IL COLORE DEI SOGNI DI MARIANGELA CAMOCARDI.

Ed eccoci ad augurarvi buon week end con una recensione di Anna Maria.

Titolo: Il colore dei sogni ( Historical Romance). Autrice: Mariangela Camocardi.

Genere: Romanzo storico.

Pagine: 213.

Editore: Dri Editore, 14 febbraio 2021.

Formati disponibili:Kindle 2,99€

Kindle Unlimited 0,00€

Cartaceo 15,59€.

Trama:

https://www.amazon.it/Colore-dei-Sogni-HistoricalRomance-DriEditore-ebook/dp/B08WM17TP7/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=il+colore+dei+sogni&qid=1614790353&sprefix=il+colore+dei+&sr=8-1

Una giovane donna in difficoltà. Un visconte senza scrupoli. Una passione inconfessabile. Brunella Alberici ha pagato caro il matrimonio con l’aristocratico Amerigo. La famiglia di lui l’ha sempre considerata una scaltra arrampicatrice sociale. Il cugino del marito, il visconte Melco Rizzi Monaldi, le infligge un’ulteriore umiliazione rifiutandole il suo aiuto nel momento del bisogno. Poi qualcosa cambia nel rapporto di lei con Melco: senza che nessuno dei due potesse prevederlo, nei loro cuori fa breccia una passione inconfessabile, consapevoli che quello che provano è un sogno senza speranza, anche perché ci sono persone disposte a tutto per impedire al visconte di legarsi a Brunella. La regina del romance storico italiano ci regala l’ennesima perla dalla sua penna inconfondibile. Questa storia vi conquisterà fin dall’inizio e non potrete staccare gli occhi dal vostro Kindle. Parola di Dri Editore.

Giudizio:

Quando un lettore si accinge a leggere un qualsiasi romanzo, nel momento stesso che lo sceglie come sua lettura, stringe col narratore/ autore un patto, ossia di credere ciecamente a ciò che è scritto, ma soprattutto di lasciarsi docilmente travolgere dalle emozioni della storia. E quando si decide di leggere un romanzo della Camocardi, vi è sempre la certezza che quel patto non sarà mai infranto. Questa volta l’autrice ci conduce all’ interno della fervida società milanese di fine Ottocento, dove nonostante si stiano compiendo i primi timidi passi verso il riconoscimento dell’emancipazione femminile, segno di un’evoluzione nei costumi, però, le differenze tra le varie classi sociali continuano ad avere un peso notevole. All’epoca vi era un unico appellativo con il quale apostrofare una donna di umili origini che aveva avuto l’ardire e la fortuna di irretire, facendosi portare all’altare, un esponente dell’alta società: un’ arrampicatrice sociale! Tale premessa è assolutamente necessaria per comprendere non solo le umiliazioni subite dalla protagonista Brunella Alberici, ma anche gli astiosi pregiudizi nei suoi confronti da parte di tutti i parenti della famiglia di suo marito: i Rizzi Monaldi! “..la sola presenza in casa sua di quella scaltra opportunista alimentava un’ira che padroneggiava a fatica”. Suggestionato dai pregiudizi e dai pettegolezzi Melco, cugino di Amerigo, colui che per amore di quella donna aveva rinunciato al titolo e alle sostanziose rendite familiari riducendosi in miseria, non ha affatto pensieri positivi verso Brunella, ritenuta la causa principale dell’allontanamento del cugino dalla sua famiglia. Nutre inizialmente per lei solo astio e disprezzo, acuito ancora di più dalla sfacciataggine della stessa di presentarsi al suo cospetto per invocare un aiuto per suo marito, ormai debilitato da una terribile malattia. “Per lui , ve lo assicuro, striscerei ai vostri piedi, accettando perfino di farmi calpestare dalle vostre costose scarpe lustre, purché possa rendere sereni quei pochi giorni che gli rimangono da vivere”. In queste parole emerge chiaramente la forte personalità di Brunella, una giovane donna capace, solo in quel frangente, di mettere da parte il suo smisurato orgoglio, pur di consentire al marito di ricevere le cure e l’assistenza adeguata. Un orgoglio e una dignità che la protagonista ha sempre conservato a dispetto delle umiliazioni subite, delle superficiali illazioni circolate sul suo conto e delle ristrettezze economiche patite. Nonostante la vita le abbia tirato un brutto tiro mancino legandola ad un uomo buono, come Amerigo, ma verso il quale prova solo affetto, Brunella si è sempre comportata come una moglie devota e rispettosa. Ed è proprio in ossequio al suo ruolo di moglie che si reca dinanzi al visconte Melco sperando di fare breccia nel suo cuore e di appellarsi alla sua umanità, perorando la causa di Amerigo, ormai in uno stato terminale della malattia. Il primo incontro tra i due è dominato dai reciproci pregiudizi: Melco la ritiene una furba manipolatrice priva di alcuna avvenenza; mentre Brunella lo considera soltanto un cinico senza cuore. Tali giudizi precipitosi e affrettati sono destinati a cadere quando, costretti dalle circostanze e aiutati dal fato, saranno costretti a guardarsi davvero, andando oltre le prime ingannevoli impressioni.

Un sentimento dirompente e fulmineo prenderà il loro posto facendoli però sprofondare in un lacerante tormento interiore. Proibito. Inappropriato. Inconcepibile. Questo è ciò che tentano di ripetersi entrambi e contro cui combattono miseramente. Brunella e Melco debbono fare i conti non solo coi propri sensi di colpa, ma anche con gli innumerevoli tranelli che altri tendono loro con l’unico scopo di ricordare il profondo divario sociale che li divide. Soccomberanno oppure sfideranno col loro amore le bigotte convenzioni sociali? Una storia assolutamente coinvolgente ed emozionante! Minuzioso il lavoro psicologico che l’autrice ha compiuto sui suoi personaggi, nessuno escluso. Melco si dimostra un uomo con saldi principi morali, ma capace di mettersi in discussione e di lottare per ciò che ritiene per lui irrinunciabile. Brunella invece ha mostrato non solo il suo orgoglio, ma anche le fragilità e i desideri di una donna in cerca di qualcuno che colori di arcobaleno i suoi sogni incolori. Sarà per caso Melco? A voi scoprirlo!

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...