FIORE NEL FANGO DI ILARI C

Ed ecco a voi la recensione di Anna Maria.

Titolo: Fiore nel fango.
Scrittrice: Ilari C.
Genere: Mafia Romance MM.
Pagine: 388.
Editore:Self Publishing, 26 aprile 2021.
Formati disponibili: Kindle 3,99€

prezzo del cartaceo ancora da definire.

Trama:

New York, giugno 2018. Dominic è un agente italo-americano sotto copertura, deciso a smantellare i traffici della droga della famiglia mafiosa più potente di New York. Grazie alle sue abilità e alle discordie tra i clan riesce a entrare nelle grazie e nella casa del boss.
Il suo unico obiettivo è scoprire la destinazione del prossimo carico di droga, ma tra i compiti che il boss gli affida c’è anche quello di proteggere Santi, il suo ultimo figlio. Santi è come un fiore nato nel fango, lontano dagli interessi e dalla spietatezza del padre, ed è un imprevisto che Dominic non aveva messo in conto. Alla vigilia di un’importante riunione dei clan Dominic si troverà suo malgrado davanti a una scelta: sacrificherà anni di lavoro e la sua precedente relazione per una nuova pericolosa passione?
Cartagena de Las Indias, giugno 2019. Dopo la fatale riunione dei clan che ha decretato la rovina della sua famiglia, Santi è caduto nelle mani di un potente boss locale, Carlos. Costretto a frequentare gli uomini con cui Carlos vuole entrare in affari, Santi ha perso ogni speranza di essere felice. L’ amore gli ha inferto ferite profonde e un sacrificio estremo. Potrà mai perdonare l’uomo che gli ha mentito e che ha tramato per distruggere la sua famiglia? Può sopravvivere l’amore se è come un fiore nato nel fango? Fiore nel fango è un MM romance che per via delle scene descritte e dei temi trattati è adatto ad un pubblico adulto.

Giudizio:

Può un sentimento puro e cristallino nascere in un mondo dove regna solo violenza e morte? Può un fiore sbocciare nel fango?
Questa è la storia di Dominic e Santi, due anime provenienti da due mondi distanti anni luce e in perenne collisione: il primo è un agente di polizia sotto copertura, addestrato per assicurare alla giustizia chi tenta di “sporcare” il mondo con la droga, la violenza e il sangue, mentre il secondo è il figlio di una delle famiglie malavitose più note alla polizia di New York. All’apparenza potrebbero sembrare due anime agli antipodi e assolutamente non affini, invece Dominic e Santi scoprono di avere molte cose in comune. In primis entrambi amano la poesia francese, come quella di Verlaine, e la letteratura.
Entrambi adorano comporre versi o comunque fermare su carta i loro pensieri. È il loro modo per isolarsi da quel mondo che li costringe ogni giorno a interpretare un ruolo, a sottostare a delle regole, a nascondere la propria vera natura.
Dominic, ad esempio, è ritenuto uno dei migliori infiltrati grazie alla sua abilità di simulare, dissimulare e inventare bugie credibili. È bravo nell’interpretare ogni volta la storia cucitagli addosso alla perfezione! Nel suo lavoro non può permettersi di sbagliare e soprattutto di farsi coinvolgere emotivamente. Il suo obiettivo è quello di portare a termine con successo la missione che gli è stata affidata e stavolta il suo unico scopo, da quando ha vestito i panni di malavitoso introducendosi nel clan M, è quello di scoprire il luogo dove sarebbe approdato il prossimo carico di droga da smerciare in tutta Europa. Dominic deve essere freddo e lucido se vuole portare a termine il suo piano, il cui successo potrebbe assicurare alla giustizia molte teste da novanta della malavita organizzata. Tutto però vacilla, quando il boss gli affida la protezione di un civile, non di un civile qualunque, ma pur sempre di un membro della famiglia, che però non partecipa attivamente agli affari di famiglia: Santi, il figlio minore di Don Carmelo. Dominic resta stregato dall’innocenza di quel volto diafano, dalla perfezione dei suoi lineamenti e dall’azzurro di quegli occhi che ” lo avevano condannato”.

Quel ragazzo, nato in una prigione di oro e di sangue, si sente un estraneo in quanto lontano per indole e sensibilità dalla sua realtà familiare, ma, comunque, legato indissolubilmente ad essa. Odio e Amore. Paura e Rispetto. Questi sono i sentimenti che legano Santi a suo padre e a suo fratello Vincent. “Sei uguale a tua madre”. Questo è il marchio indelebile che lo rende diverso e non accettato dagli altri, ma a Santi non interessa piacere al mondo marcio che lo circonda, ma solo guadagnarsi l’affetto di suo padre e di suo fratello, pur disapprovando la loro spietatezza. Santi ha trovato il suo modo per isolarsi da quel mondo rifugiandosi nelle sue letture oppure nel suo paradiso artificiale. Ma la comparsa nella sua vita di Dominic, il nuovo guardaspalle, manderà in tilt il suo cuore, facendogli provare un’attrazione inspiegabile verso quell’uomo che, nonostante il suo ruolo, dimostra di avere un animo sensibile e affine al suo. Un legame forte e allo stesso tempo pericoloso nasce tra Dominic e Santi. Ma cosa accadrà quando la copertura di Dominic sarà svelata? Come reagirà Santi dinanzi alla verità? Quella magica bolla in cui entrambi si sono rifugiati illudendosi di essere al sicuro, scoppierà in mille pezzi lasciandoli fuori: vulnerabili, confusi e persi.
I loro due mondi entreranno nuovamente in collisione ed essi si ritroveranno risucchiati in un vortice di dolore, rabbia e rassegnazione. Il loro Amore non ha dunque futuro? Può un fiore nascere e sopravvivere nel fango? Tanti i colpi di scena e tante le emozioni vissute durante la lettura. Ilari C. dimostra una grande maturità espressiva, nonché la capacità di farti immergere nella sua storia senza darti un attimo di tregua in quanto ad emozioni forti. Dominic e Santi sono semplicemente meravigliosi!!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...