LA VOCE DEL MARE DI EMILY PIGOZZI

Ragazzi, ecco la nostra Anna Maria Bisceglie con un altro libro appena terminato.

Titolo: La voce del mare.

Autrice:Emily Pigozzi.

Genere:narrativa rosa. Pagine:243. Edito:Emma Books,19 giugno 2019.

Prezzo kindle: 3,99 €

Trama:

https://www.amazon.it/voce-del-mare-Emily-Pigozzi-ebook/dp/B07T2BYM2G/ref=mp_s_a_1_2?keywords=la+voce+del+mare&qid=1563635941&s=gateway&sprefix=la+voce+del+ma&sr=8-2

Due donne legate da un filo indissolubile. Una vita divisa in due.Una sola voce. Per Thalia Fountas ,italo-greca, l’unica cosa che conta è la musica lirica.Per questo entra in crisi quando all’improvviso le sembra di non riuscire più a cantare.Come se non bastasse iniziano a tormentarla strani sogni: una casa al mare,grandi ulivi,spiagge incantevoli e una ragazza misteriosa che le somiglia.Thalia riconosce la casa:si trova a Zante e apparteneva a sua nonna di cui lei non sa quasi nulla .Complici un diario,un mare cristallino e uno scontroso vicino di casa dagli occhi verdissimi,in Grecia Thalia forse ritroverà la voce e la strada per esaudire tutti i suoi desideri.

Giudizio:

Passato e Presente a volte si cercano,si inseguono e quando incredibilmente si ritrovano,capiscono di avere bisogno l’uno dell’altro per completarsi e soprattutto per creare il Futuro.Spesso può accadere nella vita a causa dello stress a cui siamo sottoposti,a causa di dolori o di delusioni,di vivere il presente come un dovere e non un piacere e di concepire il futuro come un grosso punto interrogativo.In questi casi ,anche se sembra strano,il passato può esserci di aiuto per capire meglio chi siamo e cosa vogliamo. Ed è questo ciò che accade alla protagonista Thalia Fountas che ha da sempre dedicato la sua giovane esistenza al suo unico amore:il canto lirico! Un amore che ha richiesto sacrifici e rinunce ma che le ha regalato anche gioie e soddisfazioni.Thalia ama il palcoscenico e il palcoscenico adora Thalia Fountas ,la giovane promessa della lirica,la futura erede dell’indimenticabile Callas viste anche le sue origini italo-greche.Un amore a prima vista senza crepe ma poi,all’improvviso,una imperdonabile “stecca” e quel sodalizio nato dopo anni di studio,impegno e sacrificio sembra dissolversi ,in un istante,come una bolla di sapone.All’improvviso quel filo che legava Thalia al canto sembra essersi inspiegabilmente spezzato mandando in frantumi i suoi sogni e facendole smarrire i suoi obiettivi fino ad allora assolutamente certi.Ed è proprio in questo momento di confusione che Thalia ,spinta anche da un sogno ricorrente,decide di prendere una pausa dalla sua carriera in crisi e di ritornare alle sue radici,nella splendida isola greca di Zante che sembra richiamarla a sé.Un viaggio ,quello di Thalia , alla scoperta di se stessa,delle sue radici e anche dell’amore.Questo rappresenterà Zante per la nostra protagonista!

Il mare cristallino,il calore confortevole dei suoi abitanti,la pace e la tranquillità dei luoghi sono l’iniezione di vita e fiducia che serve a Thalia da sempre vissuta ,fino a quel momento,con la paura dei giudizi altrui :quello del pubblico,della sua insegnante di canto,del suo agente e soprattutto della sua famiglia.Il ritrovamento casuale di un diario ,quello di sua nonna Dorothea ,le consente poi di conoscere la vita i sogni gli amori e i dolori di una donna con la quale condivide non solo i tratti somatici ma soprattutto l’amore viscerale per il canto.L’immergersi nelle pagine ingiallite di quel diario è un tuffo nel passato fondamentale per Thalia per chiarire alcune incognite su se stessa ,per superare dubbi e paure e ritrovare quell’amore per il canto che sembra essersi sopito. Ad aiutare Thalia in questo suo percorso di rinascita è anche l’incontro con Richard un fotoreporter di guerra che si è rifugiato,come lei,a Zante per allontanarsi da un presente fatto da scena di guerra e morte e di cicatrici che gli sono rimaste ,come ricordo,non solo sulla pelle ma anche nel cuore.Thalia e Richard due anime in fuga,due persone alla ricerca di se stessi.Un incontro provvidenziale ,un’attrazione irresistibile,un amore struggente permetterà ad entrambi di ritrovare la gioia di vivere e la fiducia nei propri sogni.Ma Thalia e Richard appartengono a due vite diverse.Nelle loro vene scorrono due passioni inconciliabili:il canto per lei ,la fotografia per lui! Riuscirà l’Amore ad essere il loro collante? Chi vincerà tra l’Amore e la Paura? Quali i punti di forza di questo romanzo? Una stile narrativo impeccabile che tiene il lettore incollato ad ogni pagina.Le descrizioni dei luoghi così minuziose nei particolari da apparire come splendide cartoline poste dinanzi agli occhi del lettore ed infine l’utilizzo intelligente di due POV differenti.Uno in prima persona quando a parlare è Thalia la protagonista e l’altro in terza persona quando a narrare la storia,attraverso le pagine del suo diario,è Dorothea.L’uso dei pov mi ha permesso di instaurare un rapporto quasi simbiotico con i due personaggi femminili viaggiando,come in questo caso,tra presente e passato in un mare pieno di ricordi ,sogni ed emozioni.La voce del mare di Emily Pigozzi è dunque uno di quei romanzi che sazia la mente e il cuore di ogni lettore!

Stelle: 5 🏖🏖🏖🏖🏖

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...