DREAMING OF A PINK DI SARA P GREY

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Dreaming of a pink Christmas ( Natale in Rosa).
Autrice: Sara P. Grey.
Genere:Romance – Rosa contemporaneo – Romantic comedy.
Novella natalizia conclusiva.
Pagine: 130 ( versione cartacea).
Editore:Self Publishing, 14 novembre 2021.
Formati disponibili: Kindle 0,99€/ Cartaceo 6,50€.
Trama:

https://www.amazon.it/Dreaming-pink-christmas-Natale-rosa-ebook/dp/B09LS9KP83/ref=mp_s_a_1_1?crid=24EZRPTD50084&keywords=sara+p+grey&qid=1637093208&sprefix=sara+p+%2Caps%2C84&sr=8-1

“Le regole del Pink Christmas Club : il Natale non è fatto di cose , ma di persone. Non si è mai troppo grandi per chiedere qualcosa a Babbo Natale. La magia esiste, non si perde né si trova: sta a noi crearla”. Una moderna “princi-rentola” ( un po’ principessa, un po’ Cenerentola) . Un principe supereroe ( ma non mettetegli la calzamaglia!) Un mese di tempo. Un incarico all’apparenza impossibile da portare a termine. Un unico requisito da rispettare. Ma facciamo un passo indietro e cominciamo dalle presentazioni: mi chiamo Adelasia Malsavora Castelli e, nonostante il nome da principessa, alle fiabe ho smesso di credere già da un po’. Così come alla fata madrina, a Babbo Natale, agli elfi mangiacalzini , e alla popolazione di creature magiche, generose e dispettose in egual misura, che a quanto pare non ha smesso di credere in me, invece. Chi altri si inventerebbe, infatti, di farmi assegnare l’incredibile compito di organizzare una festa della Vigilia avendo a disposizione un mese di tempo, un budget risicato e un’unica linea guida: che sia tutto rosa?! “Perché se non te la concedi a Natale qualche follia, allora quando?”

Giudizio:

Una cover dai colori vivaci dove campeggia una ragazza che con occhiali da sole scuri e un cappellino natalizio in testa abbraccia un salvagente dalla forma di un fenicottero rosa, la dice lunga su quanto troveremo durante la lettura di questa novella di Sara P Grey. Sarà un Natale fuori dagli schemi! Scordatevi i classici colori , solitamente associati al Natale, quali il rosso, il verde , l’oro , l’argento e il bianco, ma quello che vivremo assieme alla protagonista sarà un Natale all’insegna del “ROSA”!! Questa è infatti la missione impossibile che viene affidata a Adele Malsavora Castelli : organizzare in poco tempo, con un budget risicato, una festa per la vigilia di Natale, tutta in rosa. Inconsueta, sensazionale, da rimanere a bocca aperta sono queste le parole testuali che la sua datrice di lavoro, la eccentrica vedova ereditiera milanese: Olimpia Brambilla-Fumagalli ha pronunciato, quando le ha affidato questo arduo compito! Help! S.O.S! Aiutoooo!! Come farà Adele ad uscire indenne da questo intricato grattacapo? La nostra protagonista è sulla carta ( lo possiamo dedurre dal nome altisonante) una sorta di principessa sul pisello, in quanto proviene da una famiglia ricca, ma in cuor suo si sente una povera e sfigata Cenerentola che sotto la superficie, nascosta da qualche parte, cela il dubbio che la magia del Natale esista davvero. Anche se nella sua famiglia, che per nulla ricorda quella pubblicitaria del “Mulino Bianco” , i Natali , custoditi nella sua memoria, sono un tripudio di perfezione e apparenza, ma privi di calore e affetto. Cosa può saperne lei di decorazioni, luci , dolci e soprattutto di vera atmosfera natalizia? “Un treno deragliato, una macchia incancellabile sul buon nome di famiglia” , questo le ricorda la sua “augusta” madre in merito alle sue scelte di vita sbagliate, prima fra tutte aver deciso di laurearsi in Beni culturali e accontentarsi di svolgere un lavoro di stagista presso una capricciosa ereditiera. Ma, proprio quando le pare di aver toccato il fondo, ecco che in aiuto della nostra donzella in difficoltà viene in soccorso un ragazzo che pare un mix tra il supereroe e il perfetto aiutante di Babbo Natale! Eh sì, Giulio Bonetti, un ingegnere energetico, piomba nella sua vita in modo originale, ovvero dinanzi ad un branco di fenicotteri che incredibilmente vivono nel bel mezzo di Milano. “Fidati!” Queste le parole che Giulio le sussurra quando si offre di aiutarla nell’organizzare la sua festa in rosa! Un perfetto sconosciuto è capace con la sua spontaneità , generosità e soprattutto dolcezza, a farle percepire quell’atmosfera natalizia che mai aveva provato e che forse le è sempre mancata. Adele ha modo di comprendere quale sia il vero significato di questa festa : “Il Natale è fatto di persone, non di cose.” Quella che è nata come una missione impossibile per soddisfare i capricci di un’anziana signora con un po’ di rimpianti e ricordi con cui fare i conti, si trasforma in una operazione catartica per la nostra Adele! La sua festa in rosa sarà riuscita a farle credere nuovamente in Babbo Natale? E se questi le avesse fatto trovare anche per lei un inaspettato regalo sotto lo strambo albero addobbato con fenicotteri rosa? Una lettura ironica, divertente e soprattutto dolce! Sara P Grey è stata capace ancora una volta di confermarmi quanto sia brava nel creare trame fuori dagli schemi, ma pur sempre capaci di fare battere il cuore!

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...