XY LA FINE È L’INIZIO DI ANTONIO BORZI’

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: XY – La fine e l’inizio.
Autore :Antonino Borzì.
Genere: Narrativa.
Pagine: 180.
Editore:Pubme – Collana Gli scrittori della porta accanto, aprile 2021.
Formati disponibili:Kindle 2,99€/ cartaceo 11,98€.
Trama:

https://www.amazon.it/gp/aw/d/B092HWLC58/ref=tmm_kin_swatch_0?ie=UTF8&qid=1638361972&sr=8-3

Un ciclo si rinnova tra miliardi di esseri umani che popolano il pianeta. Ciascuno, nessuno escluso, è stato un essere minuscolo, invisibile ad occhio nudo, un semino: “Ogni essere umano, in apparenza simile agli altri, possiede dei particolari che lo distinguono; ha le sue forme personali, uniche e irripetibili caratteristiche. Ciascuno potrà avere eserciti di fratelli e sorelle, milioni di compagni e compagne; un solo essere umano, nell’arco di una vita media, sarebbe in grado di popolare l’intero pianeta. Sarebbe possibile che, nella miriade di fratelli, un determinato individuo fosse sostituito da un altro. Tutto viene dunque in un attimo. Anzi, in quell’attimo, in quel giorno, in quell’ora. Nascere o non nascere, vivere o morire, tutto sembra puramente casuale. Dalla più assoluta casualità, emerge con prepotenza il concetto di infinito. Le infinite forme diverse, le infinite varietà di individui diversi, seppur tanto simili tra loro”. In questo viaggio a ritroso, Francesco ripercorre il suo presente, alcuni episodi dell’ultimo anno di liceo, quando ha incontrato Margherita, dando inizio a una storia d’amore in cui si gioca – ancora prima di averne coscienza – il tutto per tutto per avere una chance.

Giudizio:

Quando ho letto la sinossi di questo romanzo, ero alquanto perplessa. Al termine della lettura, però, ho dovuto ricredermi in quanto l’autore, a mio avviso, è riuscito a creare una trama fuori dagli schemi, ma che descrive perfettamente, in modo scientifico, a tratti ironico e persino romantico, il momento esatto in cui ha inizio la vita di ogni essere umano. Tutto può essere riassunto in tre parole chiave : fatalità, sopravvivenza, amore! La vita di ciascuno di noi è rimessa al caso che permette a due perfetti sconosciuti di innamorarsi e di dare vita, grazie ad un loro momento di ardente passione, ad un semino, ovvero un essere minuscolo ad occhio nudo. In quel preciso istante l’unione di due corpi genererà una nuova vita fatta di gioie e dolori, di successi ed insuccessi, di speranze e delusioni, di amore e di odio. Tutto viene dunque stabilito in quel preciso momento, anche il nascere e il morire, perché tutto dipende dalla casualità e dalla capacità di lottare per il raggiungimento della propria meta, ovvero la propria sopravvivenza. Per far meglio comprendere al lettore il momento in cui tutto ha inizio, l’autore decide di fargli compiere un viaggio a ritroso, partendo dalla narrazione della vita del suo protagonista: Francesco Monti, un uomo realizzato nel lavoro e nella vita privata. Egli lavora da anni presso una concessionaria di auto ed è soddisfatto in quanto la sua presenza ha fatto raddoppiare le vendite. La medesima soddisfazione nutre per la sua vita sentimentale: è sposato felicemente con Margherita, conosciuta ai tempi del liceo e che nonostante le tre gravidanze continua ad apparire ai suoi occhi, ancora, una bella donna ed è anche un padre orgoglioso dei suoi figli. L’occasione di una rimpatriata tra ex compagni di liceo permette a Francesco di fare un tuffo indietro nel suo passato, a vent’anni prima, all’ultimo anno delle superiori. Assieme a Francesco, il lettore avrà modo di rivivere i momenti spensierati dell’adolescenza, scanditi dalle uscite con gli amici, dalle prime esperienze amorose e dall’ansia per quell’esame, quello della maturità, che segna il passaggio dalla fase della adolescenza a quella adulta. Ed è proprio quell’anno che Francesco conosce e si innamora perdutamente di Margherita. Nel momento esatto in cui i suoi occhi incontrano quelli verdi di quella ragazza, sfuggente e timida, Francesco ha la consapevolezza che il volto, i gesti, l’intera persona di Margherita hanno ormai preso possesso della sua coscienza e del suo cuore. Galeotta una vacanza post esame di maturità permette a Francesco di raggiungere la sua meta , ovvero conquistare il cuore di colei che diventerà poi la sua compagna di vita e la madre dei suoi figli.Da qui, il viaggio del lettore subisce una ulteriore virata, sempre più a ritroso nel tempo, fino a farlo immergere nei panni di quella piccola “Y” che deve lottare e sgomitare assieme ad altri, perché nessuno vuole arrivare ultimo, ma tutti bramano di accaparrarsi i primi posti. Ma quale la destinazione finale di questo viaggio, ricco di insidie ma anche di meravigliose sorprese? Smarrimento, ansia, emozione, dolore sono questi i sentimenti che proveremo assieme ad “Y” mentre lo accompagneremo durante la diverse tappe della sua metamorfosi, quella che poi lo porterà ad diventare un piccolo essere umano, generato dalla casualità di un incontro e dallo sbocciare di un amore! Una trama originale che con un linguaggio semplice, ma allo stesso tempo preciso, permette di riflettere sulla origine della vita di ognuno di noi e su come sin da subito veniamo messi dinanzi a insidie da superare o sottoposti ad una selezione naturale! Chi si dimostra più tenace e caparbio, conquisterà il traguardo finale! Questo, in fondo, vale in ogni campo! È un ciclo continuo che , alla fine, si ripete! Tutto ha un inizio, come una fine!

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...