LA MOGLIE DI SHANGHAI DI JEAN MORAN

Ecco Anna Maria.

Titolo: La moglie di Shanghai.

Autrice: Jean Moran.

Genere: Narrativa – Romanzo storico.

Pagine: 360.

Editore: Newton Compton Editori, 4 febbraio 2021.

Formati disponibili Kindle 1,99€

Cartaceo copertina rigida 11,40€ – copertina flessibile 12,90€.

Trama:

https://www.amazon.it/moglie-Shanghai-Jean-Moran-ebook/dp/B08T1JV6CR/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=jean+moran&qid=1613855465&sprefix=jean+mo&sr=8-1

Una scelta può cambiare per sempre il corso di una vita? 1941. Durante un’afosa serata nel quartiere di Kowloon, uno dei distretti più caratteristici della colonia di Hong Kong, la dottoressa Rowena Rossiter è in cerca di un po’ di svago dopo il duro lavoro. Ancora non sa che il suo mondo è sull’orlo del collasso. Quella sera, Rowena incontrerà due uomini che si batteranno per il suo cuore negli anni seguenti. Connor O’Connor, un soldato irlandese ribelle, che la corteggia con determinazione e piglio canzonatorio e Kim Pheloung. Immensamente ricco, Kim è l’uomo più bello che Rowena abbia mai visto, e anche il più spietato, con un sinistro bisogno di possesso e controllo. Nei suoi occhi c’è qualcosa di magnetico e Rowena sa che lasciarlo avvicinare troppo potrebbe rivelarsi molto pericoloso. Nel frattempo avviene il disastro: i giapponesi attaccano Hong Kong e il mondo diventa un inferno pieno di orrore. Si possono amare due uomini allo stesso momento? Una storia romantica e struggente, tra le esplosioni della guerra e quelle del cuore. “Un libro intenso, commovente, indimenticabile. I personaggi sono ritratti magnificamente e le atmosfere rimangono impresse nella memoria”. “Non avevo mai letto niente del genere, è stata un’esperienza unica. Preparate i fazzoletti, perché è impossibile non commuoversi!” “Un romanzo che riesce a farti viaggiare senza mai alzarti dalla poltrona”.

Giudizio:

L’Amore riesce a fare capolino anche in luoghi in cui regna disperazione, dolore e morte. L’Amore, nelle sue diverse espressioni, diventa come una boa a cui aggrapparsi per trovare un barlume di speranza e di luce quando tutto intorno è invece buio! Jean Moran ha ambientato la storia della sua coraggiosa protagonista, in una Hong Kong dilaniata dagli orrori e atrocità della guerra. Rowena Rossiter è una giovane dottoressa, una mosca bianca in un mondo completamente dominato dagli uomini. Uno spirito ribelle ed indomito che dimostrerà tutta la sua forza e caparbietà nonostante la sorte avversa tenterà in più occasioni di sottometterla, di colpirla in modo abietto e atroce, di soggiogarla al proprio volere. Una donna straniera bellissima e intelligente che diventa o il pensiero più dolce a cui aggrapparsi nei momenti più difficili o l’ossessione più diabolica da soddisfare. Questo è la dottoressa Rossiter nella mente di due uomini, completamente diversi, entrati per puro caso nella sua vita, nello stesso giorno e nel medesimo luogo: il Connor’s Bar. Connor O’Connor è uno dei proprietari del bar, nonché un soldato di origine irlandese, che ama suonare il violino, un ricordo di famiglia, accompagnando le dolci note con la sua voce calda e sensuale. “L’irlandese la guardava come se la guerra stesse avvenendo dentro di lui”. Nonostante il loro primo incontro non sia partito col piede giusto, in ogni caso, in entrambi si è smosso qualcosa nel profondo e si crea un legame che continuerà ad unirli anche quando le vicissitudini della guerra separeranno le loro strade. “Star of the County Down” sarà la loro canzone, il dolce ricordo che entrambi rammenteranno come un barlume di speranza! Ma Connor non è il solo ad aver fatto breccia nel cuore di Rowena; un altro uomo è rimasto affascinato da quella splendida occidentale: Kim Pheloung, un ricco commerciante di seta ma anche un potente trafficante di oppio. “Era di una bellezza mozzafiato, ma con una patina pericolosa. Come un serpente, una bellissima creatura al tempo stesso seducente e letale”. Se Connor si insinua dolcemente nel suo cuore, Kim, invece, esercita su di lei un forte potere di attrazione: ammaliante ma pericoloso. Quando Kim Pheloung vuole qualcosa, la ottiene a qualsiasi costo e quella splendida dottoressa diventa la sua sfida più interessante: plasmare una mente intelligente e ribelle, come quella di Rowena, trasformandola in ciò che lui desidera. Ecco cosa tenta di fare Kim facendo leva sulla vulnerabilità e debolezza psicologica quando questa è seriamente provata dagli orrori della guerra e della prigionia. Due uomini svolgono dunque ruoli diversi nella vita di Rowena ed essa si affiderà ad entrambi per motivi e in situazioni differenti. Quale di essi occuperà davvero un posto nel suo cuore? La moglie di Shanghai non è affatto una lettura facile, in quanto, pur parlando di amore, Jean Moran non si risparmia nel narrare in modo crudo e veritiero quanto accadeva non solo sui campi di battaglia, ma soprattutto nei campi di concentramento giapponesi. Orrori, soprusi, stupri, privazioni indicibili. Non vi è nulla di umano in quei luoghi di dolore e morte! Nulla viene smorzato o addolcito ma, al contrario, viene barbaramente descritto proprio con l’intento di schiaffeggiare il lettore e catapultarlo in quell’ orrore. Non mancheranno le lacrime di commozione come anche le emozioni forti! Una lettura assolutamente toccante da non perdere!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Un pensiero riguardo “LA MOGLIE DI SHANGHAI DI JEAN MORAN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...