un giorno, come tanti, i suoi occhi si scontrano con due fessure glaciali che hanno la capacità di inchiodarle i piedi e il respiro. “Un piccolo incidente involontario” fa da galeotto al suo primo incontro/scontro con Mattia Rinaldi, il ragazzo che in una sola estate sarà capace di fare vacillare pericolosamente tutte le sue certezze, sarà in grado di insinuarsi tra le crepe della sua corazza da guerriera invincibile, facendo risvegliare in lei sensazioni e desideri che non pensava affatto né di avere né di poter provare. Una pericolosa tentazione da cui stare alla larga! Ecco il primo pensiero che balena nella mente di Crystal! “Perché due occhi così significano guai, anche se ti fanno immaginare come possa essere il Paradiso”. Non può assolutamente permettere a quel ragazzo di avvicinarsi troppo al suo cuore perché Crystal comprende subito che potrebbe ridurlo a brandelli. Non può e non deve lasciarlo entrare nel suo spazio vitale: lui sarebbe in grado di riaprire una ferita mai cicatrizzata! Crystal ignora quanto il suo stato d’animo in eterna guerra sia lo stesso che alberga nell’animo di Mattia, un dicianovenne, giunto a Roma da Milano, perché ha un piano da portare a termine e non può permettersi distrazioni. “Un guscio vuoto sbattuto nel caos della vita” .

Ecco come si sente Mattia, la cui giovane esistenza è cambiata per sempre alle 2:14 di quella maledetta notte di quattro anni prima, la notte in cui un terribile incidente gli ha strappato via i suoi genitori, lasciandolo solo in compagnia del suo dolore e della sua rabbia. Da quel giorno il quindicenne Mattia ha smesso di esistere, il suo posto è stato preso da un ragazzo arrabbiato con il mondo intero che ha finito per deragliare dai giusti binari, finendo in un vortice di delinquenza e di perdizione, che gli ha in qualche modo impedito di non scivolare in un altro vortice, quello del dolore inflitto ingiustamente dal destino. Ma quella ragazza dalla lingua tagliente e allo stesso tempo pura e innocente diventa l’incognita che non si aspettava, quella capace di rompere i suoi equilibri e mandare in fumo i suoi piani! Lei rappresenta una luce nel suo mondo avvolto dalle tenebre! Ma può Mattia portarla con sé nel suo Inferno? “Sono questo, sono il Male, e per lei ancora peggio”. Cosa accadrà quando il marcio del suo passato verrà a galla? Eliza Popa ha descritto benissimo l’età dell’adolescenza, quella delle prime volte, delle mille contraddizioni e delle inevitabili scelte. Ha scelto due differenti tecniche narrative per farci conoscere i suoi protagonisti: una più immediata , con la narrazione in prima persona, per Crystal ed una invece, diversa, per Mattia che conosceremo piano piano attraverso i suoi pensieri, le sue reazioni e le sue emozioni. La storia tra Crystal e Mattia sarà un continuo inseguirsi, provocarsi, amarsi, allontanarsi, per poi cercare , ancora una volta, di diventare “un punto e a capo”. Il loro sarà un percorso difficile, che provocherà in entrambi dei cambiamenti e delle nuove consapevolezze. Ma la loro metamorfosi interiore li vedrà uniti o su binari paralleli? A voi scoprirlo con la lettura!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...