OUT OF LOVE DI CINNIE MAYBE

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Out of Love (Sequel di Out of Breath).
Autrice: Cinnie Maybe.
Serie: Wildcats.
Genere:Romance Contemporary.
Pagine: 500.
Editore: Delrai Edizioni, 31 dicembre 2021.
Formati disponibili: Kindle 1,90€/ Cartaceo 12,00€.
Trama:

https://www.amazon.it/Out-Love-Senza-Cinnie-Maybe-ebook/dp/B09PGNHLT9/ref=kwrp_li_stb_nodl

Sono passati quattro anni, Colin è a Chicago ed è diventato la star di punta dei Bulls: è bello, ricco, gli sponsor fanno a gara per avere come testimonial e ha persino provato a ricostruirsi una vita privata, frequentando un’altra ragazza. Tuttavia, sente che nella sua vita manca qualcosa: Ally e anche il suo pensiero fisso e quel sentimento tanto forte che li ha uniti, arde ancora in lui, sotto le braci della sua nuova vita. Sebbene abbia raggiunto il successo sognato da sempre, e in apparenza sembra non avere bisogno di nulla. Colin sente di non poter continuare fingendo di essere felice, non vuole più continuare a vivere senza amore. Così, con l’aiuto del suo migliore amico Duncan decide di riallacciare i fili di quel sentimento che sembravano essersi spezzati: chiede notizie di Ally all’unica persona che può dargli una mano, affrontando sensi di colpa e errori commessi consapevole di dover cambiare ancora per diventare l’uomo che Ally merita di avere accanto. È così che il destino lo porta di nuovo a Madison, dove inspiegabilmente lei vive di nuovo da qualche tempo. Ma basterà tornare nella città in cui tutto è iniziato per riprendere le fila di un amore spezzato e forse mai finito? E soprattutto, cosa sta sconvolgendo la vita di Ally, che appare ai suoi occhi così profondamente cambiata? Vuole davvero sposare un altro, che non è Colin? E ancora, tornare significa anche fare i conti con i vecchi compagni di squadra e i Wildcats, senza più il loro capitano, sono ancora quei mostri inarrestabili che non hanno mai avuto paura di niente e di nessuno? Cosa vuole veramente la nuova generazione di giocatori che compone ora il team? Dopo quattro anni Colin dovrà fare fronte ai conti che il destino ha scelto di presentargli, ma per difendere i suoi sentimenti è disposto a fare qualsiasi cosa, persino sfidare il fato avverso. Perché di una cosa è sicuro, non riesce più ad andare avanti senza amore.

Giudizio:

“..io sono Colin Preston, la punta di diamante dei Chicago Bulls, la gallina dalle uova d’oro, non posso permettermi di crollare”. Da quando Colin ha deciso di lasciare Madison e di voltare le spalle ai Wildcats, è diventato un “bulimico” di successo e di impegni da rispettare. La sua vita è ormai scandita dalle partite, dalla interviste, dai servizi fotografici per questo o quel brand, da appuntamenti, da solo o in coppia. Ebbene sì, da due anni, è comparsa Erin che ha colmato quella sfera della sua vita privata che Colin non riesce a tenere sotto controllo: “è solo un modo per tenere occupato il cuore e far smettere al cervello di desiderare l’unica ragazza che non posso più avere”. Perché Colin , nonostante tutto, continua ad avere un unico pensiero che lo tormenta ancora dopo quattro anni di silenzio: la sua Ally! È il profumo della sua pelle che spera nuovamente di risentire! Colin si rende conto che , nonostante la sua vita sia esattamente quella che ha da sempre sognato, nonostante sia riuscito a realizzare il suo sogno, ossia quello di vivere solo del e per il basket, lui continua ad avvertire un vuoto dentro. Non è più capace di vivere senza respiro e senza amore! Ha bisogno di Ally per tornare di nuovo a vivere davvero! Colin è disposto a tutto, persino a chiedere informazioni sulla sua Ally all’unica persona in grado di fornirgliene, nonostante i loro trascorsi non idilliaci: Cameron, il miglior amico di Ally. Ed è proprio questi che, dopo aver superato l’iniziale e giustificata diffidenza, gli confida come la sua ragazza, dopo una brillante carriera come direttrice e coreografa, ha deciso di tornare a Madison, il luogo che ha visto sbocciare il loro amore, ma anche vederlo dolorosamente naufragare. Colin non ha scelta! Deve tornare nella sua città per cercare di valutare di persona se Ally, a differenza sua, sia davvero andata avanti, archiviando in modo definitivo la loro storia e consentendo a qualcun altro di prendere il suo posto nel suo cuore, oppure se vi è un piccolo barlume di speranza per riprendersi ciò che gli manca. “..io ero pronto ad accogliere il destino ancora una volta, sperando che nel mio futuro fosse contemplata Ally”. Per fortuna, al suo fianco, come sempre, vi è il suo migliore amico Duncan, colui che gli rubava la palla quando da ragazzini giovavano nel campetto dietro il locale di Francy, colui che gli ha fatto da spalla nelle loro attività poco raccomandabili e che ha poi deciso di seguirlo a Chicago e di lasciare i Wildcats. Per Colin tornare a Madison significa fare un tuffo nei ricordi, è colto da mille paure e da desideri contrastanti, come la paura di sentirsi un estraneo o di essere considerato un traditore egoista agli occhi dei suoi ex compagni di squadra e il desiderio di trovare quel porto sicuro che si è scelto di abbandonare esattamente come lo si è lasciato. Per Colin il ritorno a casa apre un vaso di Pandora, mai chiuso davvero! Tutto pare uguale, eppure tutto è cambiato! In primis rivedere Ally gli provoca uno tsunami di emozioni: lei è sempre la stessa, eppure è diversa! Scorge immediatamente un’espressione nei suoi occhi che la fa sembrare lontana: un’ombra che vela la sua solita limpidezza, un qualcosa di doloroso che spegne l’azzurro dei suoi occhi in cui lui era solito perdersi.

Cosa la turba davvero? Cosa l’ha spinta a tornare a Madison e a rinunciare, ancora una volta, ai suoi sogni? Ha davvero voltato pagina, accanto ad un altro uomo? Non sarà facile per Colin abbattere quel muro che Ally ha innalzato e dimostrarle quanto non sia più il “gangster” di quattro anni fa, ma sia diventato un uomo migliore. In passato Ally gli ha dato fiducia ma lui le ha procurato tante crepe sul cuore, tanto che persino respirare le era difficile, vuole davvero permettere a Colin Preston di distruggere l’equilibrio che la tiene ancora a galla? Ma può davvero recidere quel filo rosso che pare unirli, nonostante tutto? Colin non deve solo lottare per riconquistare Ally, ma deve fare i conti anche con quella che fino a poco tempo fa è stata, nel bene e nel male, la sua famiglia: i Wildcats, che senza il loro capitano sono diventati una squadra senz’anima! Tornare a casa è anche l’occasione per Colin per non fuggire dalle sue responsabilità e per mettere un punto sulla questione: i Wildcats hanno bisogno di lui per chiudere col passato e dedicarsi solo al basket! Riuscirà il nostro playmaker a centrare ogni suo obiettivo? Dolore, paura, passione, speranza e rinascita: queste le emozioni che vivremo assieme a Colin e Ally, ma anche agli altri personaggi che fanno parte o ruotano attorno alla famiglia dei Wildcats! Concludo con la stessa frase con cui l’autrice pone fine a questa storia bellissima: “Perché alla fine, la vita era proprio quello: un continuo tentare di andare a canestro e cercare di portare a casa il risultato”.

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...