NON DOBBIAMO STARE VICINI DI ESTER BRADAMANTE

Ed eccoci con una nuova recensione di Anna Maria😍

Titolo: Non dobbiamo stare vicini.

Autrice: Ester Bradamante.

Genere: Romance Contemporary.

Pagine: 337.

Editore: Self Publishing, 26 febbraio 2020.

Formati disponibili: Kindle 2,99€

Kindle Unlimited 0,00€

cartaceo 11,89€.

Trama:

https://www.amazon.it/dobbiamo-stare-vicini-Ester-Bradamante-ebook/dp/B084FF7NGF/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=non+dobbiamo+stare+vicini&qid=1611173034&sprefix=non+dobbia&sr=8-1

Sara e Luke hanno un passato ingombrante e il loro presente è scandito da regole precise che si sono autoinflitti. L’unica cosa che hanno apparentemente in comune è l’amicizia con Juls: infatti i tre lavorano nella stessa società. Sara è una ragazza riservata e decisa, conosce Juls dai tempi dell’università e da allora non si sono più lasciate. Luke lavora nello stesso settore di Juls ed è un playboy che non vuole legami. Per lui Sara è solo la migliore amica di Juls. Tuttavia, la vita non sempre va come si vuole e, beffarda, si prende gioco dei due. Sara e Luke riusciranno a gestire le conseguenze di un assurdo imprevisto? AUTOCONCLUSIVO

Giudizio:

“Non dobbiamo stare vicini” è non solo il titolo di questo romanzo, ma è anche una sorta di mantra che si ripetono quasi ossessivamente i due protagonisti, troppo preoccupati di uscire fuori dalla loro comfort zone. Sara e Luke: entrambi lavorano per la stessa azienda, la Gen Group, anche se in settori diversi; entrambi hanno un’ amica in comune a cui, senza saperlo, hanno affibbiato lo stesso affettuoso nomignolo: “folletto”, ossia la lungimirante Juls; entrambi adorano scaricare la tensione accumulata nuotando nella stessa piscina, ma soprattutto entrambi, anche se per motivi diversi, sono fermamente convinti di non aver bisogno di alcun coinvolgimento emotivo in quanto rappresenterebbe un’ inutile distrazione. Sara è troppo preoccupata a non farsi distogliere dal suo principale obiettivo: diventare una donna in carriera affermata e indipendente. Per questo, senza preoccuparsi di apparire “strana”, ha una vita senza svaghi, passatempi e soprattutto feste, così da non attirare su di sé l’attenzione altrui. Unica nota colorata nella sua vita schematica è data dalla presenza di Juls, un uragano che tenta in qualche modo di trascinarla fuori dal suo guscio protettivo. Ma la nostra Sara , grande patita delle favole Disney, è in fondo in fondo una inguaribile romantica, che in cuor suo attende l’arrivo del classico principe azzurro pronto a portarla via in sella al suo cavallo bianco. Molto lontano dall’ interpretare questo ruolo è il nostro Luke, non tanto per il suo aspetto fisico assolutamente perfetto e carismatico, quanto per la sua indiscussa fama di collezionista seriale di conquiste effimere. Visto il suo fisico scultoreo, per Sara, Luke si avvicina di più al re Tritone pieno però di ego ipertrofico. Il suo atteggiamento superficiale e menefreghista nasconde in realtà un grande dolore, un pesante fardello che ha deciso di non condividere con nessuno. “È come se si fosse scottato in passato e non volesse ripetere l’errore”. Quanto ci è andata vicina Sara con questo suo pensiero! Due personaggi, dunque, intenzionati a continuare a vivere le loro vite, fino a quando il destino non decide di fare entrare in collisione le loro strade mandando all’aria tutte le loro certezze. Solo sesso? Pura e semplice attrazione fisica? È questo il nome da dare al loro strano rapporto? È questa la causa per cui, nonostante si ripetano di continuo di dover stare lontani, si sentono invece inspiegabilmente attratti come calamite? Una dura lotta interiore ingaggeranno i nostri protagonisti assoluti fermi a non capitolare: Sara perché non vuole deviare dal suo obiettivo e Luke perché è convinto di non poter offrire amore. Ma quale oscuro segreto opprime il cuore del bel Tritone? Riuscirà Sara, nonostante le sue fragilità e le sue remore, ad insinuarsi nel suo cuore? Ho apprezzato il percorso di maturazione a cui la scrittrice ha sottoposto i suoi protagonisti, in particolare il tormentato Luke e ho adorato il ruolo di Juls: una via di mezzo tra un adorabile grillo parlante e un prezioso Cupido. Amore, Passione, Paura, Amicizia questi sono gli ingredienti che rendono la lettura piacevole e scorrevole!

Stelle: 4 ⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...