NON ANCORA UNA LADY DI LINDA KENT

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Non ancora una Lady ( Three Willows vol. 3).
Autrice: Linda Kent.
Genere: Romance storico.
Pagine: 326.
Editore:Self Publishing, 10 febbraio 2022.
Formati disponibili Kindle 3,99€/ Kindlunlimited 0,00€/ Cartaceo 11,99€.
Trama :

https://www.amazon.it/ancora-lady-Three-Willows-Vol-ebook/dp/B09QF2PCFX/ref=mp_s_a_1_2?crid=21TV9OKKE6YS9&keywords=linda+kent&qid=1645107738&sprefix=linda+ken%2Caps%2C97&sr=8-2

NON ANCORA UNA LADY – IL TERZO ROMANZO DELLA SERIE THREE WILLOWS ** AUTOCONCLUSIVO**
“Douglas non conosceva misura nell’amore, se non quello di amare come un folle”. È la notte perfetta per essere chiesta in sposa e Sophie Fleming è a un passo dalla felicità. La attende però una delusione cocente, perché il matrimonio che le propone l’affascinante conte inglese di cui è innamorata è basato soltanto sulla convenienza. Sophie non può certo accontentarsi, così decide di tornare a New York e dedicarsi alla carriera universitaria, sempre più convinta che l’uomo dei suoi sogni esista solo nelle fiabe. Sir Douglas Ballantyne è un famoso scrittore in incognito. Difende con tenacia la propria solitudine e nasconde a tutti la passione segreta per la giovane donna che sarà propria di un altro. Solo il desiderio di aiutare la Scozia lo spinge a lasciare il suo castello nelle Highlands e a recarsi in America, in cerca di finanziatori per l’amata patria. Non sa che dall’altra parte dell’oceano troverà ciò che non aveva neppure osato sognare, e che perderà per sempre il suo cuore. Non ancora una Lady è il terzo romanzo di Three Willows, la nuova affascinante serie ambientata in Gran Bretagna e negli Stati Uniti d’America, durante la famosa Gilded Age, l’età dorata degli ultimi decenni dell’ottocento. Nella splendida tenuta che da il nome alla serie, passioni e avventure segneranno il destino dei protagonisti: il conte Greenville, le sue sorelle, i suoi amici e l’incomparabile staff di Three Willows. Il primo e il secondo romanzo, UNA PERFETTA LADY INGLESE e UNA LADY COME NESSUN’ALTRA sono disponibile su Amazon.it

Giudizio:

Quando si comincia a seguire una serie, gioco forza i personaggi che la animano, finiscono per diventare “familiari” , una sorta di conoscenti di vecchia data di cui si impara a conoscere pregi e difetti. Ma si viene soprattutto rapiti dalle loro tormentate vicissitudini, tanto da non esserne mai paghi. Questo è quanto mi è accaduto con questa serie, ambientata da Linda Kent, tra l’Inghilterra e gli Stati Uniti d’America, durante il periodo della cosiddetta Gilded Age, un periodo in cui si respira forte il desiderio di cambiamento. Ed è proprio Sophie Fleming, profonda sostenitrice della parità fra i sessi e della necessità del diritto all’istruzione da riconoscere alle donne, la protagonista femminile su cui si concentra l’attenzione dell’autrice. Per chi ha già letto i precedenti romanzi, ha già avuto modo di ammirare lo spirito indipendente di questa ragazza che si distingue dalle sue coetanee per la sua profonda dedizione agli studi matematici, difatti è prossima a laurearsi, divenendo, una volta raggiunto tale traguardo, una delle prime donne che siano riuscite a distinguersi in un ambiente, quello accademico, ancora dominato da bigotti pregiudizi. Sophie ha inoltre dimostrato il suo carattere anticonvenzionale, nel non farsi problemi a praticare sport, quali il ciclismo o la scherma, all’epoca considerati poco femminili. Lei non ha tempo per frivolezze o distrazioni, ha ben presente il suo obiettivo e vuole continuare a farsi guidare dalla sua mente analitica . Eppure, dopo il suo arrivo a Three Willows e la conoscenza dell’affascinante conte Greenville, il fratello di sua cognata Angela, Sophie ha iniziato ad avvertire una inspiegabile agitazione e a fantasticare su un suo possibile futuro da favola, anche per lei, che fino ad allora non ci aveva mai creduto. Brian ha disseminato diversi indizi relativi ad un lusinghiero interesse nei suoi confronti e pare essersi deciso a chiederle in sposa. Ma quando ascolta dalle sue labbra parole, come gratitudine, ammirazione, dovere, convenienza, in quel momento Sophie si rende conto di non essere disposta ad accettare un matrimonio in cui non siano contemplati sentimenti, quali l’amore e l’attrazione, ma che venga considerato solo una sorta di piacevole e soddisfacente legame. In quel frangente, dimostra ancora una volta il suo carattere “indomito” rifiutando una proposta, che avrebbe generato solo l’infelicità di entrambi. Amareggiata e sempre più convinta che l’amore, quello che hanno invece trovato Angela e Georgiana, non sia forse nel suo destino decide di raggiungere suo fratello e sua cognata a New York mettendo temporaneamente in standby i suoi studi. Al suo arrivo, alquanto stupita, trova ad attenderla una gradita conoscenza, sir Douglas Ballantyne, un uomo che l’ha sempre colpita non solo per la sua indiscutibile intelligenza, ma anche per il suo imponente aspetto, per i suoi capelli rossi che gli arrivano alle spalle e che gli danno l’impressione di essere morbidi, come la sua barba, tanto da farle nascere il desiderio di tuffarvi le dita. E poi il suo sguardo penetrante la fa sentire “nuda” e “vulnerabile” ,come se fosse capace di leggere dentro la sua anima e il suo comportamento provocatorio e allusivo inizia poi a destabilizzarla, facendo nascere in lei pensieri licenziosi e poco consoni.

Ma chi è davvero sir Douglas? Chi si cela dietro lo storico, il naturalista e soprattutto lo pseudonimo D.S. Brown, il famoso autore della “Guida alle meraviglie della Scozia”? Douglas è un uomo che ama profondamente la sua terra d’origine, che all’età di vent’anni, dopo una delusione amorosa, ha deciso di tenersi alla larga dalle donne, reso diffidente e disilluso. Divenuto poi uomo, ha imparato a soddisfare i sensi senza stringere legami affettivi, fino a quando non ha conosciuto Sophie, una ragazza il cui profumo d’erica lo manda in tilt e la cui figura gli ricorda una fata dei boschi. Venuto a conoscenza del mancato matrimonio col suo amico Brian, Douglas è assolutamente intenzionato a guadagnarsi l’amore di quella ragazza che gli è entrata sotto pelle, si è insinuata, come un pericoloso veleno, nei suoi sensi, nel suo cuore e nella sua anima scozzese. Non sarà facile però farle capire la veridicità dei suoi sentimenti, non dettati da alcuna convenienza, non basati solo sulla solo attrazione fisica, ma da un sentimento intenso e puro. Per Sophie , il matrimonio è una sorta di prigione in cui la donna, una volta caduta dentro, perde la sua libertà e lei non ha intenzione di farsi tarpare le ali , neppure da quel “barbaro scozzese” che le fa vibrare il cuore. E se la libertà risiedesse proprio nel seguire il suo cuore? Dopo Angela, Georgiana e ora Sophie, sono curiosa di scoprire se finalmente capitolerà anche lo sfuggente Brian!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...