THE PERFECT DAY DI FRANCESCA REDEGHIERI

Ed ecco Anna Maria con il seguito della storia… siete pronti a vivere emozioni insieme a lei?

Titolo: The Perfect Day ( Sweety vol. 2).

Autrice: Francesca Redeghieri.

Genere: Romance Contemporary.

Pagine: 207.

Edito: Self Publishing, 29 luglio 2020.

Formati disponibili:Kindle 2,90€

Kindle Unlimited 0,00€

Cartaceo copertina flessibile 10,90€.

Trama:

https://www.amazon.it/Perfect-Day-Sweety-Vol-ebook/dp/B08DQSB8NN/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=the+perfect+day&qid=1600634751&sprefix=the+perfect+&sr=8-1

Archer Ripley è felice della sua nuova vita nel Vermont dove si divide tra donne sempre diverse, una fattoria da gestire e cavalli da domare, ma non ha fatto i conti con il passato che, prepotente e impetuoso come un branco di Mustang selvaggi, è deciso a travolgerlo e, quando la lettura di un testamento lo riporta nel New Hampshire, si scontra con la stessa donna che un tempo aveva catturato il suo cuore al lazo. Runa Walsh ha folti capelli rossi e occhi intensi e brillanti quanto i quadrifogli, ma è anche indomita e focosa come la sua terra d’ Irlanda. Tra una lite , un dispetto e, uno scontro dal sapore antico, il rapporto di Runa e Archer degenera fino a diventare una vera e propria sfida e la passione che un tempo li aveva uniti divampa di nuovo portando con sé gli echi di vecchie incomprensioni che però adesso richiedono di essere risolte.

Giudizio:

Il bel cowboy Archer Ripley aveva solleticato la mia curiosità, quando avevo fatto la sua conoscenza tra le pagine di “The Perfect Game” e avevo capito immediatamente che dietro quella montagna di muscoli perfetti si celasse ben altro: un tesoro custodito gelosamente! Di conseguenza non vedevo l’ora di approfondire la conoscenza e soprattutto scoprire cosa si nasconde dietro quel cowboy , in apparente sfrontato e arrogante, ma che poi si è dimostrato un amico leale e una presenza premurosa per un terremoto di cinque anni di nome Didi. In “The Perfect Day” , secondo volume della serie Sweety, ma anche autoconclusivo, Francesca Redeghieri dedica la sua attenzione proprio a lui e alla sua storia. Però quelle parole che ho usato per descriverlo, mal si addicono a ciò che è stato Archer e a ciò che ha combinato in passato. È arrivato però, anche per lui, il momento di fare ammenda e la sua seconda occasione gli viene offerta proprio da una delle due persone che ha più deluso e ferito: Patrick Walsh , il padre di Scones, sua moglie! Anche qui, alla protagonista femminile viene affibbiato un nomignolo che ricorda qualcosa di dolce. C’è stata prima Pancake e poi Crispy, ed ora tocca a Scones perché Runa, questo il vero ma anche singolare nome, ricorda ad Archer proprio quei dolcetti irlandesi che profumano di vaniglia. Capelli rosso fuoco, pelle diafana come porcellana e una spruzzata di efelidi che “erano simili a polvere di fata ed erano depositarie di una magia tutta loro”. Questa è Runa Walsh , colei che ha donato il suo cuore ad un cowboy e questi invece di averne cura ha preferito mandarlo in frantumi. Ormai lei non è più la fragile ed indifesa ragazza di sei anni prima, non è più il piccolo elfo del bosco, bensì, dopo quella notte, si è trasformata in una Audace e combattiva valchiria. “Da quando sei tornato il dolore di quella dannata notte ha ripreso a bruciare nel mio petto come il sole catturato da una lente…. e il mio cuore, Archer, soffre e sfrigola sotto quel calore”. Emerge chiaramente da queste parole come, nonostante il tempo trascorso e nonostante la distanza imposta, la ferita inferta non si è affatto rimarginata, ma continua a fare male. Runa, o meglio Scones, appare ora, agli occhi di Archer, come una ” fata dalle ali spezzate” e purtroppo il responsabile di quella insanabile frattura è solo lui! “Se solo potessi tornare indietro nel tempo, cancellerei quella notte dalle nostre vite, come fosse polvere sui mobili”. Ma non sarà così facile per il nostro cowboy riconquistare la fiducia persa e riappropriarsi di un sentimento che gli appartiene da sempre. Qualcuno ha voluto tendergli un assis perfetto, ha voluto concedergli una seconda occasione, ma Archer saprà coglierla e sfruttarla nel modo più giusto? Riuscirà a convincere Scones del suo pentimento e a far riaccendere una scintilla da quelle ceneri apparentemente spente? Una storia permeata da sentimenti forti. Difficile non farsi coinvolgere dalla guerra , posta in essere, da Archer e Scones e restare impassibili dinanzi ai loro tormenti.

Ancora una volta la Redeghieri conferma la sua bravura nel fare emozionare. Un’ unica pecca , se posso permettermi, è stata l’evoluzione narrativa che mi ha ricordato il romanzo precedente. Nonostante ciò ,mi è piaciuto rincontrare persone che avevo già amato come Rafe, Dillon e la piccola Didi. Ho adorato Cork il pappagallo con la fissa per le citazioni tratte dal celebre film di “Forrest Gump” : l’ho trovato adorabile ed esilarante al pari del signor Erre il buffo alpaca di Didi. Come ho già accennato, questo è il secondo capitolo della serie Sweety , ma può essere letto separatamente, però, io vi consiglio di leggere anche il precedente, se non lo avete già fatto, perché farete una bella scorta di EMOZIONI!! Brava Francesca Redeghieri!

Stelle: 4 ⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...