INDOMITA E RIBELLE DI SABRINA BOCCIA

Anna Maria e la sua recensione.

Titolo: Indomita e ribelle.

Autrice: Sabrina Boccia.

Genere: Romanzo storico.

Pagine: 221. Editore: O.D.E. Edizioni, 1 edizione – 17 gennaio 2021.

Formati disponibili: Kindle 2,99€

Kindle Unlimited 0,00€

Cartaceo 11,50€.

Trama:

https://www.amazon.it/Indomita-ribelle-Sabrina-Boccia-ebook/dp/B08T9WZRCY/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=sabrina+boccia&qid=1614073212&sprefix=sabrina+bo&sr=8-1

Philip Godart, conte di Derbyshire e futuro duca di Devenshire, poco avvezzo a tollerare i dettami dell’epoca, preferisce di gran lunga una corsa clandestina a un evento mondano. Adora trastullarsi con l’amante di turno e non desidera cambiare questo buon vezzo. Lady Cristina Hepzibah Atword rimanda anno dopo anno il suo debutto nella buona società, accampando misere scuse al solo scopo di conservare la sua preziosa libertà. Arguta e frizzante, vuole godersi la vita e sposarsi per amore, non per dovere. Cosa accadrà quando il destino farà entrare uno sgambetto? Soccomberanno agli eventi o lotteranno per far valere le proprie ragioni?

Giudizio:

Una delicata figura femminile campeggia, irresistibile, sulla cover, a cui fa da contrasto, nel titolo, due aggettivi :”Indomita e ribelle” che fanno presagire subito che avremo a che fare con una protagonista femminile con un bel caratterino. Non è la prima volta che in un romanzo storico la protagonista sia una fanciulla di alto lignaggio ma poco incline ad accettare bigotte e insulse convenzioni sociali. Lady Cristina Hepzibah Atword rientra in tale cliché: è infatti una bellissima ragazza con uno spirito ribelle, poco avezza alle formalità e ai dettami dell’etichetta, ma sempre attenta a non provocare scandali, solo per non arrecare dolore a sua nonna e al suo amato fratello Jack. Sogna di trovare l’amore, com’era successo ai suoi poveri genitori, morti prematuramente, o come le capitava di leggere nei suoi romanzi. Per questo motivo ha, con mille scuse, cercato di rimandare il più possibile il momento del suo debutto in società, dove lei sarebbe stata offerta al miglior offerente e la sua ricca dote avrebbe fatto gola a molti al pari della sua indiscutibile bellezza. Ma, alla veneranda età di vent’anni, senza ancora un fidanzato, pende su di lei minacciosa, come una spada di Damocle, l’onta di essere tacciata da tutti come una zitella anche a causa del suo essere “schietta e diretta un po’ troppo per le consuetudini del suo tempo”. Per questo accetta a malincuore il desiderio di sua nonna Hepzibah Dorothy di organizzare il debutto in società per trovare finalmente un buon partito con cui accasarsi o almeno questo vuole farle credere. Questi i pensieri che si agitano nel cuore di Lady Cristina e che vengono messi ulteriormente in subbuglio quando i suoi splendidi occhi turchesi si posano sul fisico massiccio, muscoloso ed irresistibile di Philip Godart, conte di Derbyshire, nonché migliore amico di suo fratello Jack. “L’uomo era di bell’aspetto, una montagna di muscoli, un colosso, un armadio del quale desiderava aprire tutte le ante”. Quell’uomo suscita in lei pensieri lussuriosi e reazioni incontrollabili poco consone per una fanciulla di buon nome. La sua fama di libertino, il suo legame con il fratello e il suo modo di fare irriverente ed odioso costituiscono dei giusti deterrenti per stargli alla larga! I medesimi pensieri agitati turbano inspiegabilmente l’animo di Philip, da sempre abituato a trastullarsi con donne diverse, in quanto incapace di dominare il suo appetito sessuale. Ma quella fanciulla “indomita e ribelle” capace di tenergli testa e di provocarlo con la sua avvenenza seducente ma ancora acerba diventa ben presto un’ossessione dolce e allo stesso tempo proibita. Cristina è per Philip “off limits” in quanto sorella di Jack che mai avrebbe apprezzato o tollerato le sue avances e lui mai avrebbe voluto, col suo comportamento superficiale e ambiguo, compromettere la sua reputazione. Tanti gli ostacoli che si frappongono tra questi due ragazzi i quali lottano strenuamente contro i loro stessi sentimenti. Cristina ingaggia una dura lotta con la sua subdola vocina interiore; mentre Philip tenta di prendere con ogni mezzo le dovute distanze da quella pericolosa tentazione. Riusciranno a resistere alle fiamme che ardono i loro cuori? Tra battute irriverenti, schermaglie amorose, avventure roccambolesche vedremo queste due anime in pena crogiolarsi nei loro tormenti e districarsi tra i diversi ostacoli orditi dal destino. Una storia, quella creata da Sabrina Boccia, che risulta essere accurata e coinvolgente, divertente e passionale, delicata e avventurosa. Insomma non manca nulla a questa storia per attrarre il lettore grazie anche a due splendidi personaggi capaci, coi loro caratteri focosi e testardi, di infiammare qualsiasi cuore! Sono stata contenta di aver scoperto questa nuova scrittrice emergente la quale, per il mio modesto parere, non ha nulla da invidiare ad altre scrittrici del genere storico.

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...