MERCI, MONSIEUR DIOR DI AGNES GABRIEL

Ed eccoci con una recensione di Anna Maria.

Titolo: Merci, Monsieur Dior.
Autrice: Agnès Gabriel.

Genere: Romance Storico.

Pagine:. 432.
Editore: Giunti, 28 ottobre 2020.
Formati disponibili:Kindle 9,99€

Cartaceo 14,15€.
Trama:

https://www.amazon.it/gp/aw/d/B08LDKMF15/ref=tmm_kin_title_0?ie=UTF8&qid=1616753916&sr=8-1

Tra meravigliosi abiti, stoffe e profumi, una vera immersione nell’atmosfera dell’epoca e della città. 1946. In fuga da un fidanzamento infelice e dalle ristrettezze della vita di provincia, Célestine lascia la Normandia per cercare fortuna a Parigi. Qui è accolta dalla sua migliore amica Marie, che lavora come cameriera e la guida attraverso la città che sta risorgendo dagli orrori della guerra. Fingendo di fare shopping nelle lussuose Galeries Lafayette, le due sognano una vita diversa. Finché Célestine non s’imbatte in un annuncio per un posto da segretaria: non immagina che di lì a poco si ritroverà nel sontuoso palazzo dello stilista Christian Dior, in crisi per la presentazione della sua prima collezione. La naturale grazia di Célestine incanta Dior, dandogli l’ispirazione per la nuova linea. In poco tempo la ragazza diventa la sua più stretta collaboratrice, la sua più intima confidente e infine la sua musa. In una città in cui la gente, dopo le privazioni della guerra, ha un disperato desiderio di ritrovare la bellezza, le creazioni di Christian Dior sbocciano come fiori, presentando uno stile e un’idea di femminilità completamente nuovi e incantando le parigine con la loro raffinatezza. In questo nuovo mondo sfavillante, Célestine conosce l’affascinante Jean-Luc , giornalista del Figaro, ma non sa che nel frattempo qualcuno sta tramando nell’ombra e potrebbe mettere a rischio il suo legame con Monsieur Dior……

Giudizio:

“Merci, Monsieur Dior”, nel titolo di questo splendido romanzo di Agnès Gabriel, è sintetizzata la storia della sua protagonista: Célestine Dufour, una giovane ragazza che abbandona il suo paese in Normandia per cercare fortuna a Parigi, una città che in quel periodo si sta pian piano risollevando dagli orrori della strascichi della guerra. Nella sua valigia, oltre ai pochi vestiti, Célestine ha riposto tre libri della sua scrittrice preferita Germaine Mercier, le cui storie romantiche le hanno da sempre fatto compagnia illudendola della possibilità di un domani migliore. Queste le poche cose che porta con sé, lasciandosi alle spalle il passato: l’infanzia, l’adolescenza, l’improvvisa morte della madre e il fidanzato Albert, rivelatosi un grande sbaglio. Ad accoglierla nella affascinante ma caotica Parigi c’è la sua amica Marie, sempre costantemente alla ricerca di un buon partito con cui accasarsi, ma che sarà anche il suo sostegno, la sua confidente, il suo unico punto di riferimento. Célestine Dufour non può però immaginare quanto la sua decisione di lasciare il suo paese alla volta di Parigi si rivelerà per lei la svolta decisiva per la conquista della sua libertà ed indipendenza come donna. A contribuire alla sua trasformazione da ragazza ingenua e sprovveduta in una donna autonoma e sicura di sé contribuisce assolutamente il lavoro trovato per caso, rispondendo ad un annuncio, che la porterà a diventare prima una semplice donna di servizio, poi una governante ed infine la più fidata confidente ed assistente del famoso stilista Christian Dior. La presenza di Célestine, accanto a Monsieur Dior, diventerà sempre più preziosa soprattutto, agli inizi, quando lo stilista, ancora in erba, è alle prese con la sua sfida più grande: realizzare per la prima volta una collezione completa di circa 100 modelli. “La mia moda deve rispecchiare lo spirito del nuovo inizio”. Monsieur Dior voleva attraverso le sue creazioni restituire alle donne la bellezza, una bellezza naturale ma ammaliante nella sua perfezione dopo gli stenti provati in guerra. In queste pagine vedremo l’evolversi non solo della carriera strabiliante dello stilista Dior, ma anche del legame che si crea tra lui e quella fanciulla discreta ma perspicace, che sa coi suoi manicaretti deliziosi riportarlo ai sapori e ricordi della sua infanzia, che sa ascoltarlo, consigliarlo, leggere nel suo animo imparando così, anno dopo anno, a conoscere non solo il famoso couturier, ma il Dior uomo. Il ruolo sempre più prezioso acquisito da Célestine accanto a Monsieur Dior attira su di sé gelosie, invidie e persino subdoli tentativi di minare il loro rapporto basato sulla fiducia, lealtà e discrezione. Tentativi che, come vedremo, cadranno nel vuoto perché il legame sincero tra i due si rivela assolutamente inscalfibile! Ma Célestine, dopo aver acquisito grazie al suo mentore una maggiore sicurezza, prova anche a realizzare un suo giovanile sogno nel cassetto: diventare una scrittrice di storie romantiche accompagnando il suo futuro pubblico in un’epoca passata. Riuscirà a realizzare il suo progetto? E le basterà la conquistata indipendenza oppure sentirà anche lei il bisogno, come la sua amica Marie, di qualcuno che le scaldi il cuore? Questo romanzo fa compiere al lettore un viaggio a ritroso nel tempo, facendogli conoscere da vicino Monsieur Dior e il suo mondo pubblico e privato. Vivremo indirettamente la frenesia della realizzazione di un bozzetto o dell’allestimento della sfilata. Saremo catapultati in una Parigi che tra mille contraddizioni tenta di lasciarsi alle spalle gli orrori della guerra e di riacquistare lo splendore e il fascino perduto e Christian Dior contribuisce con il suo estro creativo a compiere tale miracolo. Al termine della lettura, anche a noi, come a Célestine, scapperà di dire: “Merci, Monsieur Dior!”

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...