OLTRE IL DESTINO DI SARA BRACCINI.

Ed ecco Anna Maria con una recensione.

Titolo: Oltre il destino ( Ho scelto te Series). Autrice: Sara Braccini.

Genere: Romance.

Pagine: 289.

Editore:Self Publishing, 4 dicembre 2020.

Formati disponibili:Kindle 0,99€

Kindle Unlimited 0,00€

cartaceo 8,84€.

Trama:

https://www.amazon.it/Oltre-destino-Sara-Braccini-ebook/dp/B08PKTQTVN/ref=mp_s_a_1_2?dchild=1&keywords=oltre+il+destino&qid=1608802416&sprefix=oltre+il+dest&sr=8-2

Si può cambiare il destino? È possibile andare oltre? Beffare tutto quello che è stato scritto d’improvviso diviene di vitale importanza per Nicolas che si troverà ad affrontare un viaggio difficile verso quello che potrebbe rappresentare il suo futuro, e non solo. Un percorso complesso, denso di emozioni che porterà se stesso e chi lo circonda a scavare nel profondo accompagnato da una voce d’eccezione. Siete pronti?

Giudizio:

Le persone non ci lasciano mai davvero, ma restano sempre accanto a noi sotto forma di ricordi. Sono ormai trascorsi quasi tre anni da quando Frederick non c’è più, ma il suo spirito non è mai andato via, continua ad aleggiare, come presenza, in ogni angolo della sua libreria, la Maison du Livre; e continua ad essere ancora un costante dolore nei cuori dei suoi cari. Alexander ed Elise sembrano, in apparenza, essere riusciti a trovare una loro armonia familiare accanto alla esuberante Michelle e al dolcissimo Fred. Il loro è ormai un amore solido basato sulla reciproca fiducia e passione travolgente. Il tempo,si dice, riesce a guarire ogni ferita, ma il vuoto lasciato da Frederick, i sensi di colpa e i martellanti interrogativi sul perché del suo assurdo gesto continuano ad essere un “quid” irrisolto nel loro collodauto rapporto. Anche l’altra coppia formata da Luis e Gioia non riesce a trovare un equilibrio e un’armonia in quanto minata da assurde gelosie e pericolose tentazioni. Insomma i quattro personaggi che avevamo imparato a conoscere e ad amare, nel precedente romanzo, sembrano sforzarsi nell’andare avanti restando però ancorati, purtroppo, ai ricordi del passato. Un passato che pare voler prepotentemente venire alla luce e lo fa non solo sotto forma di un vecchio diario in pelle nera, custode geloso dei tormenti di un’anima alla ricerca dell’amore; sia sotto forma di un giovane ragazzo, anch’esso, come quello del diario, con il cuore in subbuglio e la mente avida di risposte.

Nicolas è questo il nome del nuovo personaggio che compare in scena piombando nelle vite dei nostri protagonisti, non in modo del tutto casuale, ma spinto dal desiderio di trovare quelle risposte su se stesso che, fino ad allora, gli sono state negate. ” Una complicazione nella vita di sua madre”. Ecco, così si è sempre sentito il nostro Nicolas a causa del disprezzo dimostratogli in ogni occasione da suo nonno materno. Nonostante l’amore incondizionato di sua madre, lui si è sempre sentito “fuori luogo”, un estraneo nella sua stessa casa. Nel suo cuore albergano pertanto confusione, rabbia e dolore. Ma, forse, è arrivato anche per lui il momento di andare “oltre il destino” per trovare così quella pace interiore che gli manca terribilmente. Come è accaduto, un po’ di tempo fa, per la nostra Elise la quale, una volta varcata la soglia della pittoresca libreria e aver fatto conoscenza col suo affascinante proprietario dall’aria bohemienne, ha trovato poi ciò che cercava; lo stesso accade a Nicolas il quale subirà il potere magico della Maison du Livre e forse troverà le risposte ai suoi mille perché. “Le cose che ci appartengono, che sono destinate a noi, trovano sempre il modo di raggiungerci”. Sara Braccini, in questo suo secondo romanzo, grazie ai pov alternati, dà voce ai pensieri, dubbi ed emozioni dei suoi personaggi. Ha permesso anche a Frederick, il suo personaggio più controverso ma indiscutibilmente pieno di fascino, di mettere a nudo la sua anima fragile e di trovare finalmente pace. Ed io ringrazio Sara Braccini di ciò, perché Frederick aveva creato un vuoto, con la sua dipartita, anche nel cuore di noi lettori. Sara Braccini dimostra, inoltre, una maggiore maturità espressiva, ma sempre la stessa bravura nell’emozionare. Una lettura davvero emozionante!

Stelle: 4 ⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...