DOBERMANN DI JD HURT

Ed eccoci con un’altro libro di JD HURT che ci parlerà la nostra Anna Maria.

Titolo: Dobermann ( Honorable Men Series – Spin off).

Autrice: JD Hurt.

Genere: Mafia Romance Suspense Autoconclusivo.

Pagine: 231. Editore:Self Publishing, 15 settembre 2020.

Formati disponibili: Kindle 2,99€

Kindle Unlimited 0,00€

Cartaceo copertina flessibile 9,36€.

Trama:

https://www.amazon.it/Dobermann-Honorable-Men-Spin-Off-ebook/dp/B08GJWVJSF/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=jd+hurt&qid=1603195983&sr=8-1

Doveva essere un danno collaterale, qualcosa che mi avrebbe salvato la vita e avrei reso infelice per sempre. Impossibile donare gioia quando tu stesso sei l’essenza dell’amarezza. Ma poi l’ho adorata, sniffata come una striscia di cocaina. Cinque minuti, lei è diventata tutto il mio mondo. So ciò che state pensando. È la solita storia col solito protagonista cattivo. Niente di più sbagliato, al massimo posso essere il vigliacco. E forse non sono neanche quello. Non so molto di me, ma il mio ruolo nella mafia è sempre stato quello del Dobermann. Non un soldato, neppure un servo. Un fottuto cane ammaestrato a umiliare. Ora quel cane vuole lei, Dafne Morabito. Chiamatemi Dobermann oppure col mio vero nome: Boris Solara. Non me ne frega niente dovete solo capire che le appartengo. Una maestra, una ragazza semplice. Ecco quello che volevo essere; sono arrivata a Roma con una valigia piena di sogni e speranze da realizzare. Per farlo mi sono rivolta al ragazzo più scaltro e più buono del mondo: Claudio La Barbera.Lui mi ha protetto da mia madre, dalla mia vecchia famiglia, soprattutto da un passato che non ho scelto. Credevo di essere al sicuro. Poi è arrivato Dobermann: l’uomo che, in due ore, ha ribaltato il mio mondo. Dice di essere un cane arrabbiato e, a volte, fa davvero delle cose terribili. Eppure ti spiazza con una dolcezza che non ho mai conosciuto nella vita. Il punto è che io non voglio la sua tenerezza. Desidero un futuro lontano dalla mafia, una vita normale e onesta. Sono sempre vissuta in un castello di segreti pronto a crollarmi addosso. Ora pago il conto. Una delle note spese è proprio il sentimento che provo per lui. Mi chiamo Dafne Morabito, anche il mio nome è una bugia. Dafne e Boris , quando l’amore scavalca il destino. NOTA DELL’AUTRICE: “Dobermann” è un mafia – suspense – dark – romance autoconclusivo. È uno spin off della ” Honorable Men Series” , per capire meglio la storia è consigliato aver letto ” Lo Zingaro del SoBro”. Sebbene tratti argomenti crudi e a tratti scabrosi, le dinamiche fra i due protagonisti sono riferibili a un soft dark romance. In ogni caso, per via della trama violenta e delle situazioni sessuali esplicite , se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.

Giudizio:

“Dobermann” è lo spin off della “Honorable Men Series” e anche in questo, come nei precedenti romanzi, ricorrono alcune tematiche comuni: un fil rouge che lega tutte le storie “crude” e “spietate” raccontate da JD Hurt. La vita umana, in particolare quella di ragazzini innocenti, non conta nulla; è solo merce di scambio per estinguere un debito o per creare alleanze all’interno dei clan. Il commercio umano, compiuto per qualsiasi fine, è qualcosa di turpe, ma diventa abominevole se a compiere tale gesto è qualcuno che dovrebbe amarti e proteggerti, in quanto ti ha messo al mondo. Sono i genitori di tutti i personaggi incontrati i peggiori carnefici dei loro figli: persone senza scrupoli che, pur di salvare la propria pelle o per il potere, sono disposti a sacrificare chiunque. È questa la sorte che accomuna anche i personaggi di questo romanzo: Claudio, Dafne e Boris. Il primo è un personaggio che si era già distinto nel precedente romanzo “Lo Zingaro del SoBro” e avevo già intuito che avesse alle spalle una storia dolorosa. Ne ho avuto piena conferma. Scoprire però le atrocità subite per colpa e per mano di chi è stato terribile: uno shock! La stessa sorte, anche se con risvolti diversi, è toccata a Boris , detto il Dobermann, un cane della mafia a cui hanno inculcato solo di fare del male. Boris non conosce altro, sa solo fare questo avvalendosi per giunta, come arma, di qualcosa che, in realtà, dovrebbe dare piacere e non dolore. Boris è l’ ennesimo ostaggio della mafia e il suo legame inscindibile con essa gli è stato tatuato sullo zigomo: Mob Dog, una scritta indelebile per ricordare agli altri ma soprattutto a se stesso chi è e a chi appartiene. IMPOSSIBILE recidere quel legame! Ci ha provato a lasciarsi alle spalle il suo passato e a sottrarsi ad una sorte decisa da altri anche la coraggiosa e battagliera Dafne. Ci ha provato fuggendo e cambiando vita ma, purtroppo, la Mafia è un virus subdolo e, quando pensi di averlo sconfitto, ecco che è pronto ad attaccare nuovamente e in modo più aggressivo. E a riportarla nel suo incubo è proprio quel ragazzo che, nonostante il suo fare rude e selvaggio, le rivela un animo fragile e desideroso di essere salvato. “Un bacio, quand’è vero, ti fa dimenticare chi sei. Aiutami a dimenticare chi sono e ti regalerò il mondo”. In queste parole pronunciate dal Dobermann si percepisce tutto il desiderio di essere solo Boris e di essere salvato da colei che, nonostante il mondo in cui è nata abbia provato a sporcarla e ingabbiarla, lei , la maestrina, è rimasta onesta e pura. Dafne rappresenta per Boris la sua unica possibilità di avere, solo assieme a lei, la loro Neverland, un mondo lontano da tutto e tutti. Ancora una volta, un sentimento, nato inizialmente per motivi sbagliati e attraverso azioni illecite , si trasforma , a dispetto di tutto, in un legame così intenso da non poterne fare a meno. Questo è ciò che accade tra Dafne e Boris! Ma quella raccontata da JD Hurt non è una favola con uno scontato Happy End, perché la Mafia non dimentica, ma esige sempre il suo riscatto. ” Sangue per il sangue. Carne per la carne. È la legge di Cosa Nostra”. Quale sarà il contributo richiesto quando il famigerato vaso di Pandora sarà aperto e svelerà tutti i segreti nascosti? Quale sarà il destino di queste due anime gemelle? Ho letteralmente divorato questa storia! Ho amato Dafne e Boris, due anime pure. Lo so, potrebbe sembrare un controsenso visto le riprovevoli azioni poste in essere da Boris, nelle vesti del Dobermann, ma, egli ha preservato il suo cuore in attesa dell’arrivo di colei che, senza giudicarlo, lo avrebbe amato ugualmente. L’Amore ha mille sfumature e , a volte, può nascondersi anche dietro quelle più oscure. Bello anche il ruolo di Claudio La Barbera! Ora sono sempre più curiosa di leggere la sua storia e scoprire il suo destino. In attesa del seguito vi auguro una buona lettura!!

Stelle: 5⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...