SPIETATA VERITA’ DI ALESSANDRA PERILLI

Voi stavate già sperando che siamo scappate… ma io e Anna siamo ancora qui, e anche oggi siamo pronte a consigliarvi una lettura.

Di cosa ci parlerà oggi Anna? Scopriamolo insieme.

Titolo:Spietata verità.

Scrittrice: Alessandra Perilli.

Genere:thriller.

Pagine: 336.

Edito:Giovane Holden Edizioni ,31 marzo 2019 .

Prezzo Kindle: 4,19 €

Prezzo copertina flessibile: 11,90 €

Trama:


https://www.amazon.it/s?k=alessandra+perilli&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref=nb_sb_noss_1

La vita di Cassandra Paril,brillante biologa di un importante parco nazionale,viene improvvisamente sconvolta dalla notizia di una strana ma brutale aggressione subita dalla sua cara amica Amelie.La ragazza ricoverata sotto shock,ricorda che il suo aggressore ha fatto proprio il nome di Cassandra.Per lei si spalanca un abisso di dubbio e di timore.Si trova in pericolo? Chi è a minacciarla ,e a quale scopo? Come può conoscerla? Ma Cassandra non è certo una donna che si fa intimidire facilmente: pure in mezzo alle difficoltà ,non rinuncia alla sua vita,al lavoro che ama e agli amici di sempre. Proprio al loro fianco Cassandra intraprende un intenso percorso alla ricerca di una verità crudelmente inaspettata. Oltre alla sua affettuosa famiglia,le sono vicini i suoi compagni di mille avventure fin dai tempi dell’università: soprattutto Luca,poliziotto impulsivo e determinato,e Andrea,preparato e sensibile psichiatra.Insieme indagheranno su una storia oscura e imprevedibile,che li avvolgera’ sempre più nelle proprie spire,fino a metterli di fronte a certe sinistre e insondabili profondità dell’animo umano,che lasceranno su tutti tracce indelebili.

Giudizio:

Mi capita,a volte,dopo aver letto un libro,di interrogarmi su un aggettivo o su delle parole che meglio identificano quanto ho appena letto e soprattutto cosa mi ha trasmesso. Spietata verità di Alessandra Perilli è sicuramente un thriller “enigmatico” grazie alla capacità della scrittrice di aver creato un vero e proprio rompicapo che però,pagina dopo pagina,grazie anche ad alcuni preziosi indizi lasciati in aiuto del “povero”lettore,prenderà pian piano forma e tutti i tasselli dell’intricato “puzzle” troveranno la giusta collocazione.Il lettore,al termine di un viaggio “difficile” e “contorto” nei meandri della psiche umana,si troverà dinanzi,come gli stessi personaggi del romanzo,ad una “spietata” verità: una verità inaspettata e assolutamente sconvolgente! E dovrà,come loro,prendere atto di come la mente umana possa essere complessa,fragile,tortuosa e a volte anche diabolica. La terribile aggressione alla “povera ” Amelie e le sue sconcertanti rivelazioni in merito alla prossima e possibile vittima: l’amica Cassandra,daranno inizio ad una serie di eventi,indagini e colpi di scena che vedranno coinvolti ,ognuno con un ruolo differente ma comunque fondamentale,tutti gli appartenenti alla ristretta cerchia di amici delle due ragazze

.E la parola Amicizia è ,a mio avviso,la parola “chiave” di questo romanzo visto il prezioso e fondamentale contributo ,per la risoluzione dell’intricato enigma,dato da Luca,l’affidabile e arguto poliziotto e Andrea,il paziente e sensibile psichiatra.Entrambi si impegneranno “anima”e “corpo” per aiutare Amelie a ritornare,dopo lo shock dell’aggressione “subita” ,alla sua normalità e per impedire al misterioso aggressore di arrivare a Cassandra,la vittima predestinata,inconsapevole di essere al centro dell’enigma stesso.Un thriller che potrei definire anche “psicologico” in quanto,come ho sottolineato in precedenza,la scrittrice compie un’accurata indagine nella mente e nella personalità dei personaggi “chiave” ,indagine assolutamente necessaria per comprendere(se possibile) ,e scoprire chi sia la vittima e chi il carnefice in questa vicenda.Un romanzo dunque che impegnerà parecchio l’attenzione e la concentrazione del lettore il quale non potrà non stupirsi dinanzi alla verità scoperta e giungere però alla medesima riflessione a cui giungono i personaggi coinvolti: “Tutti erano stati segnati da quella spietata verità,tutti avevano una parte del cuore oscurata.Avevano perso la voglia di ridere,ma erano consapevoli che la vita sarebbe andata avanti e che ognuno avrebbe potuto sempre contare sull’altro.”

Stelle: 5 stelle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...