AYLA UNA DONNA CORAGGIOSA DI GIUSTINA PNISHI.

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Ayla : una donna coraggiosa.
Autrice: Giustina Pnishi.
Genere :Romance.
Pagine: 427.
Editore: Self Publishing, 5 dicembre 2021.
Formati disponibili:Kindle 2,69€/ Kindlunlimited 0,00€/ Cartaceo copertina flessibile 15,00€ – copertina rigida 20,00€.
Trama:

https://www.amazon.it/Ayla-ragazza-coraggiosa-Giustina-Pnishi-ebook/dp/B09N2SMTY4/ref=mp_s_a_1_1?crid=1I714JZ0HIHDW&keywords=giustina+pnishi&qid=1642438892&sprefix=giustina+pnishi%2Caps%2C73&sr=8-1

Ayla è una bambina kosovara che è costretta ad affrontare le difficoltà che la vita le riserva. Ancora adolescente s’innamora del suo professore e con lui inizieranno una nuova vita in una nuova nazione. Ma le disgrazie sono dietro l’angolo e la donna dovrà trovare il coraggio di andare avanti.

Giudizio:

Quando ho terminato la lettura di questo romanzo, ho cercato una immagine che meglio potesse descrivere o rappresentare la storia della protagonista. Mi è venuto in mente un complicato puzzle, composto da tanti piccoli tasselli, che ha richiesto per la sua realizzazione pazienza, sacrificio, dolore, ma soprattutto coraggio. Alcuni di questi tasselli , alla prima maligna folata di vento, sono volati via per sempre; ma presto se ne sono aggiunti altri a cercare di compensare la loro assenza. Forte e coraggiosa sono questi i due aggettivi che caratterizzano la personalità di Ayla il cui nome, fortemente voluto dalla sua mamma, in ebraico significa “quercia”e spesso la ragazza ha pensato che , forse, proprio in virtù del significato del suo nome, lei ha poi dovuto nella vita mostrarsi robusta e solida , proprio come quell’albero. Ayla ha infatti sempre mostrato una volontà di ferro. Dinanzi a tutte le difficoltà e ai dolori che la vita le ha imposto sin da ragazzina, lei è riuscita a trovare il tempo per fermarsi, riflettere e prendere le decisioni più giuste. La vita l’ha segnata sin da subito, quando l’ha privata all’improvviso dei suoi genitori! Da quel momento qualcosa in lei si è spezzato per sempre e anche, una volta divenuta adulta, nel ricordare quel giorno e quel dolore , ha la sensazione di sentire ancora il rumore del suo cuore che si spacca letteralmente in due. Non ha però versato una lacrima, si è concentrata a essere forte , consapevole che le sarebbe servito per affrontare le eventuali insidie future. Dopo la morte dei suoi genitori, rimasta sola, di lei hanno cercato di prendersi cura i suoi zii, ma la presenza e soprattutto la gelosia di sua cugina Tea hanno reso non facile il suo adattarsi ad una nuova realtà. Ayla si è però impegnata nello studio, cercando di non pesare sulle spalle dei suoi zii, è stata una adolescente che preferiva, a differenza della cugina, non mettersi in mostra, ma nascondeva le sue forme dentro alcuni maglioni del padre, che la facevano sentire al sicuro. Per via del dolore subito, non è mai stata il tipo da credere nel classico principe azzurro, fino a quando non ha incontrato Markus Martini, il suo professore, un uomo più grande di lei, che è riuscito con pazienza e caparbietà ad abbattere quel muro di diffidenza e timidezza dietro cui si nascondeva Ayla. È lui, l’uomo che nel bene e nel male diventerà per la nostra protagonista un tassello importante della sua vita! Mark si dimostrerà prima un uomo capace di infonderle sicurezza e amore, trasformandosi in un marito attento e premuroso; ma si rivelerà poi, in altri momenti difficili, non all’altezza di ricoprire il ruolo,ad esempio, di padre delle loro due figlie. Ad un certo punto della sua vita, Ayla ha dovuto per l’ennesima volta prendere coscienza che lei e suo marito viaggiavano su binari differenti: lei era rimasta fedele al loro amore, ai loro sogni e progetti di famiglia, lei aveva deciso persino di trasferirsi all’estero per inseguire il sogno da cui lui non si era mai staccato, non era mai riuscito ad andare oltre quello che era il suo obiettivo: i soldi! È come se dopo la morte dei suoi genitori l’anima della nostra protagonista non riuscisse a trovare pace, anche l’amore, dopo aver conosciuto Mark, non è stato in grado di portarle pace e tranquillità, ma tormento e dolore.

È come se dopo aver superato un ostacolo, la vita si divertisse a mettergliene un altro più grande, quasi a sfidarla. Ma Ayla si dimostra forte, come una quercia, e, anche se il destino prova più volte a farla cadere rovinosamente a terra, lei trova sempre la forza per rialzarsi e per ricominciare ad andare avanti, nonostante tutto. La scrittrice ha accompagnato passo dopo passo la sua protagonista in ogni step della sua vita: Ayla ragazzina, adolescente, moglie, madre e soprattutto donna! La sua esperienza insegna come , anche se la vita a volte infligge dolori indicibili o pone ostacoli irti, è pronta anche a regalare emozioni nuove e forti, che bisogna, però, cogliere al volo, senza il timore del domani. Cosa dire su questo romanzo? Il suo punto di forza è sicuramente la personalità di Ayla e il lavoro introspettivo compiuto su di essa. Le uniche due cose che magari io, personalmente, non ho gradito: è stata una trama un po’ prolissa e dal ritmo narrativo troppo lento e poi l’andare avanti e indietro con gli anni mi ha ,a volte, un po’ confusa. Nonostante ciò, è stata una lettura che mi ha emozionato!

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...