TESORO D’IRLANDA DI MANUELA CHIAROTTINO

Pronti per un’altro review party di Anna Maria Bisceglie?

#iorestoacasa

Titolo: Tesoro d’ Irlanda.

Scrittrice: Manuela Chiarottino.

Genere: Contemporary Romance.

Pagine: 278.

Edito: More Stories, 13 marzo 2020.

Formati disponibili: Kindle 2,99€/ Kindle Unlimited 0,00€

cartaceo copertina flessibile 11,99€.

Trama:

https://www.amazon.it/Tesoro-dIrlanda-Manuela-Chiarottino-ebook/dp/B0855XX5SK/ref=mp_s_a_1_1?dchild=1&keywords=tesoro+d+irlanda&qid=1585904887&sprefix=tesoro+d’&sr=8-1

Non sempre il cuore ha radici nel luogo in cui vive, ed Eillen lo sa bene. Cresce con suo padre fin dalla tenera età, subendo l’abbandono di sua madre, la giovane frontwoman di un gruppo celtico è ormai una donna adulta con grandi ambizioni, ma che non ha ancora incontrato l’amore. La terra verde della sua infanzia sembra di nuovo chiamarla a sé, giorno dopo giorno. Ogni particolare conduce i suoi passi sulle tracce dell’isola, e l’incontro con Fosco , un uomo taciturno e affascinante, la turba fino a costringerla a mettere tutto in discussione, dal cuore alla ragione.

E se avesse avuto sempre ragione sua madre , mentre narrava di fate di boschi e magie d’altri tempi? E se l’amore prescindesse dalla realtà, scegliendo vie a volte surreali, ma altrettanto vivide? Dall’autrice dell’indimenticabile La bambina che annusava i libri una nuova storia dalla forza di un amore incontenibile.

Giudizio:

” Il mare è traditore, lo sa? Non merita che lei lo dipinga. Non c’è nient’altro che varrebbe la pena ritrarre, invece di venire sulla mia spiaggia, a immortalare tutto questo?” Parole dure e sarcastiche sono quelle che rivolge Fosco ad Eillen la prima volta che la vede,assorta, a ritrarre sulla tela bianca quel mare verso cui lui prova sentimenti contrastanti. Fosco è un’anima tormentata, un’anima ancorata purtroppo ad un passato doloroso da cui non vuole ancora allontanarsi. Ed è proprio quest’uomo solitario, burbero e complicato che s’imbatte in una meravigliosa ragazza dalla chioma ramata e da due occhi verdi, come il mare: Eillen Scalzi. Ma chi è Eillen? La nostra protagonista è una ragazza, per metà di sangue irlandese, dallo spirito libero e ribelle ma, anche lei, come Fosco, ha sul cuore una cicatrice aperta che le fa ancora male. “Via dall’Irlanda, da quella terra che l’aveva accolta neonata e che le aveva portato via la mamma, perché da quelle coste un giorno era salita su una nave ed era partita per non tornare mai più.” Eillen, dopo un’infanzia felice trascorsa in Irlanda di cui i pochi ma sbiaditi ricordi sono tutti legati a sua madre e alle leggende su fate ed elfi, è poi dovuta crescere sola con un padre severo e forse iperprotettivo. Sua madre, un bel giorno, ha deciso che il suo desiderio di libertà fosse più forte di un marito noioso e di una figlia da accudire. L’abbandono ingiustificabile di sua madre ha creato una voragine nel suo cuore. Ma quell’ Irlanda verso cui dovrebbe provare solo odio e rimpianto, continua a fare parte di lei, è nel suo DNA, e non solo per i suoi indiscutibili tratti somatici, ma anche per il suo amore per le musiche, le canzoni e i balli celtici. Il canto e la pittura sono le sue più grandi passioni. La pittura le consente di rappresentare su tela la sua visione della realtà, mentre il canto di esprimere con la voce e il corpo le sue più intime emozioni.

Il destino fa dunque incontrare queste due anime lacerate da ricordi e dolori diversi ma comunque simili. Fosco ed Eillen avvertono immediatamente un’inspiegabile ed irrefrenabile attrazione. Ma il dolore e il senso di colpa che, ormai da più di un anno, attanaglia il cuore di Fosco gli impedisce di lasciarsi completamente andare. “Fosco doveva perdonare se stesso, lei doveva decidere se perdonare o meno sua madre”. Eillen si trova infatti costretta a dover affrontare il suo passato. È costretta per volere di sua madre deceduta da poco, a dover tornare nella sua Irlanda per seguire delle tracce, alla scoperta di un tesoro che sua madre le ha lasciato. Una lettera d’addio, un libro consumato ai bordi, un prezioso e magico anello, una casa diroccata e qualcuno di misterioso da ritrovare. Questa è l’eredità di sua madre! ” La casa ora ti appartiene, fanne cosa credi, ma sappi che lì intorno ho nascosto il resto del mio tesoro. Se ricorderai le vecchie storie, saprai trovarlo”. Ritornare a Waterville significa per Eillen rituffarsi in un mare di ricordi legati ad una infanzia felice e all’immagine di sua madre. Ritornare a Waterville significherà per Eillen ricomporre tutte le tessere di un complicato puzzle che però, una volta ricomposto, le permetterà di comprendere di più Caitlin e anche se stessa. Fare pace con il passato è assolutamente necessario per poter guardare al futuro. Eillen in questo percorso non sarà sola ma le indicheranno la strada fate, folletti e un piccolo gomitolo di pelo nero e….chi altro ci sarà al suo fianco per scovare in Irlanda il suo tesoro? Magico questo è il primo aggettivo che mi viene in mente per descrivere in parte ciò che ho provato leggendolo. La scrittrice ha la maestria di prendere per mano il lettore e accompagnarlo, attraverso le sue minuziose descrizioni, in quei luoghi selvaggi e incantati. Si ha la sensazione di sentire ogni suono, di cogliere ogni sfumatura di colore, di entrare in punta di piedi dentro la mente curiosa e aperta della nostra Eillen e nel cuore in subbuglio del tenebroso Fosco. Non c’è altro da aggiungere se non consigliarvi di leggere questo romanzo ed essere pronti a compiere un viaggio nel magico mondo delle emozioni!

Stelle: 5 ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...