GLI OCCHI DELL’OCEANO DI CRISTIANO PEDRINI

Buon martedì, oggi siamo con Anna Maria Bisceglie e con un’autore che ha dato ancora fiducia in noi, e questo ci rende davvero contente.

Ma di chi stiamo parlando??? Scopriamolo assieme

Titolo:Gli occhi dell’oceano.

Autore:Cristiano Pedrini.

Genere:narrativa.

Pagine: 116.

Edito: Youcanprint,3 giugno 2019.

Prezzo kindle: 2,99 €

Trama:

Julien Garreth è il nuovo custode del faro di Owls Head .Forse l’unico incarico in grado di farlo distogliere dai pesanti pensieri che lo tormentano sin da quando ha perso la sua amata barca “Blue Spirit”.Da sempre ama il mare,il poter navigare sicuro di essere tra i migliori,se non il migliore.Ma quando tutto crolla,Julien si ritira e ottiene quell’occupazione che dovrebbe riuscire ad allontanarlo dal mondo e dal rimorso.Eppure ,proprio durante il suo primo giorno di lavoro,qualcos’altro terrà occupata la sua mente e il suo cuore.Corey Austen è un ragazzo cieco che,spinto dal volere del nonno,si è recato al faro sicuro di poter vedere qualcosa che i suoi occhi non possono mostrargli.Sin dal loro primo incontro i due sentono di appartenersi e ,durante una notte tempestosa,legheranno i loro destini come i due innamorati della leggenda di Owls Head.Quel faro che li accomuna sembra proiettare verso di loro una luce sicura,una luce che è in grado di portarli in salvo l’uno nelle braccia dell’altro. Perché soltanto così i due potranno insieme vedere,per la prima volta,con gli occhi dell’oceano.Una storia intensa,feroce e brutale come una tempesta,dove soltanto l’amore e la fiducia saranno l’ancora di salvezza da gettare in mare per riottenere ciò che si è perso.

Giudizio:

Quale è la funzione del faro? Nella realtà il faro,grazie alla sua luce,svolge il compito di indicare la via alle navi in modo che,di notte,possano orientarsi e rientrare al sicuro nel porto.Ma dietro la figura del faro e soprattutto della sua luce,io credo che in questo romanzo,si nasconda una sottile metafora.Il faro diventa per i protagonisti,il luogo sicuro dove rintanarsi,dove allontanarsi dai giudizi,dai timori e dagli sguardi indiscreti o compassionevoli.Un luogo dunque che consente a due ragazzi in cerca di risposte ai loro dubbi e rimorsi,di ritrovare se stessi e soprattutto di riscoprire la bellezza dell’amore e della vita che avevano smarrito.Ma chi sono Julien e Corey? Julien è il nuovo custode del faro di Owls Head ,ha accettato quell’incarico con l’unico scopo di allontanarsi da una realtà che lo sta opprimendo e soffocando. Dopo il naufragio della sua Blue Spirit di cui si sente responsabile,Julien ha la necessità di un luogo dove regni pace,silenzio e solitudine.

Ma, proprio il suo primo giorno di lavoro,incontra Corey,un ragazzo cieco dalla nascita,nipote del precedente custode del faro e che si trova lì, per seguire i consigli di suo nonno,certo che proprio,in quel faro e grazie alla sua luce,avrebbe potuto “vedere” il mondo “con gli occhi dell’oceano”. Mentre per i marinai la luce del faro è sinonimo di salvezza per chi,come loro,attraversa i mari; per Julien e Corey è invece sinonimo di speranza di una nuova vita che li vede,insieme,pronti ad affrontare il futuro con una nuova consapevolezza e cioè di non essere più soli! Secondo romanzo che leggo di Cristiano Pedrini di cui,ancora una volta,ho apprezzato il suo modo fluido,lineare e semplice di raccontare una storia d’amore tra due ragazzi ,entrambi alla ricerca di una persona che sappia ascoltare senza giudicare; che sappia sostenere e guidare il cammino dell’altro e che soprattutto sappia amare senza pregiudizi e barriere!!

Stelle: 4 stelle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...