IL SEGRETO DELLA CURATRICE DI LAURA USAI

Ed eccoci con Anna Maria e la sua recensione.

Titolo: Il segreto della curatrice.
Autrice: Laura Usai.
Genere: Fantasy Mistery.
Pagine: 266.
Editore: Self Publishing, 20 dicembre 2021.
Formati disponibili:Kindle 3,99€

Kindle Unlimited 0,00€

Cartaceo 10,99€.

Trama:

https://www.amazon.it/Segreto-della-Curatrice-Laura-Usai-ebook/dp/B082YKLZDW/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=il+segreto+della+curatrice&qid=1621000901&sprefix=il+segreto&sr=8-1

Gwen convive con il peso del suo potere, che la porta a viaggiare e a cambiare nome in continuazione, senza possibilità di legarsi a luoghi o persone. Tutto cambia quando attira l’attenzione del Dottor Peter Collins: affascinato dal suo dono, l’uomo le propone di fargli da assistente nella città in cui è stato chiamato ad operare, e Gwen , messa alle strette da una serie di eventi, non può far altro che accettare. Una decisione obbligata, che la vedrà costretta a fidarsi di un uomo che non conosce, andando incontro, per la prima volta, ad un futuro che non ha progettato lei..
NON È UN DONO, È UNA MALEDIZIONE.

Giudizio:

Una strega. Una impostora. Una curatrice. Questi i diversi appellativi che vengono affibbiati a Gwen Davis, la giovane ragazza con il “dono” di strappare dalla morte vite umane con la sola imposizione delle mani. Un dono o una maledizione? Questo è l’interrogativo che spesso echeggia nella sua mente, perché il suo potere l’ha costretta da sempre a spostarsi di città in città, a cambiare spesso identità, indebolendosi ogni volta che deve soccorrere qualcuno. Rose, Gwen, Eve. Questi i diversi nomi assunti, interpretando però sempre lo stesso ruolo: quello di curatrice! Ma chi è davvero questa ragazza? “Avevo eretto un muro tra me e loro, tra me e i miei segreti. Dovevo apparire determinata e decisa. Non potevo permettere al mio passato di penetrare nel mio presente”. A lei non è consentito farsi coinvolgere emotivamente! Nessuno deve avvicinarsi troppo a lei! Perché nessuno deve scoprire il suo segreto, la cui unica traccia è data da quella chiave che porta, come ciondolo, al suo collo : unico indizio del suo passato! Ma cosa nasconde Gwen? Il suo potere attrae su di sé , purtroppo, la curiosità e la brama di scoprire di più oppure sentimenti di diffidenza, paura o addirittura odio. Ma a Gwen non è mai interessato l’opinione della gente, lei continua a vivere in modo solitario e ritirato, tentando di non attirare l’attenzione, ma inutilmente. Non tutti però sono spinti da secondi fini. C’è chi , come il Dottor Peter Collins, è affascinato da quella ragazza che, grazie al suo dono, riesce a oltrepassare quei limiti che sono per la medicina invalicabili. Vuole sapere di più, conoscere il suo passato e scoprire cosa si cela dietro quel velo di mistero e malinconia che pare avvolgerla. Per questo, a causa di circostanze particolari, le propone di seguirlo, di diventare la sua collaboratrice, di cambiare nuovamente identità assumendo persino le finte vesti di sua moglie. Non sarà facile per il Dottor Collins riuscire ad abbattere tutte le barriere difensive innalzate da Gwen. Non sarà facile entrare, seppur in punta di piedi, nel suo mondo, dove il dolore e la disperazione di chi sta per essere privato del proprio soffio vitale tormentano e attanagliano il cuore di Gwen, privando pian piano la stessa di un pezzo della sua vita. Non sarà facile neppure conquistare la sua fiducia e scoprire il segreto che custodisce da anni. Un segreto legato al suo dono di curatrice a cui sono in molti a voler aver accesso, spinti dall’onnipotente desiderio di possedere nelle proprie mani il potere sulla VITA e sulla MORTE! Peter Collins scopre presto di essere stato usato come semplice pedina di un malefico piano ordito con l’unico scopo di arrivare a lei e al suo segreto. Il pericolo che da sempre Gwen ha cercato, col suo sacrificio, di evitare, sarà stato dunque vano? Ho conosciuto questa autrice grazie al suo ultimo romanzo storico: “L’eredità di Christine e ne ho apprezzato la sua bravura, pertanto, ho deciso di recuperare altri suoi scritti per avere o meno conferma del mio primo pensiero. Anche in versione fantasy, Laura Usai dimostra la sua capacità di creare intrecci avvincenti, originali e scorrevoli. In questo romanzo, un mix perfetto tra fantasy e mistery, la scrittrice evidenzia, attraverso la storia della curatrice, come un qualsiasi dono possa trasformarsi in un arma pericolosa a seconda dei fini per cui viene utilizzato. Di conseguenza è pericoloso non solo quando finisce in mani sbagliate, ma anche quando non viene usato in modo consapevole da chi lo possiede! Una lettura interessante!!

Stelle: 4⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...