AETHERIS VIS DI DYVINA SOLLENA

Recensione a cura di Anna Maria.

Titolo: Aetheris Vis.
Autrice: Dyvina Sollena.
Genere: Fantasy Romance.
Pagine: 416.
Editore: Self Publishing, 7 luglio 2021.
Formati disponibili:Kindle 2,69€/ Kindle Unlimited 0,00€/ Cartaceo 13,00€.
Trama:

https://www.amazon.it/Aetheris-Vis-Dyvina-Sollena-ebook/dp/B097T2DXJ5/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=dyvina+sollena&qid=1627214968&sprefix=dyvina&sr=8-1

Sullo sfondo di una spensierata New Orleans , le giornate di Skye vengono scandite dalle lezioni magiche allo Stregarum Templum, i pomeriggi trascorsi al negozio esoterico di famiglia, l’uscita con le amiche e i momenti rubati con Jake. La sua indole ribelle, libera e sfrontata viene spesso ammonita dalla Somma Sacerdotessa Dakota Rain, sua zia, massima autorità del Consiglio degli Stryx.
A crearle fastidio c’è un unico elemento: il bel e desiderato Aiden, da sempre suo irritante rivale nelle arti magiche, con il quale non vorrebbe avere niente a che fare ma che nella sua vita è una costante a cui non riesce a rinunciare. Nel momento in cui inizia ad avere delle strane visioni, Skye viene catapultata in un intricato mistero di cui nessuno sembra voler parlare. Chi è Alister? Perché dei suoi genitori non vi è traccia? L’ Aetheris Vis esiste davvero? La crescente preoccupazione dei sacerdoti e le informazioni che Skye riuscirà a trovare sulle sue origini, daranno forma alla magia espressa in ogni gesto, fino a creare un legame indissolubile fatto di passione e competitività a cui lei non era assolutamente preparata.

Giudizio:

Ho avuto modo di conoscere questa scrittrice grazie alla lettura del suo precedente fantasy “Sangue Nero” dove a tenermi compagnia furono oscuri e inquietanti vampiri e una giornalista piuttosto curiosa e ardita. In questo nuovo romanzo, invece, ho fatto la conoscenza degli Stryx : esseri magici dalla nascita e il cui potere li rende diversi dalle persone comuni. “Magicanti” , così sono soliti chiamarli gli esseri umani con cui convivono pacificamente.
Il loro percorso per padroneggiare le arti magiche ha luogo nello Stregarum Templum di New York e dura cinque anni. Dopo tre anni di noviziato si accede all’Ascensione superata la quale ogni novizio entra a far parte di una delle congreghe più importanti della città, a seconda dell’elemento con cui ha più affinità, tra Acqua, Terra, Fuoco, Aria e Etere. La giovane e talentuosa Skye, nipote di Dakota Rain, la Somma Sacerdotessa, ormai giunta all’ultimo anno, ha un solo obiettivo: entrare a far parte della congrega più potente, quella dell’Etere. Lei è consapevole di avere tutte le carte in regola per centrare il suo obiettivo, peccato che sulla sua strada, da sempre, vi è un solo ostacolo: Aiden , il suo acerrimo rivale, il ragazzo più ambito vista la sua indiscutibile bellezza unita, però, ad una insopportabile sfrontatezza. Skye e Aiden sono i due novizi più promettenti, hanno dimostrato di saper padroneggiare senza difficoltà gli elementi, cosa assolutamente non da tutti. Da sempre si fanno guerra, senza esclusione di colpi, sono incompatibili, arroganti e strafottenti l’uno con l’altro, non disposti a scendere a compromessi, ma decisi a dimostrare di essere il migliore! Per Skye la presenza di Aiden, non solo allo Stregarum Templum, ma persino nella sua stessa palazzina, nell’appartamento accanto al suo, sta diventando un incubo o una maledizione. Per fortuna, nella sua vita, oltre alle sue amiche, c’è Jake, un novizio abile nel maneggiare l’elemento del Fuoco e che la fa sentire protetta, anche se, a volte, la confonde, non riesce a spiegare alcuni suoi strani comportamenti, non prende mai una posizione nei suoi accesi litigi con Aiden. Sono dunque poche le persone di cui la ribelle Skye si fida, di solito tiene tutti a distanza trincerandosi dietro la sua maschera spavalda e sono solo loro, quelle che conoscono cosa da sempre la tormenta: il non trovare alcuna informazione sui suoi genitori. Perché di essi sembra essere svanita ogni traccia? Perché sua zia si dimostra restia a fornirle informazioni? E cosa sono quegli strani incubi che spesso la tormentano, riportando a galla un evento tragico che vede coinvolti Tristan, Azure e Alister, soprannominato il Sovversivo? Presto Skye dovrà fare i conti con una verità terribile e sconcertante, che metterà a soqquadro tutte le sue certezze, perché qualcuno dal passato sta tornando per finire ciò che aveva cominciato decenni prima. Ma quale il legame con Skye? E cosa c’entra lei con l’ Aetheris Vis? Si tratta della Quintessenza, l’espressione assoluta dell’Etere, un potere pericoloso se usato per scopi malevoli e capace di portare morte e devastazione, in quanto dà accesso a luoghi proibiti, a tentazioni perverse, a tutto ciò che la mente può immaginare, nel bene e nel male. Il suo uso è vietato, al pari della Magia del Sangue, altra pratica che riesce a manipolare la vita e la morte, ma richiede un prezzo da pagare. Questo è già successo in passato e sta per accadere nuovamente! La vita di Skye sta per essere sconvolta, tutto ciò che ha creduto scopre essere una bugia; l’unica costante invariabile resta Aiden che si trasforma da suo nemico nell’unico che non ha mai finto, che tenta di proteggerla, nonostante i suoi tentativi di allontanarlo. E se la loro competizione si fosse trasformata in una irresistibile emozione? Inaccettabile. Impensabile. Impossibile. Questo è ciò che pensa Skye in merito a quanto inizia a provare per colui che ha sempre detestato, ma sarà davvero così? E Aiden? Anche per lui, Skye è sempre stata la sua spina nel fianco, colei che gli impediva di primeggiare, colei che ha considerato un angelo con gli artigli, il SUO angelo biondo. Difficile resistere ad un sentimento celato da tempo da un’aspra rivalità! La magia, che li ha sempre visti su fronti opposti, ora li vede indissolubilmente legati! Ma sarà sufficiente per contrastare ciò che li attende?

Un fantasy complesso dal ritmo incalzante, con tanti colpi di scena e con un finale che lascia il lettore con alcuni dubbi. Concludo riportando la citazione con cui ha inizio la storia e che, secondo me, ne racchiude il senso: “La tentazione di fare ciò che è proibito proprio perché è proibito è la più grande delle tentazioni” ( Robert Louis Stevenson). L’ Amore può condurre in Paradiso oppure essere il lasciapassare per l’ Inferno!!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...